+ Rispondi
Pagina 1 di 8 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 76
  1. #1
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269

    Progetto 'Inseguitore Solare'

    Salve ragazzi, eccomi da queste parti, con un piccolo progettino, è arrivata anche la mia ora (finalmente) del famoso "esame di stato" e già da un po' ho pensato di portare come progetto integrante della "tesina" un modellino di inseguitore solare polare ad un asse ( Asse Polare da Wiki: Gli inseguitori ad asse polare si muovono su un unico asse inclinato rispetto al suolo e circa parallelo all'asse di rotazione terrestre. Tale asse è simile a quello attorno al quale il sole disegna la propria traiettoria nel cielo. L'asse è simile ma non uguale a causa delle variazioni dell'altezza della traiettoria del sole rispetto al suolo nelle varie stagioni. Questo sistema di rotazione del pannello attorno ad un solo asse riesce quindi a tenere il pannello circa perpendicolare al sole durante tutto l'arco della giornata (sempre trascurando le oscillazioni estate-inverno della traiettoria del sole) e dà la massima efficienza che si possa ottenere con un solo asse di rotazione. )

    Sostanzialmente tutto il sistema si basa su una struttura inclinata ( circa 30-40°) con un piano girevole guidato da un'attuatore, qualcosa che sia il modello di questo:


    Ora, il circuito pilota è stato pensato in tutte le salse possibili, io sto cercando di progettarlo (se mi passate il termine ) con un amplificatore operazionale in configurazione 'differenziale' pilotato dal segnale generato da due fotodiodi vincolati alla struttura del pannello fotovoltaico (ebbene si, metterò anche un piccolo pannello, già è a casa, 5x7 cm ), infine l'opamp piloterebbe tramite un transistor npn e pnp il piccolo attuatore (ci saranno anche due sensori di finecorsa).
    Dopo aver più o meno simulato il semplice circuito, sono passato alla breadboard, e qui non sono cacchio di venirne a capo, e cioè, tentando ad esempio ad inviare una tensione uguale sui due ingressi, in uscita non ottengo neanche lontanamente lo 'zero' o comunque altre cose anomale..
    Intanto questo è lo schema che ho utilizzato per la simulazione

    Progetto 'Inseguitore Solare'-insol.jpg

    ovviamente al posto dei leds ho messo due generatori di tensione che regolavo per simulare le tensioni di ingresso, e sul simulatore, senza una piega..
    ho utilizzato per l'ingresso (su breadboard) resistenze d'ingresso di 10k, 1k, 500Ohm, cercando di aumentare l'amplificazione, data la bassa tensione emessa dai diodi quando illuminati, ma non c'è stato verso.. ho provato ad alimentarlo in duale con +12 e -12 e in singola con due resistenze da 10k per creare un punto di massa fittizia, e niente da fare..

    Cominciando, secondo voi i led possono essere posti in ingresso direttamente così o hanno bisogno di amplificazioni ulteriori od altri componenti?
    Sperando di riuscire nell'impresa
    Grazie Ragazzi

  2. #2

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    che spettacolo, grazie per averlo condiviso con noi!!

  3. #3

    Iscritto dal
    03/12/2011
    Messaggi
    56
    Led? Magari saranno fotodiodi o fototransistor.
    I hear Jerusalem bells are ringing
    Roman Cavalry choirs are singing

    --Viva la vida-- Coldplay
    http://thermidor.altervista.org

  4. #4

    Iscritto dal
    27/09/2011
    Messaggi
    2,095
    Avevo fatto lo stesso progetto per la maturità

    Un inseguitore cone due pannellini da 1W l'uno, due fotodiodi ed una scheda di controllo ed acquisizione dati gestita da pic, un lcd per visualizzare i dati e la possibilità di leggerli tramite seriale

    Un consiglio: le cose che si muovono fanno colpo sulle commissioni d'esame. Sembra stupido ma è così

  5. #5

    Iscritto dal
    12/02/2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    174
    Purtroppo la mia elettronica analogica è molto, molto, molto arrugginita e non posso esserti d'aiuto.
    Mi ricordo di un progetto di molti anni fa che prevedeva l'uso di una fotoresistenza piazzata in fondo ad un tubetto in modo che la luce ambiente non influenzasse quella solare che stimolava il sensore.
    Camillo

    Se hai un'amico immaginario, dicono che sei pazzo; invece, se in tanti hanno lo stesso amico immaginario, è religione.
    Anonimo

  6. #6
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,760
    Giusto,fototransistor o fotodiodi,con i led ci fai poco,anche in simulazione.
    Poi alla sera sarà tutto ad ovest,la notte glielo dici tu di predisporsi ad est?
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  7. #7
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Oh grazie delle risposte gente^^ mi fa piacere ci sia interesse .. allora buttiamo giù qualche altra riga..
    allora ovviamente i due led sono fotodiodi, solo che in multisim non ne ho trovati, per questo ho piazzato due led (ma solo nello schema che ho dato a voi, quando ho simulato ho utilizzato come detto su due generatori per simulare le ddp ) ...poi.. come dice Camillio i fotodiodi verranno affiancati parallelamente separati da una lamella di qualcosa ( :P ) in modo da creare una zona d'ombra da una o dall'altra parte del 'sensore', quando questo sarà perpendicolare all'asse solare sui due fotodiodi sarà generata una tensione pressochè uguale in modo che all'uscita del differenziale la tensione sia nulla e il sistema stia fermo.
    Ho anche pensato alla soluzione di Matteo, e cioè utilizzare un pic con due ADC per il segnale dei fotodiodi e poi avere più possibilità di personalizzazione (tipo un lcd con dati vari, quello che giustamente diceva ciskopa, cioè il set di default ad est) sono abbastanza pratico di programmazione e pic, solo che dovrei capire come utilizzare l'adc interno di un pic, come con un'uscita (o più di una) pilotare il motore, e queste piccole cosette qua.

    Mi ritrovo un bel giocattolino, un 18F2520, 13 input A/D, rs-232, rs-485, 4 uscite PWM (potrei controllare il motore con queste) ...insomma, il materiale c'è, sono solo un po' "impedito" ad usare i moduli interni del pic, domani sapete che faccio? inizio a buttar giù un po' di codice, perchè riflettendoci, è più espandibile la strada del pic, ha molte cose carine.. mi servirebbe solo da parte vostra una mano ad usare le varie interfacce pwm, a/d del pic e qualche altro piccolo intoppo ... Domani.. A Lavoro!!! ..

    Notte Raga e grazie

  8. #8
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,760
    Senza esagerare,oltretutto hai detto che non sei perfettamente in grado di far comunicare i moduli.
    2 input AD e 2uscite digitali bastano e avanzano. All'interno del pic si fa la comparazione e un uscita temporizzata a cadenza.
    O destra o sinistra a seconda della posizione del sole.Il motore del posizionatore lo alimenti per 1 secondo e resti in attesa per una decina,ad esempio.
    Sempre poi attivando un timer che parte quando i 2 diodi vedono il buio,se questo buio dura più di x minuti si suppone sia notte e sarebbe il caso di tornare ad est.
    Semplice no? Forse anche un 16F basta avanza ...
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  9. #9
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Ok, con le due uscite digitali controllerei un ponte ad H, dovrei utilizzare però anche due switch per stoppare il motore al finecorsa dell'asse in entrambi i versi, quindi aggiungiamo altri 2 ingressi digitali (potremmo anche utilizzarne solo 1, ma non ho la necessità di "stringermi" )..lo schema a blocchi del programma lo hai fatto tu e sostanzialmente è quello, molto semplice, al limite faccio così, se riesco a completare in poco tempo lo integro con qualche altro sistemino di controllo.. dici tu mi conviene utilizzare un 16F? a casa ho solo dei 16F84A oltre all'altro, ma mi pare non contengano moduli a/d , altrimenti dovrei ordinarli..

    EDIT: Potrei tipo prendere un 16F628, il pin compatible del 84A

  10. #10

    Iscritto dal
    12/02/2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    174
    Se hai in casa un 18F usa quello, così lo programmi in C. Con un 16F sei quasi obbligato ad usare l'assembly e l'84 è proprio scarso.

    Quando è nuvolo che fine fa l'aggeggio? riesce comunque a capire dov'è la più alta luminosità?
    Forse è il caso di aggiungere un'orologio che in mancanza di indicazioni solari faccia porre l'aggeggio più o meno dove si dovrebbe trovare il sole.
    Camillo

    Se hai un'amico immaginario, dicono che sei pazzo; invece, se in tanti hanno lo stesso amico immaginario, è religione.
    Anonimo


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 8 1 2 3 ... UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 00:44.