+ Rispondi
Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 12
  1. #1
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless

    Signore e signori, è arrivata. Anche in anticipo sul tempo previsto. E da oggi, a fianco della D850 e della DVX-200, lavorerà una bella Nikon Z6 con adattatore FTZ (per utilizzarci sopra le ottiche per F-Mount). In seguito, se il sistema mi piacerà, vedrò di acquistare almeno un prime luminoso dedicato al bocchettone Z, che è PAZZESCO, ma per ora va benissimo così.

    Dunque, cominciamo...
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  2. #2
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188

    Unboxing

    Il kit arriva in una scatolotta bella ed elegante, nera con base gialla sfumata.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141422-copia-.jpg

    Sui fianchi, da una parte i codici a barre, dall'altra, il contenuto "macroscopico" della confezione. Sul retro, invece, sono indicati gli accessori inclusi (solo testualmente).

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141436-copia-.jpg

    In bella vista, l'adesivo Nital che palesa i 4 anni di garanzia

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141526-copia-.jpg

    Ed ora il momento emozionante... fa sempre venire i brividi scoprire la compagna di lavoro del futuro...

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141659-copia-.jpg

    All'interno della scatola del kit, le due scatole separate di macchina e adattatore FTZ

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141718-copia-.jpg

    Il packaging della serie Z è molto diverso rispetto al classico layout Nikon DSLR (nel quale predomina l'oro), ma non è meno elegante

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141801-copia-.jpg

    Sul fronte delle scatole, a sigillo di garanzia, il codice univoco Nikon/Nital (modello gratta e vinci!) e tutte le istruzioni per l'iscrizione della macchina al sistema Nital. Ovviamente, essendo io NPS, ho iscritto macchina e adattatore anche a questo database

    All'interno delle scatole, l'adattatore con le relative istruzioni e, nella scatola della fotocamera, prima il sottotappo con la manualistica ben ordinata e, sotto, la macchina ben imballata e la scatola per gli accessori (non ho fatto la foto, ma contiene: la cinghia a tracolla, la batteria EN-EL15b, che si può caricare anche via USB, il cavo USB 3 Type-C ed un supporto in plastica per migliorare la stabilità della connessione dei cavi alla macchina)

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_141917-copia-.jpg Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142135-copia-.jpg Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142200-copia-.jpg

    Ora però viene il bello...
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  3. #3
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188

    L'Anello FTZ

    Il sistema Nikon Z innova il mondo della fotografia integrando su una fotocamera mirrorless Full Frame un bocchettone di ben 55 mm di diametro (contro quello del sistema F-Mount, tipico delle reflex Nikon di 46 mm).

    Il nuovo tiraggio (distanza tra punto di attacco delle ottiche e sensore) ha richiesto l'ideazione di nuove ottiche a "culatta" corta e di grande diametro; però, chi mastica Nikon da una vita, ha, di solito, una lunga serie di lenti dedicate al sistema DSLR (F-Mount). Per questo, hanno inventato e sviluppato insieme alla macchina un adattatore che aumenta il tiraggio e permette il montaggio delle ottiche F-Mount.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142006-copia-.jpg

    Questo aggeggino consente di installare e mantenere intatte le funzionalità delle ottiche, e permette di non perdere funzioni tipo autofocus o misurazione Matrix 3D. Ovviamente, da una parte ha l'apertura adeguata per la Z-Mount e dall'altra quella per F-Mount...

    Il lato inferiore dell'adattatore presenta un foro per una piastra da cavalletto o da cinghia.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142038-copia-.jpg

    Ora un piccolo ragionamento sul nuovo sistema e su questo adattatore. Al momento, ho installato sulla macchina il 24-70 f/2.8, stabilizzato. Problemi di messa a fuoco? Nessuna. Anche la funzionalità EYE-AF, disponibile con il firmware 2.00 (appena installato), funziona perfettamente. Devo capire se e come si può impostare in combinazione lo stabilizzatore su sensore con quello in ottica... in rete, ho trovato che, pur essendo il sensore stabilizzato sui 5 assi, tale stabilizzazione da il meglio di se con le ottiche Z (mi sembra anche giusto...), mentre con le ottiche adattate lo stabilizzatore su sensore funziona a metà, delegando il resto al sistema VR sulla lente. Devo fare delle prove, ma posso già dire che le immagini risultano molto stabili già in basse luci... ma vedremo più avanti... andiamo ora a visionare il corpo macchina...
    Ultima modifica: 09-07-2019 alle 14:47, di grumble
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  4. #4
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188
    Dalla scatola grande, ecco saltare fuori un... beh, posso dirlo? Un gioiellino.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142303-copia-.jpg

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142337-copia-.jpg

    Al primo impatto, ricorda forse più una serie vintage (tipo la Df ) piuttosto che una DSLR. Il frontale è dominato dal bocchettone enorme (per chi, come me, è abituato a DSLR). Accanto al bocchettone, sulla destra, due pulsanti funzione, mentre a sinistra si trova il pulsante di sgancio dell'ottica (o dell'adattatore). L'illuminatore AF si trova a sinistra in alto, diversamente dalle DSLR Nikon che lo hanno a destra, tra l'obiettivo e l'area di grip. Un'altra differenza? Impostando la macchina per l'autofocus anche in condizioni di scarsissima luminosità, emette un forte fascio di luce verde. Devo vedere se questa luce varia al variare delle impostazioni. Sul fronte destro della macchina, nella zona del grip, la ghiera secondaria (diaframmi, nel mio caso).

    Il lato sinistro del corpo macchina è dominato dall'area connettori (cuffie, microfono esterno, USB, HDMI, remote control) e porta i loghi della connettività; il fianco destro, invece, presenta il grip per la mano che scatta, nel quale è ricavato il vano per la scheda di memoria XQD (porta una sola scheda... la cosa mi piace poco, ma tant'è).

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142351-copia-.jpg Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142409-copia-.jpg

    Lo sportellino del vano scheda presenta una specie di pinna rivolta posteriormente. A prima vista, mi ha spaventato: mi ha dato l'idea di scomoda nelle lunghe sessioni di lavoro. Tenendo però in mano la macchina per un'oretta, il tempo di familiarizzarci, e l'ho trovata un ottimo appoggio, soprattutto per il fatto che il corpo macchina non è enorme...

    Sul retro della macchina, il monitor touch e tiltabile (con un sistema molto più comodo e fluido di quello montato su D850). Ho subito applicato al vetro un vetro temperato preso all'uopo, per evitare di graffiare o sciupare l'originale. Il mirino elettronico è di dimensioni oltremodo generose e presenta sulla parte alta un sensore di prossimità: quando si avvicina l'occhio al mirino, lo schermo si spegne.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142400-copia-.jpg

    Lo schermo è touch, e permette di puntare la messa a fuoco con il dito (comodo, soprattutto lato video), ma anche di scattare rilasciando la pressione (ancora non mi piace, questo sistema... ce l'ha anche D850, ma mi fa montare il nervoso ).

    Sulla destra, troviamo la ghiera primaria (tempi di scatto, ma anche ISO quando si preme il relativo pulsante), il blocco dell'AF, il tasto per impostare la modalità di visualizzazione a schermo (normale, orizzonte, dati di scatto, istogramma...) integrato nel selettore modalità foto/video; quindi vediamo la regolazione diottrica del mirino e, dalla parte opposta, il tasto per impostare la modalità monitor/mirino (solo monitor, solo mirino, sensore di prossimità). Sotto, il joystick, il tasto informazioni (che permette anche di andare ad impostare a video la macchina), il selettore a ruota con il tasto OK in mezzo, tipico di Nikon, e, sotto, i tasti per lo zoom delle foto, per entrare nel menù e per il bracketing. Il numero dei tasti disponibili è inferiore rispetto a DSLR... probabilmente molte più funzioni sono richiamabili direttamente a video...

    Muovendoci ancora alla sinistra del mirino, troviamo i tasti per cancellare le foto e per visualizzare la galleria. Sopra, la ghiera di impostazione modalità di scatto. Rispetto a reflex, ha una modalità completamente automatica (il "verde"), P, S, A, M e ben 3 posizioni "USER". Trovo che avere delle funzioni impostabili su questa ghiera sia fondamentale: spesso, facendo matrimoni, ci troviamo in situazioni di forte luce e subito dopo di controluce e poi ancora di semibuio. Poter impostare prima la macchina e salvare tali impostazioni per richiamarle al volo è una comodità mica da poco...

    La ghiera appena descritta la si vede bene nello scatto dal sopra...

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142420-copia-.jpg

    ... dove notiamo subito la presenza del piccolo display OLED che va a sostituire il monitor LCD presente sulle DSLR. Elegante quando è acceso, con scritte bianche su fondo nero.

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_161058-copia-.jpg

    In questo pannellino una cosa mi ci manca: l'esposimetro, che è ben visibile dentro il mirino o sul monitor posteriore, ma... ecco... lì mi ci manca proprio... avete mai fatto street photography? Alle volte non avete il tempo per guardare in macchina... impostate lo scatto leggendo l'esposimetro sul monitor superiore e cercate di ottenere lo scatto "figo" pur senza guardare...

    Veniamo ora all'ergonomia. Nonostante sia più piccola di una reflex, non la si tiene male in mano (scusatemi lo scatto da "togato", ma è troppo caldo, nel lightbox non ci entro )

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-20190709_142810-copia-.jpg

    Io non ho propriamente delle mani piccole e delicate come quelle di un pianista (beh, sono stato chitarrista... ), e comunque trovo un buon appoggio sul grip. Mi rimane fuori il mignolo, ma... credo sia solo questione di farci la mano. Con l'ottica installata, il suddetto 24-70, sembra quasi che la macchina non ci sia... e invece c'è, e scatta pure, e bene!

    Una nota di merito per Nikon: beh, voi direte che sono di parte, ma chi mi conosce sa quanto io sia sportivo... il mirino elettronico... mammamiacheroba. E io che temevo avesse lag, falsi colori, e che desse noia il fatto di vedere la foto finita. Il lag è pressoché inesistente, i colori sono belli e nitidi, e si vede benissimo il punto di messa a fuoco (attenzione: sulla bella D850 il punto si vede male... cara Nikon, hai toppicchiato...). Inoltre, non si nota alcun freeze dopo lo scatto (mentre, ad esempio, con Canon R è evidentissimo e fastidioso). Devo ancora provare la raffica (dicono che con lo scatto a raffica si vede soltanto il primo scatto e poi il buio... proverò. Io non sono un fan degli scatti a raffica, ma son curioso, quindi la prossima ballerina la raffico io ). Per il discorso della foto finita, si può impostare il mirino elettronico come fosse quello ottico, e la poesia del fare la foto pensata rimane.

    Lato video non l'ho ancora provata. Mi riservo alcuni post per metter su qualche scatto e qualche comparativa... ora ho un impegno inderogabile e devo metter via tutto... spero sia stato un unboxing ed una prima presa di contatto interessante... ad maiora, fotografi!!!
    Ultima modifica: 09-07-2019 alle 15:35, di grumble
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  5. #5
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188

    Le prime immagini

    Il tempo è stato poco, ma la voglia di provare la macchina è stata notevole... sinceramente? Non pensavo di avere istantaneamente feeling con il nuovo sistema, e invece... è più che familiare. Non ho ancora fatto comparative, ma la qualità di immagine è notevole. L'eye focus fa paura! Ho fatto anche un secondo di video, ma troppo poco per valutare.

    Come detto, la macchina ha una sola scheda (ahi ahi), peraltro XQD (cara come un rene). Qui salva il .nef, il .jpg e i video. Questo vuol dire che, nei lavori "misti", si ha poco spazio per tutto, pur avendo a disposizione una scheda da 120 Gb. Certo, non spara file grossi come la D850, ma nemmeno caccolette da 2 mega... . Però, si ha subito e senza tanti giri di parole un buon raffronto tra il jpg sviluppato dalla macchina (firmware 2.00) e il .nef da sviluppare. E qui abbiamo una bella sorpresa: quando si importa il .nef in ACR (ultima versione almeno), finalmente viene correttamente letto il codice macchina e vengono applicati automaticamente una base di sviluppo con un profilo tutto suo (camera standard 2.0) e, soprattutto, i parametri di dettaglio e noise reduction. Certo, quando si deve/vuole lavorare di fino serve l'intervento umano, ma... se uno ha un sacco di file da sviluppare... un aiutino mica fa male!

    La resa cromatica sia del jpg (in AdobeRGB) che del .nef è veramente buona, e la gamma dinamica regge bene al salire degli iso.

    Veniamo ai primi scatti, senza pretesa alcuna, in situazione (semi) reale. Ho bisogno di calma e di casa libera e tranquilla per fare qualche comparativa stile lab... per ora ci accontentiamo, eh?

    Bokeh nel verde

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-_dsc0028-1-copia-.jpg

    NEF da Nikon Z6 + FTZ, Nikon AF-S Nikkor 24-70mm f/2.8 E ED VR @ 46mm f/2.8, ISO 500, 1/160 sec, mano libera, fuoco automatico sulla cordicella, profilo colore di scatto e sviluppo AdobeRGB, sviluppo in ACR 11.x

    Cestini in fuga

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-_dsc0039-1-copia-.jpg

    NEF da Nikon Z6 + FTZ, Nikon AF-S Nikkor 24-70mm f/2.8 E ED VR @ 70mm f/2.8, ISO 3200, 1/160 sec, mano libera, fuoco automatico sul primo cestino, profilo colore di scatto e sviluppo AdobeRGB, sviluppo in ACR 11.x

    Il Vecchio Lampadario (CROP al 100%)

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-annotazione-2019-07-09-235912.jpg

    NEF da Nikon Z6 + FTZ, Nikon AF-S Nikkor 24-70mm f/2.8 E ED VR @ 70mm f/2.8, ISO 51200, 1/60 sec, mano libera, fuoco automatico sulla lampada, profilo colore di scatto e sviluppo AdobeRGB, sviluppo in ACR 11.x. Nella stanza era BUIO PESTO, filtrava solo un lieve raggio di luce dalla porta dietro al lampadario.

    Il Vecchio Lampadario (CROP al 100%)

    Z6+FTZ Adapter - La mia prima Mirrorless-annotazione-2019-07-10-000007.jpg

    JPG da Nikon Z6 + FTZ, Nikon AF-S Nikkor 24-70mm f/2.8 E ED VR @ 70mm f/2.8, ISO 51200, 1/60 sec, mano libera, fuoco automatico sulla lampada, profilo colore di scatto e sviluppo AdobeRGB, sviluppo in ACR 11.x. Nella stanza era BUIO PESTO, filtrava solo un lieve raggio di luce dalla porta dietro al lampadario. È la stessa foto dell'immagine precedente in versione jpg, con le varie ottimizzazioni fatte dalla macchina. Non male, anche se ACR permette di gestire meglio dettaglio e rumore.

    Certo, a 51200 ISO non si può pretendere la luna, ma le foto rimangono utilizzabili, almeno in certi ambiti. Andrà provata in situazioni limite, ma per il momento sono un felice possessore di Z6...
    Ultima modifica: 09-07-2019 alle 23:24, di grumble
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  6. #6
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188

    Prime esperienze lavorative

    Scrivo solo due righe per descrivervi la prima esperienza lavorativa con mirrorless. Tanto per cambiare, ballerine, ma ballerine di diverse tipologie di danza.

    La macchina ha un autofocus fantastico. Se si ha una persona sola da seguire, AF-C (che sta per autofocus continuo) e inseguimento 3D, e non sbagliate uno scatto. Se le persone da seguire sono più di una, attenzione: la macchina seguirà quella che avete agganciato per prima, quindi l'altra potrà essere fuori fuoco. In questo caso, preferisco usare sempre AF-C ma a gruppo. Anche se l'ottica non è una serie Z, che ha la prerogativa del sistema multifocus point, l'autofocus è veramente veloce e preciso anche in condizioni di scarsa luminosità o, peggio, di controluce pazzeschi.

    Se si usa AF-S (autofocus singolo), la macchina aggancia l'occhio della persona ritratta e il risultato è veramente notevole.

    Resa cromatica: nel caso del lavoro di ieri e di oggi, fa poco testo: ero in un interno con luce artificiale "particolare", ed ho dovuto usare il flash di rimbalzo per contrastare i forti controluce da finestroni e quindi ridurre al minimo i "visi in ombra". Il risultato è comunque bello, ma il flash "spiana" tutto. Era comunque l'unico mezzo per portare a casa scatti buoni.

    Tenuta Alti ISO: beh, che dire? Ti permette di osare.

    Ergonomia: si conferma molto buona. Non stanca. I bottoni stanno dove devono stare ed anche il sistema di comando touch è ben studiato.

    La nota dolente c'è? Si. Ed è quella che mi aspettavo. Per quanto il lag nel mirino non risulti percepibile (anche se quando si scatta in sequenza stretta, non necessariamente in raffica), si ha un leggero ritardo tra la volontà di scattare e la cattura dell'immagine. Questo è dovuto al modo in cui vediamo l'immagine nel mirino... e, per questo, la macchina necessita di un modo diverso di scattare rispetto a quello che si fa con reflex. Mi spiego meglio con un esempio:

    DSLR: nel mirino vedo una ballerina che sta per fare un salto. Preparo il fuoco, aspetto il salto e, nel momento della stasi (quel millisecondo in cui la ballerina sembra sospesa in aria), scatto. E nella foto lei rimane lì bellina che sembra volare.

    ML: nel mirino vedo una ballerina che sta per fare un salto. Preparo il fuoco, aspetto il salto e, nel momento della stasi (quel millisecondo in cui la ballerina sembra sospesa in aria), scatto. E nella foto trovo la ballerina che non è più in stasi ma è scesa di un "quid". Poca roba, ma comunque il ritardo c'è. Impercettibile se l'azione ritratta è lenta, fastidioso se l'azione è rapida.

    Come si risolve la cosa? Eh eh... adattandosi al futuro

    È necessario imparare a scattare in maniera leggermente diversa, anticipando i tempi e non aspettando il momento giusto. Con la raffica non si avrebbero problemi ma... che gusto c'è? A me piace fare uno scatto secco ed averlo buono, quindi... anticipare, anticipare ed anticipare. E, per farlo, bisogna conoscere, conoscere, conoscere. Per cui, sono un uomo felice

    Non posso ancora pubblicare le foto della giornata, ma vi metterò senza dubbio qualcosa.

    Ah, un'altra cosa debbo dirla: insieme alla Z6 ho lavorato con la D850+50mm f/1.4. Z6 è fantastica, ma D850 è sopraffina. Lo so, ho uno specchio nel cuore...

    Edit: ho provato a fare qualche spezzone di video. Avevo letto varie prove che la promuovono a pieni voti. Posso solo confermare. La resa cromatica (pur lavorando al volo in 2160/30 fps 8 bit) è bella da morire, nonostante la lente non sia una lente dedicata, è pressoché scomparso il "focus finding" tipico dei video fatti con reflex, il tracking funziona a meraviglia e, soprattutto, la stabilizzazione sul sensore, pur ridotta per via dell'obiettivo, accoppiata al VR della lente, fa un lavoro spettacolare!

    A breve dovrò andare a Firenze da un fornitore. Voglio vedere se ha già il 20 mm oppure il 35 mm f/1.8. Li voglio provare... dicono che con le sue lenti, Z dia il meglio di se...
    Ultima modifica: 13-07-2019 alle 02:23, di grumble
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  7. #7
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188
    riservato 5
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  8. #8

    Iscritto dal
    04/11/2011
    Località
    Svizzera-Ticino
    Messaggi
    1,839
    Bene bene sembra molto interessante e sembri soddisfatto dell'acquisto, questo è importante

    Domanda, mi potresti dare qualche dettaglio in più sulle nuove tipologie di Autofocus.
    Perchè la mia 60D mica mi aggancia la persona e me la tiene a fuoco, oppure mette a fuoco automaticamente sull'occhio della persona

  9. #9
    Fabbricante di Sogni
    Iscritto dal
    18/10/2011
    Località
    Torre del Lago Puccini
    Messaggi
    5,188
    Quote Originariamente inviato da Bambinz Visualizza il messaggio
    Bene bene sembra molto interessante e sembri soddisfatto dell'acquisto, questo è importante

    Domanda, mi potresti dare qualche dettaglio in più sulle nuove tipologie di Autofocus.
    Perchè la mia 60D mica mi aggancia la persona e me la tiene a fuoco, oppure mette a fuoco automaticamente sull'occhio della persona
    Dunque. Il sistema AF delle mirrorless Nikon (per ora Z6 e Z7) è un sistema ibrido: CDAF (contrast detect AF) e PDAF (phase detect AF). È un sistema che sta migliorando con il tempo, grazie alla crescita del firmware. Con l'ultima release, la 2.00, hanno aggiunto il riconoscimento e il focus sull'occhio. Devo dire che mi ha piacevolmente sorpreso... ma attenzione alle aperture... se mettete a fuoco l'occhio a 2.8, probabilmente avrete un bello sfuocato ovunque fuori che sul piano focale dell'occhio a fuoco . Nonostante funzioni e anche bene, si vede che deve maturare ancora. Alcuni parlano di problemini di front focus, sia con lenti dedicate che adattate. Farò un test con FoCal, appena avrò tempo, però io non ho notato grossi problemi. Comunque, anche se ci fossero, con Nikon è facilissimo creare dei profili di correzione MAF che entrano in gioco in automatico quando si aggancia una lente...

    L'AF può essere impostato in AF-S (autofocus singolo) o AF-C (continuo). Poi in entrambe le modalità ha varie impostazioni. In AF-C, ovviamente, se usi l'impostazione per selezionare i volti, lui li segue fino a che rimangono nel campo inquadrato. Anche se si muovono in avanti ed indietro. E pure se la lente è una adattata, e questo è veramente, veramente figo!

    Ora, io non ho una 60D, anche se ne ho letto velocemente il manuale. Ma credo che anche lei abbia la possibilità di impostare il fuoco continuo e di seguire, per quanto possibile, i soggetti. Anzi... riguardando il manuale, a pagina 77 di quello online, si parla dell'AF Servo, che in un certo senso traccia il soggetto messo a fuoco. Di certo, però, non ha l'eye focus!

    Lato video: una roba spettacolosa! Ne parlerò in un post a parte, è troppo lunga.

    ---

    Oggi ho usato Z6+FTZ+24-70 f/2.8+flash quando necessario (anche in esterno, per mitigare le ombre o per scattare in controluce o per esporre correttamente soggetti e sfondi ) per un battesimo. Che dire? Ci si lavora bene, soprattutto è una macchina della quale ti puoi fidare. Considerando SEMPRE che devi anticipare i tempi, non sbagli un colpo. Se devo trovarle una pecca, FTZ+24-70 palesa un pizzico di distorsione ottica di troppo, ai bordi, ma niente che non si possa correggere al volo in ACR. Le cromie sono molto belle, e le foto "commerciali" sono pronte per essere utilizzate. Un'ottima compagna di giochi per la D850!
    Ogni pistola ha la sua voce... e questa la conosco...

  10. #10

    Iscritto dal
    04/11/2011
    Località
    Svizzera-Ticino
    Messaggi
    1,839
    Sisi, AF Servo mette a fuoco continuamente sul punto di messa a fuoco scelto, ma non mi segue i volti, una volta impostato il punto segue quello e basta


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 06:58.