E3 2013: Daylight utilizzerà Unreal Engine 4

 

Tra i tanti giochi mostrati all’E3 una mensione speciale spetta anche al survival horror Daylight, non foss’altro perché presenta diverse peculiarità, prima tra tutte l’uso del motore grafico Unreal Engine 4

Quest’anno all’E3, complice anche l’esordio contemporaneo delle due maggiori console next gen, Microsoft Xbox One e Sony PlayStation 4, si è assistito alla presentazione di una messe di titoli davvero imponente, che promette un 2014 ricco di giochi nuovi e stimolanti. Riuscire ad emergere, in un contesto del genere, può essere difficile per titoli “minori”, sviluppati e distribuiti cioè non da nomi di primo piano.

Daylight però c’è riuscito, per diversi motivi. Anzitutto perché è un survival horror e per il prossimo anno di titoli di questo genere ne sono previsti pochissimi. Poi perché sarà un’esclusiva per PlayStation4 e infine perché è stato uno dei primi titoli a far uso del motore grafico Unreal Engine di quarta generazione, al centro di alcune polemiche nel recente passato per la presunta mancanza di effetti di illuminazione globale in un tech demo mostrato durante il GDC.

Daylight-moonlight

Epic è dovuta intervenire spiegando che il proprio motore offre diverse soluzioni agli sviluppatori e che sicuramente l’illuminazione globale è quella che offre l’interazione migliore ma che in alcuni contesti con centinaia di luci molte delle quali proiettano anche ombre, può essere più indicato, per ottenere il risultato migliore, utilizzare l’illuminazione precalcolata, molto più leggera per i processori grafici.

Ma come dicevamo i motivi di interesse di Daylight sono diversi. Il gameplay ad esempio si annuncia molto originale, anche per un survival horror. A differenza di alcuni predecessori illustri infatti in Daylight non potremo utilizzare armi di alcun tipo e nemmeno adattare a questo fine arnesi casuali ritrovati sulla scena. Saremo invece completamente inermi e per farci strada tra le tenebre potremo contare unicamente sul nostro smartphone, sperando che non si scarichi nel bel mezzo di un corridoio buio del tetro ospedale psichiatrico abbandonato dove si svolge la messa in scena.

Altre due novità sono la capacità del gioco di generare dinamicamente i propri livelli, così da offrire una sfida sempre nuova e il supporto alla telecamera PlayStation Eye, che scatterà una foto al volto dei giocatori nei momenti più paurosi, così da poter rivedere in seguito le proprie espressioni spaventate o buffe, magari dopo una sessione assieme agli amici.

L’ultima particolarità di Daylight è che è stato scritto da Jessica Chobot, commentatrice di videogame molto conosciuta oltreoceano visto che collabora con diverse testate del settore. La bella Jessica inoltre ha prestato anche la propria voce al protagonista che quindi sappiamo essere di sesso femminile.

Il gioco, sviluppato da Zombie Studios, software house di Seattle famosa per la serie Spec Ops, e distribuito da Atlus, sarà come detto in esclusiva per PlayStation4 e arriverà agli inizi del 2014. Di seguito il trailer ufficiale mostrato all’E3.

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

Archivo mensile 2019


Visualizza gli Archivi completi
▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980