Cina: in arrivo un sistema operativo “nazionale”

 

Dovrebbe chiamarsi COS, essere open source e basato su Linux, ma con forti somiglianze con Android: si tratta del nuovo sistema operativo commissionato dal governo cinese per resistere all’invasione delle aziende occidentali.

Tra tutti i Paesi emergenti la Cina è quello che più fa gola alle aziende di tutto il mondo, perché su una popolazione di oltre un miliardo e mezzo di persone ce ne sono oltre 750 milioni assetate di tecnologia. E’ normale dunque che tutti, da Apple a Samsung, da Nokia a Sony, mirino ad espandersi qui, visto che ormai i margini di crescita in Europa e negli Stati Uniti sono trascurabili.

htc-cos

E’ però altrettanto comprensibile l’atteggiamento della Cina, non intenzionata a diventare un campo di gioco delle potenze straniere, i cui proventi non resterebbero sul territorio e non contribuirebbero dunque alla crescita economica della nazione. Per questo motivo la Cina ha deciso di adottare una sorta di strategia protezionistica “soft” non basata cioè sulla chiusura del proprio mercato quanto piuttosto sul tentativo di ribattere colpo su colpo alle aziende estere con prodotti equivalenti ma nazionali che, si spera, gli utenti preferiranno.

Insomma un po’ di sana competizione nazionale nei confronti dei prodotti esteri, che non fa male a nessuno ma che potrebbe anzi far bene al Paese. Perché infatti un cinese dovrebbe comprare Apple se Huawei, HTC o ZTE fossero in grado di offrirgli prodotti equivalenti?

In quest’ottica rientra dunque anche l’ultima decisione del governo cinese di sviluppare un sistema operativo “nazionale”, chiamato COS, open source e basato su Linux. La Cina infatti ha criticato recentemente tutti gli altri OS, Apple perché troppo chiuso, Android perché troppo frammentario e Windows perché troppo esposto ad attacchi informatici.

Il nuovo OS inoltre, sviluppato dalla società Shanghai Liantong e dall’ISCAS (Institute of Software at the Chinese Academy of Sciences), sarebbe anche forte di una localizzazione più precisa per gli input scritti e per i servizi cloud e consentirebbe una maggior monetizzazione dei servizi.   



 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980