+ Rispondi
Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 30
  1. #1

    Iscritto dal
    10/03/2012
    Messaggi
    15

    Perchè questi led si accendono?

    Salve a tutti, ho un problema a capire questo circuito:

    Mi è stato detto che la corrente uscente dall'emettitore (Iamp) del transitor è "amplificata" e in grado di pilotare questi led.
    Domanda 1: perchè?

    Mi è anche stato detto che se il segnale In è alto allora i led LED0 e LED2 sono accesi.
    Domanda 2: è vero? Perchè?

    Ho sempre lavorato con transistor che pilotavano circuito tramite il collettore, non capisco perchè questo sia stato fatto così e perchè funzioni.

    Grazie.

  2. #2
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,760
    In quella configurazione,premetto che sono perito elettrotecnico,il transistor amplifica in corrente in funzione del suo guadagno,immaginiamo che quel bjt abbia hfe 100 quindi occorre fornire almeno 1/100 della corrente erogata dal bjt stesso,senza dimenticare che quest'ultimo non amplifica in tensione quindi se fornisco una certa tensione alla base,questa stessa la ritrovo in uscita.
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  3. #3

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    5,404
    quel circuito è tendenzialmente errato. ci andrebbe un pnp in quel posto usando un pilotaggio classico.

    se cerchi "transistor as switch" trovi tutto quello che ti interessa.

    il fatto che accenda i led può benissimo essere, vale sempre la relazione Ie = Ib(1 + HFE). quasi sicuramente quel transistor si troverà a lavorare in una zona lineare. finchè si parla di poca corrente non hai nessun problema, quando cominci a pilotare carichi importanti vedi subito che quello schema non è adeguato. IMHO chi ha fatto quello schema ha pensato di poter utilizzare un emitter follower anche in regime continuo, quando in realtà si usa con rete di polarizzazione e in regime alternato

  4. #4

    Iscritto dal
    10/03/2012
    Messaggi
    15
    Grazie delle risposte.
    Beppe quel circuito è estrapolato da questo:

    Dove si usano quei transitor per pilotare righe di led (quindi anche carichi elevati).
    Però non capisco, se su In il segnale è alto (5V) allora l'emettitore pilota i led con 5-0,7=4,3V, giusto?

    In rete ci sono infiniti schemi di pilotaggio di matrici di led fatti in questo modo. Perchè si usano questi invece che i pnp a pilotaggio classico?

  5. #5
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,760
    Se usi un PNP devi mandare un GND per mandarlo in conduzione,ovvero logica inversa,probabilmente l'uscita è già alta quando i led dev'essere acceso.
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  6. #6

    Iscritto dal
    03/12/2011
    Messaggi
    56
    Quel circuito funziona e non serve neanche la resistenza di base, anzi meglio toglierla.
    La tensione che dai sulla base te la ritrovi sull' emettitore meno 0,6V. Naturalmente lavora in zona lineare quindi dissipa di più il transistor. Credo che nelle intenzioni dell' autore ci fosse quella di variare la luminosità dei LED, in quanto dipende direttamente dalla tensione che si invia sulla base (naturalmente vanno calcolati i limiti).
    I hear Jerusalem bells are ringing
    Roman Cavalry choirs are singing

    --Viva la vida-- Coldplay
    http://thermidor.altervista.org

  7. #7

    Iscritto dal
    10/03/2012
    Messaggi
    15
    Ottimo, grazie.
    Quindi posto che il transistor serve solo per dare corrente per il carico, vorrei capire il circuito a valle dei led.
    Ho trovato queste due varianti:

    Il led si accendono (in entrambi i circuiti) quando il segnale A vale '1', giusto?
    Che differenza c'è nelle due soluzioni?

  8. #8

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,393
    Che la prima è più 'pulita' e ti permette di pilotare virtualmente qualsiasi carico, che assorba 10mA o 100A, ovviamente cambiando transistor.

    Usare una porta logica (che alla fine, comunque, altro non è che alcuni transistor inglobati in un circuito integrato) per accendere un led è un pò tanto una minchiata, a questo punto tanto varrebbe collegare direttamente il led ad "A" - qualunque cosa sia A.

    E' una soluzione che può andar bene solo quando hai paura che eventuali guasti possano danneggiare "A" e devi aggiungere un solo led, ad esempio per monitorare uno status.

    Se, per capirci, A è la porta di un PIC, fino a che si tratta di un solo led va benone, sei ampiamente entro i limiti della corrente massima che può erogare il componente.

    Se al posto di un led ce ne metti due, cinque o venti, è d'obbligo usare un transistor.


    OT, ma con cosa disegni gli schemi? Ho visto altri schemi disegnati con quel software, ma non ho mai capito quale software sia.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  9. #9

    Iscritto dal
    10/03/2012
    Messaggi
    15
    Gli schemi sono fatti con Altium Designer.

    Ma siete sicuri che funionino allo stesso modo? Ovvero mettendo a '1' il segnale 'A' si ottenga 0 sul catodo del led in entrambi i casi?

    Comunque come ho postato più su si tratta di una matrice di led, quindi i led che ci sono per "colonna" sono diversi, dai 5 ai 7.
    Il segnale A sarà l'uscita di un pic, al massimo passata attraverso qualche porta logica per eventuali altri utilizzi.

    Riguardo questa frase:
    Quote Originariamente inviato da Darlington Visualizza il messaggio
    Se, per capirci, A è la porta di un PIC, fino a che si tratta di un solo led va benone, sei ampiamente entro i limiti della corrente massima che può erogare il componente.
    "La corrente massima che può erogare il componente" è riferita al LED,giusto?
    Perchè per come è disegnato il circuito la porta A deve essere in grado di assorbire corrente, non erogarla.

  10. #10

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    5,404
    Quote Originariamente inviato da thermidor Visualizza il messaggio
    Quel circuito funziona e non serve neanche la resistenza di base, anzi meglio toglierla.
    mah, io non userei mai un BJT senza resistenza di base


    Quote Originariamente inviato da thermidor Visualizza il messaggio
    La tensione che dai sulla base te la ritrovi sull' emettitore meno 0,6V.
    questo non è determinabile a prescindere ma dipende dalla configurazione del carico ---> punto di lavoro del transistor


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 04:06.