+ Rispondi
Risultati da 1 a 7 su 7
  1. #1

    Iscritto dal
    20/10/2011
    LocalitÓ
    Now in Padua province
    Messaggi
    670

    circuito "riscaldatore"

    Perdonate il titolo, adesso mi spiego meglio. Mi sto dilettando con la stampa 3D, le stampanti casalinghe usano la tecnologia FDM, in pratica fondono materiale plastico e lo estrudono in filamento che sovrapponendosi crea l'oggetto. l'apparato che fa questo si chiama appunto estrusore, la parte che riscalda non Ŕ altro che un blocco di metallo con inserita una cartuccia riscaldante controllata in temperatura con un termistore, vi Ŕ inserito un cilindro cavo della giusta misura dove passa il filo plastico che fonde.Questa Ŕ la cartuccia

    Capita che il materiale bruci o comunque intasi il cilindro e va pulito, farlo con attaccata tutta la stampante dietro Ŕ un po scomodo. Come posso crearmi un circuito per riscaldare a parte la cartuccia? Controllato in temperatura. Dispongo di raspberry eventualmente per quello, il problema Ŕ che ho appena cominciato a guardare phyton

  2. #2
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    LocalitÓ
    Monopoli
    Messaggi
    6,710
    Io non scrivo codici ma posso consigliarti come iniziare, con i dati a disposizione.
    Il valore del sensore di temperatura, ovvero se NTC, termocoppia o che se NTC quanti OHM alla temperatura ambiente.
    La resistenza come viene pilotata, se serve precisione quindi devi fare una sorta di PID per compensare l'inerzia termica o basta una bella scaldata quindi una bella pastiglia termica della giusta gradazione.
    I posizionamenti meccanici immagino che li trovi da solo, per il codice alla fine in rete uno spunto lo trovi di sicuro.
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  3. #3

    Iscritto dal
    20/10/2011
    LocalitÓ
    Now in Padua province
    Messaggi
    670
    Ritorniamo sull'argomento.
    Ho questo mosfet giÓ predisposto per ingressi e uscite, il connettore bianco dovrebbe essere quello che controlla accensione e spegnimento
    circuito "riscaldatore"-mosfet_module_resized.jpg
    Lo alimento con questo, uno switching 12V 180W
    circuito "riscaldatore"-150w-power-supply_resized.jpg
    Il termistore Ŕ un NTC 3950 100K, cos' c'Ŕ scritto sulla confezione . In teoria mi manca solo la logica di controllo, tipo un Arduino nano o simile (se avete consigli) sul quale collegare la sonda e dire al mosfet di accendersi e spegnersi.

    Dimenticavo di dire, anche l'altra volta, che la temperatura che la cartuccia deve raggiungere Ŕ diversa per tipo di materiale e avrei bisogno di sapere (anche tramite un semplice led) quando la raggiunge. e sopratutto come impostarla. Anche se dovessi ricaricare il programma ogni volta per modificare la temp di riferimento andrebbe bene.
    Ultima modifica: 28-02-2019 alle 11:20, di tech4all

  4. #4

    Iscritto dal
    13/12/2011
    LocalitÓ
    Salento!
    Messaggi
    6,762
    Quote Originariamente inviato da tech4all Visualizza il messaggio
    Ritorniamo sull'argomento.
    Ho questo mosfet giÓ predisposto per ingressi e uscite, il connettore bianco dovrebbe essere quello che controlla accensione e spegnimento
    Allegato 47502
    Lo alimento con questo, uno switching 12V 180W
    Allegato 47503
    Il termistore Ŕ un NTC 3950 100K, cos' c'Ŕ scritto sulla confezione . In teoria mi manca solo la logica di controllo, tipo un Arduino nano o simile (se avete consigli) sul quale collegare la sonda e dire al mosfet di accendersi e spegnersi.

    Dimenticavo di dire, anche l'altra volta, che la temperatura che la cartuccia deve raggiungere Ŕ diversa per tipo di materiale e avrei bisogno di sapere (anche tramite un semplice led) quando la raggiunge. e sopratutto come impostarla. Anche se dovessi ricaricare il programma ogni volta per modificare la temp di riferimento andrebbe bene.
    Con arduino Ŕ molto facile fare quello che chiedi.
    Quante soglie diverse devi gestire? se sono poche ti basta uno di quei cosini con 8 microswitch ed avresti 254 combinazioni utilizzando 8 io digitali

  5. #5

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    5,373
    "arduino ntc and heater"

    https://www.hackster.io/salhar1/mini-thermostat-e732ed


    ed altri .......

    nel link in oggetto per esempio la resistenza ti serve da 100k invece che da 10k dato che il tuo NTC Ŕ da 100k

  6. #6

    Iscritto dal
    20/10/2011
    LocalitÓ
    Now in Padua province
    Messaggi
    670
    Quote Originariamente inviato da xam8re Visualizza il messaggio
    Con arduino Ŕ molto facile fare quello che chiedi.
    Quante soglie diverse devi gestire? se sono poche ti basta uno di quei cosini con 8 microswitch ed avresti 254 combinazioni utilizzando 8 io digitali
    Ne devo gestire 4 ma sto considerando che per le operazione di pulizia in effetti ne servono solo 2, i diversi materiali diventano viscosi a temperature quasi simili, a me basta che lo siano quel tanto per poterli rimuovere.

  7. #7

    Iscritto dal
    13/12/2011
    LocalitÓ
    Salento!
    Messaggi
    6,762
    Quote Originariamente inviato da tech4all Visualizza il messaggio
    Ne devo gestire 4 ma sto considerando che per le operazione di pulizia in effetti ne servono solo 2, i diversi materiali diventano viscosi a temperature quasi simili, a me basta che lo siano quel tanto per poterli rimuovere.
    Quattro ti bastano 2 switch.

    Inviato dal mio gatto utilizzando Tapatalk


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 07:28.