+ Rispondi
Risultati da 1 a 4 su 4
  1. #1

    Iscritto dal
    02/10/2012
    Messaggi
    65

    condensatori pilotati a mosfet

    ciao a tutti e grazie a chi mi risponderà! allora il mio problema è questo: vorrei pilotare un motore dc (quelli d'avviamento degli scooter, 150W di targa) con un alimentatore atx. non una batteria, proprio un alimentatore e non lineare ma atx perchè stupidamente ce l'ho già! il problema è che lo spunto del motore manda subito in protezione l'alim. avete soluzioni? io pensavo di mettere all'uscita un banco di condensatori per aiutarlo a reggere lo spunto; pensandoci però, vorrei evitare che anche il banco capacitivo mandi in protezione l'alim. quindi pensavo di inserire i condensatori uno alla volta. e qui sorge il quesito: volevo evitare di inserire i condensatori con dei relè, come ho visto in giro per internet, pensavo piuttosto ad usare dei mosfet come interruttori. cosa ne pensate? è fattibile??

  2. #2

    Iscritto dal
    27/09/2011
    Messaggi
    2,095
    solitamente si usa limitare la corrente di spunto del condensatore con un resistore di adeguato valore, che viene poi cortocircuitato da un relè trascorso un certo tempo o raggiunta una certa tensione sul condensatore stesso.

    Ad ogni modo temo che per garantire la corrente di spunto necessaria a quel motore ci vogliano condensatori belli grossi e in grado di erogare forti correnti
    Si potrebbe provare a mettere un modulatore PWM all'uscita dell'alim che alimenti il motore con duty cicle crescente fino a raggiungere il 100%, ma è da collaudare.

    Oppure usare un altro tipo di motore, quei motori non sono il massimo per via dell'elevata corrente assorbita, dipende dall'applicazione che ti serve.

    Ciao


    edit: ricorda che gli atx non gradiscono carichi molto sbilanciati

  3. #3

    Iscritto dal
    02/10/2012
    Messaggi
    65
    anch'io avevo pensato ad un pwm, ma non dovrebbe dare lo stesso problema? nel senso chesi controlla il duty, ma appena attaccato il motore, lo spunto (e quindi la corrente parzializzata) non dovrebbe rmanere uguale? avevo pensato ad un generatore di corrente costante da agganciare solo all'inizio, ma mi sembra un macello come soluzione... e volevo tenere questo motore sia per motivi economici (ce l'ho già) sia perchè ha una buona coppia...

  4. #4

    Iscritto dal
    27/09/2011
    Messaggi
    2,095
    Il pwm non dovrebbe darti problemi poiché se parti con un duty cicle basso la corrente nell'induttore non arriva al valore massimo (ricordo che con carico induttivo la corrente è sfasata in ritardo rispetto alla tensione)... ovviamente dovrai usare componenti di potenza adeguata (mosfet o igbt a bassa tensione ed alta corrente).
    Ciò farà anche da soft start e ti evita la coppia improvvisa che avresti con i condensatori.
    Vedi te quale soluzione ti conviene di più


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 08:55.