Apple: la UE indaga sulle politiche di vendita

 

Restrizioni tecnologiche per evitare che i concorrenti possano usare soluzioni simili alle proprie e scorrette modalità di vendita con presssioni sui provider per assicurarsi le condizioni migliori: sarebbero questi i due aspetti che l’Unione Europe vuole verificare per le politiche commerciali perseguite da Apple.

Apple starebbe violando in Europa la normativa sulla libera concorrenza con sistemi per ostacolare i rivali? E’ quanto vuole appurare l’Unione Europea. Stando infatti a quanto riporta il Financial Times, l’indagine, che si trova ancora alle fasi preliminari, volte a raccogliere eventuale materiale e testimonianze, sarebbe stata avviata dopo le segnalazioni da parte di alcuni operatori telefonici, emerse a seguito della compilazione di un questionario, spedito dalla stessa UE come procedura ciclica tramite la quale appurare appunto che non vi siano in atto dinamiche non legali.

Alcune domande puntavano proprio a chiarire i termini di distribuzione dell’iPhone e, da quanto affermato da alcuni provider, l’azienda di Cupertino effettuerebbe pressioni al fine di garantirsi che nessun rivale possa ottenere accordi di vendita migliori dei propri.

130424_wwdc_2013

 

Inoltre a quanto pare Apple imporrebbe anche restrizioni tecniche sull’iPhone 5, al fine di evitare che i competitor entrino in possesso di tecnologie equivalenti, che però non essendo coperte da brevetti specifici non possono essere precluse a nessuno.

Se l’esistenza di questo comportamento fosse confermata, potrebbe rappresentare una violazione della legge antitrust, si legge in un documento dell’Unione Europea. Una tegola non da poco per uno dei brand più famosi del mondo, che tra l’altro tra una decina di giorni si appresta a lanciare diverse novità sostanziali durante la Worldwide Developer Conference, la conferenza degli sviluppatori che si svolgerà a partire dal prossimo 10 giugno a San Francisco.

Dopo gli ultimi risultati finanziari infatti l’azienda californiana e il nuovo CEO Tim Cook hanno bisogno di ritrovare lo smalto perduto e, come sappiamo, stanno preparando diverse novità, a partire dall’interfaccia di iOS 7 completamente rinnovata anche se non innovativa, perché seguirebbe la strada intrapresa ormai da quasi due anni da Microsoft per i suoi Windows 8 e Windows Phone 8 verso una GUI più essenziale.

Inoltre sempre il sistema operativo mobile dovrebbe anche offrire una maggior integrazione con Flickr e col network video Vimeo, dopo l’eliminazione di YouTube. Ovviamente non si tratterà delle sole novità: dovrebbe debuttare il nuovo iPhone e probabilmente anche una nuova versione di OS X per notebook e desktop, ma in ogni caso queste accuse, al momento solo ipotetiche, gettano comunque un’ombra sull’evento che sicuramente non avrebbe fatto piacere a Steve Jobs.

Fonte: urlLa Stampa
 
Tag dell'articolo: , , , , , , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

Archivo mensile 2019


Visualizza gli Archivi completi
▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980