Arriva in Italia WeChat

 

Sbarca in Europa WeChat, l’app gratuita del colosso cinese Tencent, intenzionato a muovere guerra a WhatsApp, che sta per passare a apgamento per tutti gli utenti che lo usano da più di un anno.

La pubblicità con Lionel Messi l’avrete vista ormai sicuramente tutti: parliamo di WeChat, un’app gratuita sviluppata dal colosso cinese Tencent, una sorta di Google orientale, che per la prima volta arriva anche in Europa con l’intenzione di rubare quote di mercato a WhatsApp, soluzione che fa grossomodo le stesse cose ma che dopo il primo anno di uso gratuito diviene a pagamento (0.89 euro).

WeChat

Le funzioni di WeChat includono la possibilità di inviare messaggi testuali, voce e video, ma anche di condividere foto, testi e URL all’interno della categoria Moments. Particolare anche la possibilità di scrivere un testo e pubblicarlo globalmente, in attesa che ci sia qualcuno a rispondere, una sorta di messaggio in bottiglia.

Inoltre gli utenti possono creare i propri codici QR e lasciarli in giro così da essere catturati dall’app e aggiungere amici all’istante, mentre con la geolocalizzazione si possono cercare utenti nelle vicinanze per aggiungerli alla lista, due funzionalità che rivelano l’esperienza di Tencent nell’ambito dei social network e posizionano dunque una spanna sopra WeChat rispetto a WhatsApp, molto più semplice.

Inoltre, sempre diversamente dal diretto concorrente, esiste anche Web WeChat che consente di chattare con qualcuno utilizzando un computer. L’app è gratuita e disponibile per i sistemi operativi Google Android, BlackBerry, Apple iOS, Symbian, Microsoft Windows e Windows Phone.

La lotta tra le due app al momento sembra impari, perché se è vero che WhatsApp può contare su un bacino di utenza molto esteso, che nel recente passato ha ingolosito più di un big, è altrettanto vero che WhatsApp è sviluppato da una piccola software house, mentre Tencent è un gigante e WeChat può già contare su una base di 195 milioni di utenti attivi su 400 milioni solo in Cina, superando i 70 milioni di utenti registrati al di fuori del territorio nazionale, tra India, Malesia, Messico e Filippine.

Il fatto poi che WhatsApp diventi a pagamento dopo il primo anno non aiuterà sicuramente a fidelizzare la propria base ora che è disponibile un’alternativa gratuita.



 
Tag dell'articolo: , , , , , .

 

  • Giordano Squadroni

    Scaricata dal Nokia store (Symbian), installata, non piaciuta, disinstallata. Vado avanti con whatsapp

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980