Adobe: furto di 2.9 milioni di dati personali

 

Adobe ha ammesso di aver subito un attacco hacker che ha portato alla sottrazione di dati sensibili di oltre 2,9 milioni di utenti registrati. Al momento non vi sono prove del furto di password e di dati non crittografati.

Adobe, con un comunicato, ha reso pubblico l’attacco subito subito ad agosto scorso ed andato avanti per alcuni giorni. Le password degli utenti registrati sarebbero al sicuro ma i clienti interessati saranno invitati a sostituirla per maggiore sicurezza e comunque Adobe sta provvedendo al loro reset.

Adobe-logo

Anche i dati delle carte di credito, essendo tutte crittografate, dovrebbero essere protette, nel caso in cui vi fossero acquisti fraudolenti, Adobe si è impegnata a risarcire gli utenti. Oltre ai dati personali sono stati sottratti anche i codici sorgenti di programmi quali: Adobe Acrobat, ColdFusion e ColdFusion Builder.

Adobe ha chiesto l’intervento delle autorità federali per cercare di rintracciare i responsabili dell’attacco.


Approfondimento: urlAdobe
 
Tag dell'articolo: , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980