Facebook paga Instagram il doppio del suo valore. Perchè?

 

Facebook ha messo a segno un colpo inatteso, ha appena annunciato di aver rilevato Instagram, o meglio, ad annunciarlo è stato il fondatore Mark Zuckerberg sul proprio blog personale. L’operazione però è costata molto, forse troppo rispetto alle ultime quotazioni del popolare software di acquisizione e condivisione delle immagini.L’ultima quotazione di Instagram è di poche settimane fa ed era pari a circa 500 milioni di dollari, un valore appena quintuplicato dagli originali 100 milioni di dollari di qualche tempo fa. Perché allora Facebook ha investito 1 miliardo di dollari, tra contanti ed azioni?

Alcuni analisti sostengono che, nel panorama dei social network, ma soprattutto nel mondo della applicazioni per la condivisione delle immagini, Instagram fosse il vero possibile rivale di Facebook, e questo Zuckerberg lo sapeva. Instagram, in questi due anni di attività, è cresciuto moltissimo approdando di recente anche all’universo di Android, e riuscendo a catalizzare intorno a se centinaia di community sparse per il mondo, grazie proprio alla semplicità di condivisione delle immagini catturate con i cellulari evoluti, smartphone ecc.

Instagram

Instagram

Il numero di utenti che utilizzano Instagram con iOS è di circa 30 milioni, a questi se ne aggiunge un altro milione di Android ma su questo caso, siamo solo all’inizio. Non sappiamo però la reazione di alcune di queste community, alcuni di loro si sono già detti pronti a disdire il proprio account per paura delle gestione della privacy di Facebook.

Con l’avvicinarsi dell’Ipo di Facebook, questa operazione apporta nuove energie a quella che potrebbe essere ricordata come la più grande asta degli ultimi decenni.

Fonte: urlTechcrunch
 
Tag dell'articolo: , , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980