+ Rispondi
Risultati da 1 a 8 su 8

Discussione: Pulizia radiatori

  1. #1

    Iscritto dal
    18/08/2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    160

    Pulizia radiatori

    Registrato solo oggi, ho letto un post riguardante un radiatore molto sporco e i successivi consigli. Senza entrare nel merito vorrei modestamente suggerire che esistono in commercio - nelle rivendite specializzate di prodotti idraulici ed anche di ricambi per piccoli elettrodomestici - acidi industriali per la rimozione del calcare.

    Sono venduti anche in flaconi da litro. La caratteristica che li contraddistingue da altri prodotti a basso costo come l'acido cloridrico (muriatico) è che aggrediscono solo il calcare, non fanno schiuma e non producono pericolosi schizzi. Sono meno aggressivi sui metalli, particolarmente sul rame, di altri acidi a basso costo. Sono più rapidi e più efficienti. Vengono utilizzati prevalentemente dai tecnici per la pulizia delle caldaie a serpentina in rame.

    Questi acidi costano 5 volte tanto l'acido muriatico (10-13 €/litro) ma rendono molto di più. Peraltro non danneggiano cromature, vernici ecc. Naturalmente vanno usati con la stessa accortezza di altri prodotti: guanti, occhiali e abiti di scarso valore, lontano da apparati elettronici (naturalmente...).

    Ciao a tutti.

    PS
    Appurato il buon esito del lavoro verificato personalmente, proporrei che questo modesto contributo venga messo in evidenza per pronta consultazione
    Ultima modifica: 18-08-2013 alle 14:21, di kRel
    Cooler Master HAF X - Asus Z97 Deluxe - Core i7 4770K - Corsair 2400 Dominator Platinum 16 GB
    Seasonic 1200W 80Plus Platinum -
    EKWB Cooling CPU/GPU/Mosfet TwinRAD
    Palit Geforce GTX 770 4GB Jetstream GDDR5 SSD - Samsung 840 Pro 250 GB2
    WD Caviar RED4 1TB RAID 1
    - Caviar RED4 1TB x backup - Samsung SyncMaster 2232BW

  2. #2

    Iscritto dal
    13/10/2011
    Località
    casa mia (TV)
    Messaggi
    2,059
    sapevo pure io di prodotti simili, usati per pulire le serpentine delle caldaie....ma si trovano in commercio o sono riservati solo alle ditte specializzate? e soprattutto sai qualche nome/marca?


    "Passa la neuro direttamente,come esca pensavamo di usare una cpu senza pin"cit. ruggero


  3. #3

    Iscritto dal
    26/03/2012
    Località
    Altedo (BO)
    Messaggi
    896
    Ciao e benvenuto Il problema del radiatore che fai riferimento non è il calcare, come pensavo anch'io all'inizio....Ma il flussante che è veramente rognoso e bastardissimo da rimuovere pensi che il prodotto che dici sia efficace anche su quello??

  4. #4

    Iscritto dal
    18/08/2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    160
    Ciao a entrambi...
    Allora, i prodotti a cui faccio riferimento innanzi tutto sono di semplice reperibilità: o nei negozi specializzati di forniture idrauliche, oppure nei negozi specializzati che hanno ricambi di elettrodomestici piccoli e grandi, come ho già detto. Non ricordo una marca specifica, ma ne ricordo bene la qualità ed i vantaggi rispetto al comune acido muriatico. Io credo che basti chiedere un flacone di disincrostante professionale.

    Relativamente alla specifica domanda di SerTek purtroppo posso solo proporre di provare, ma non garantisco il risultato.

    Per ripulire il flussante si può utilizzare "flux remover"... Una bomboletta costa 15/20 euro, (una marca è "Life") peraltro la rimozione nei casi ostici è assicurata se si procede a successiva spazzolatura, cosa impossibile all'interno di un radiatore. Questo prodotto si utilizza per rimuovere flussante e residui di saldature su schede e circuiti stampati. Non posso garantire il successo in un radiatore. In aggiunta a flux remover si potrebbe usare successivamente una soluzione d'acqua con sapone di marsiglia che ha un buon potere detergente, ma poi il problema è di rimuovere il sapone dal radiatore, oppure alcool con abbondanti successivi risciacqui...

    Avevo un amico radiatorista che per pulire con successo i radiatori, rimuoveva con la fiamma i cappellotti superiore ed inferiore del radiatore saldati a stagno al medesimo, poi con delle asticelle metalliche rimuoveva meccanicamente le impurità. Successivamente risaldava i cappellotti e riverniciava il tutto di nero.
    Questa soluzione ovviamente non è applicabile nel nostro caso :-) Ne ho parlato solo per completezza.

    Francamente penso che se il flussante non si rimuove con l'acido (15 €) o col flux remover (15/20 €) forse è il caso di prendere una soluzione più drastica...
    Ciao
    Cooler Master HAF X - Asus Z97 Deluxe - Core i7 4770K - Corsair 2400 Dominator Platinum 16 GB
    Seasonic 1200W 80Plus Platinum -
    EKWB Cooling CPU/GPU/Mosfet TwinRAD
    Palit Geforce GTX 770 4GB Jetstream GDDR5 SSD - Samsung 840 Pro 250 GB2
    WD Caviar RED4 1TB RAID 1
    - Caviar RED4 1TB x backup - Samsung SyncMaster 2232BW

  5. #5
    Cavaliere Romantico
    Iscritto dal
    03/09/2011
    Località
    O mia bela madunina...
    Messaggi
    2,948
    Io ho utilizzato acido muriatico puro per circa 8 minuti agitando il rad; ad oggi non ho alcun problema di flussante in circolo nell'impianto.
    Ho sciacquato poi i rad con acqua comune diverse volte e poi ho dato una pulita con acqua in "pressione" (tubo collegato a rubinetto aperto).
    Ho usato questo metodo per due radiatori diversi con successo.

  6. #6

    Iscritto dal
    13/10/2011
    Località
    casa mia (TV)
    Messaggi
    2,059
    i flux remover che si usano sulle schede elettroniche non sono così potenti da rimuovere le incrostazioni che aveva sertek nel radiatore....te lo dico perchè io ne ho provati e non sono così "potenti"....magari ci saranno dei prodotti appositi più potenti....in ogni caso credo che l'unico metodo sia provare....comunque queste info tornano sempre buone


    "Passa la neuro direttamente,come esca pensavamo di usare una cpu senza pin"cit. ruggero


  7. #7

    Iscritto dal
    26/03/2012
    Località
    Altedo (BO)
    Messaggi
    896
    Stamattina dopo aver letto il tuo post, sono corso subito in negozi di idraulica nella mia zona ma sono tutti in ferie ARGHHHHH Secondo me con un prodotto tipo quello che ha citato anche bong313 per pulire le serpentine si dovrebbe risolvere o perlomeno avere buoni risultati il flux remover non ce lo vedo specie con la quantità che avevo io ma è solo in mio punto di vista...

  8. #8

    Iscritto dal
    18/08/2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    160

    Solo per veri smanettoni fai da te.... with tho big balls

    Se il raffreddamento è compromesso seriamente, l'alternativa è buttare il radiatore, si ha tempo da perdere, voglia e qualche spicciolo da spendere, suggerisco un passatempo da mettere in pratica SOLO se il radiatore è completamente in metallo:
    Munirsi dei seguenti accessori:
    • spazzola di metallo,
    • astina piatta di metallo sufficientemente lunga, (ottime sono quelle che si trovano anche per la strada, sull'asfalto, che poi sono quelle cadute dai vecchi tergicristalli delle auto. In alternativa un filo d'acciaio di adeguato spessore
    • due/tre barre di stagno da acquistare nei negozi di idraulica
    • pasta per saldatura (pulisce e sgrassa il metallo, sempre in negozi di idraulica)
    • un mini-saldatore a propano (gas degli accendini) che vendono anche i cinesi per pochi euro (oltre che i fornitori per idraulici)
    • una bomboletta di vernice nera opaca
    • una morsa in cui bloccare delicatamente il radiatore tra due stecche di legno in modo da non danneggiarlo o piegare le alette
    • un paio di flaconi di acido muriatico o l'acido detto sopra. (In questo caso è meglio l'acido muriatico perché costa poco e ne userete di più)
    • un contenitore in plastica sufficientemente ampio per contenere il radiatore
    • guanti, occhiali e vecchi indumenti
    Impugnare spazzola con una mano e mini-saldatore con l'altra, scaldare il metallo - senza esagerare - in prossimità della giunzione di uno dei due cappellotti col corpo del radiatore. Si arriccerà la vernice e lo stagno di saldatura inizierà a fondere. A questo punto azionare la spazzola in metallo avendo l'accortezza di spazzolare in direzione contraria alla propria persona: lo stagno poco per volta verrà via. Finito il giro avrete liberato uno dei due cappellotti. Ripetete la procedura col secondo cappellotto, segnandovi lato e verso di posizionamento di ciascun cappellotto sul rad.
    Scoperchiato il radiatore, cominciate a lavorare con l'asticella di acciaio su e giù per ogni canale, più volte. Lavate più volte con acido muriatico, dentro ogni singolo canale, facendo in modo che scoli nel contenitore in plastica. ripassate l'astina in ogni canale. Ripassate l'acido.
    Quando avrete finito spazzolate tutti i residui di vernice ancora rimasti attaccati ma non in modo solidale con il metallo.
    Pulite ancora una volta con l'acido e poi con la pasta - usando la fiamma - i punti di saldatura. E' molto importante.

    Appoggiate il primo cappellotto nella sua sede originaria rispettandone il verso (che avete segnato), prendete la verga di stagno e appoggiatela tra cappellotto e rad nei pressi della giunzione e iniziate a fondere lo stagno senza esagerare con temperatura e quantità di stagno. Fate tutto il giro con lo stagno ed avrete saldato il primo cappellotto. Ripetete la procedura con il secondo. Guardate con cura se sono rimasti dei fori a vista o dei punti non saldati.

    Tappate tutti gli accessi del radiatore meno uno. Nel foro rimasto libero montate raccordo e un pezzo di tubo sufficientemente lungo. Immergete il rad in acqua pulita e soffiate con forza nel tubo di plastica "gonfiando" il radiatore immerso nell'acqua. Mantenete più a lungo che potete la pressione. Non usate compressori.
    Se usciranno bollicine vuol dire che non avete saldato bene o ancor peggio avete perforato in qualche punto il radiatore (In questo caso è meglio buttarlo perché l'eventuale riparazione in un punto critico non assicura la perfetta tenuta stagna nel tempo). . Segnate il punto, asciugate con la fiamma, pulite per bene con l'acido o la pasta e ripassate lo stagno, sino a che dal radiatore non usciranno più bolle.
    Aspettate che asciuga, riverniciate. Finito. (Tempo tecnico da 1 a due ore, 24 h con asciugatura vernice)
    Ultima modifica: 20-08-2013 alle 14:02, di kRel
    Cooler Master HAF X - Asus Z97 Deluxe - Core i7 4770K - Corsair 2400 Dominator Platinum 16 GB
    Seasonic 1200W 80Plus Platinum -
    EKWB Cooling CPU/GPU/Mosfet TwinRAD
    Palit Geforce GTX 770 4GB Jetstream GDDR5 SSD - Samsung 840 Pro 250 GB2
    WD Caviar RED4 1TB RAID 1
    - Caviar RED4 1TB x backup - Samsung SyncMaster 2232BW


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 04:43.