Bone conduction nei Google Glass

 

Un documento inoltrato presso la Federal Communication Commission (FCC) ha svelato le modalità di interazione acustica previste da Google nel progetto Google Glass, gli occhiali per realtà aumentata, con sistema operativo Android, utilizzeranno la cosiddetta “bone conduction”, la trasmissione di suoni attraverso le ossa prossime all’orecchio per fornire indicazioni acustiche a chi li indossa.

Non saranno provvisti di auricolare i Google Glass, questo perchè il loro utilizzo principale, ipotizzato dai progettisti, è quello di fornire indicazioni ai pedoni durante un percorso, dunque si rende necessario l’utilizzo di un sistema che fornisca suoni, ma che non isoli dall’ambiente esterno. I nuovi prototipi, che saranno venduti quest’anno agli sviluppatori, integreranno un dispositivo per la conduzione ossea, la tecnica che sfrutta le ossa del cranio per veicolare suoni all’interno dell’orecchio.

Niente auricolari, isolano e creano incidenti

Niente auricolari, isolano e creano incidenti

L’idea di utilizzare la conduzione ossea è stata presa in considerazione pensando agli usi più tipici per i Google Glass e lo scenario più comune sarà quello di utilizzare gli occhiali come un assistente GPS con realtà aumentata. Un pedone che faccia uso di questi occhiali, però, ha la necessità di poter ricevere suoni anche dall’ambiente esterno, soprattutto per evitare incidenti con altri pedoni o, peggio ancora, con automobili.

La bone conduction permetterà ai Google Glass di fornire informazioni sonore facendo vibrare le ossa del cranio in prossimità dell’orecchio, senza isolare l’utilizzatore come farebbe un auricolare.

Il nuovo prototipo sarà disponibile nel corso dell’anno al prezzo di 1500 dollari, il lancio commerciale è previsto per il 2014. 

Fonte: urlArsTechnica
 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980