+ Rispondi
Pagina 1 di 5 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 44
  1. #1
    I'm all out of bubblegum
    Iscritto dal
    01/07/2011
    Località
    R'lyeh
    Messaggi
    5,196

    inb4: uomini d'altri tempi

    Storia che conoscevo già, oggi mi è capitato di rileggerla..

    Leonid Ivanovič Rogozov (14 marzo 1934 - 21 settembre 2000) prese parte alla Sesta Spedizione Antartica Sovietica negli anni 1960-1961. Durante tale spedizione si ammalò di appendicite; poiché era l'unico medico presente nella spedizione, dovette operarsi da solo per sopravvivere.

    Durante la mattina del 29 aprile 1961 Rogozov iniziò a provare stanchezza, senso di nausea, accompagnate da una leggera febbre e un dolore nella parte destra dell'addome. Il giorno dopo i sintomi di un'appendicite in stato avanzato divennero evidenti e le sue condizioni si aggravarono unlteriormente nella serata. Mirny, la stazione antartica sovietica più vicina, si trovava a mille miglia dalla Novolazarevskaya; non vi era alcun aereo a disposizione e, anche se vi fosse stato, le condizioni meteo non avrebbero permesso il decollo. Rogozov non aveva altra scelta: operarsi da solo o morire.

    L'intervento iniziò alle ore 22:00 del 30 aprile, con l'aiuto di un autista e un meteorologo che fornivano al medico-paziente gli strumenti e reggevano uno specchio per permettere a Rogozov di vedere meglio ciò che stava facendo. Egli stava in una posizione semiseduta, leggermente inclinato verso sinistra. Venne usata una soluzione di procaina al 0.5% per anestetizzare la parete addominale. Rogozov praticò un taglio di 10-12 centimetri e procedette all'esportazione dell'appendice. Debolezza e nausea pervennero dopo una mezz'ora dall'inizio dell'intervento; Rogozov fu quindi costretto a fermarsi per qualche minuto ad intervalli regolari. Vennero somministrati antibiotici direttamente nella cavità addominale; l'intervento si concluse a mezzanotte circa.

    Il decorso post-operatorio fu regolare; i sintomi della malattia scomparvero e, dopo cinque giorni, sparì anche la febbre. I punti di sutura vennero rimossi sette giorni dopo l'intervento. Due settimane dopo, Rogozov riprese a lavorare.


    Mi piacerebbe sapere quanti, in tali condizioni, avrebbero il coraggio (e la freddezza) di fare lo stesso.

    Click!
    Ultima modifica: 15-04-2012 alle 14:15, di GByTe

  2. #2

    Iscritto dal
    12/10/2011
    Località
    Modna
    Messaggi
    639

  3. #3

    Iscritto dal
    26/05/2011
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    21,431
    manca un "parte" dopo le date

    L'unico che mi viene in mente di simile è Rambo quando si cuce il taglio sul braccio (era sempre lui ad aver cauterizzato un through-and-through con la polvere da sparo?)
    Verità #10 | Viva l'unto, reale o presunto

  4. #4

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    e io per che per un'influenza sono un uomo morto....

  5. #5
    I'm all out of bubblegum
    Iscritto dal
    01/07/2011
    Località
    R'lyeh
    Messaggi
    5,196
    Quote Originariamente inviato da MainThink Visualizza il messaggio
    manca un "parte" dopo le date
    Fixed... sempre attento!

    Quote Originariamente inviato da MainThink Visualizza il messaggio
    L'unico che mi viene in mente di simile è Rambo quando si cuce il taglio sul braccio (era sempre lui ad aver cauterizzato un through-and-through con la polvere da sparo?)
    Proprio lui.

  6. #6

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    5,388
    io ho difficoltà a non cadere come una para quando mi capita di guardare video di operazioni su youtube, fai te

    e cmq non sono medico





    inb4 todd di scrubs

  7. #7
    Natural Rage
    Iscritto dal
    02/10/2011
    Località
    Venezia-Roma
    Messaggi
    2,585
    Se l'alternativa è la morte... beh..! Almeno sapeva cosa fare essendo medico, fosse stato elettrauto

    Ora aspettiamo qualche battutaccia su Bear Grylls

    i7 6700K - ga-z170mx-gaming 5
    gtx 1060 6Gb - 32Gb 2400 - Samsung 256gb 850 EVO

  8. #8

    Iscritto dal
    26/05/2011
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    21,431
    Mio papà quand'eravamo piccoli ogni tanto portava a casa le registrazioni degli interventi in laparoscopia, ho superato certi traumi

    Resto abbastanza a disagio quando ad essere all'esterno è il mio, di sangue
    Verità #10 | Viva l'unto, reale o presunto

  9. #9
    I'm all out of bubblegum
    Iscritto dal
    01/07/2011
    Località
    R'lyeh
    Messaggi
    5,196
    Quote Originariamente inviato da MainThink Visualizza il messaggio
    Mio papà quand'eravamo piccoli ogni tanto portava a casa le registrazioni degli interventi in laparoscopia, ho superato certi traumi
    Non so che dire, i miei genitori preferivano farmi vedere robe tipo "La spada nella roccia" e "Robin Hood".

  10. #10

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    5,388
    ora mi spiego molte cose sullo sfizzero


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 5 1 2 3 ... UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 13:55.