+ Rispondi
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 su 59
  1. #21

    Iscritto dal
    05/09/2011
    Località
    Monza e Brianza
    Messaggi
    137
    Quote Originariamente inviato da Luigi Visualizza il messaggio
    esatto, l'attuale pavimento è vecchio ma volevo rivestirlo con del laminato da 8 mm, se lo devo spaccare per mettere il riscaldamento a pavimento sforo il budget di 2 volte.
    Con il riscaldamento a pavimento Siccus Klima della Velta puoi stenderlo sopra al pavimento esistente se hai la possibilità di rialzarlo di 35mm (27 il riscaldamento + 8 di laminato sopra), in quanto come sistema non utilizza un tradizionale massetto ma delle lastre di acciaio

    Se si vuole rimanere sul sistema tradizionale a termosifoni, io ti consiglierei di prendere in considerazione questa stufa alimentabile a legna/pellet, la Serie Caldea Legna/Pellet , che ti permette di riscaldare con la legna per risparmiare, o avere la comodità di utilizzare il pellet



  2. #22

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,396
    Quote Originariamente inviato da lukino90 Visualizza il messaggio
    -2 se l'isolamento della casa è troppo basso, il riscaldamento a pavimento non riesce a scaldare la casa
    Esatto... oltre anche al fatto che richiedono caldaie a bassa temperatura quei cosi, e pertanto mal si adattano con le caldaie a pellet che lavorano in alta temperatura. Non che non si possa fare l'accoppiata (in molti usano caldaia a biomassa e riscaldamento a pavimento), solo che richiede l'installazione di $more_crap che fanno lievitare il costo.

    Suggerisco di investire PRIMA sull'isolamento e poi sul riscaldamento, solo che non conosco i preventivi per un termocappotto, devi sentire se ci stai dentro al budget.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  3. #23

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,396
    OT piccola considerazione sui costi del metano: io per l'acqua calda uso un boiler elettrico timerizzato e la scaldo durante la notte, mentre la S. usa una classica caldaia murale a metano. Da premettere che di tafanai che consumano corrente in casa mia ce ne sono svariati.

    Ultima bolletta mia dell'energia elettrica: 160€

    Ultima bolletta della S. per solo acqua calda visto che il riscaldamento non lo usa: 180€.


    Se qualcuno nota qualcosa di strano, alzi la mano...
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  4. #24
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,771
    Di strano immagino che tu abbia solo X litri di acqua calda e te la fai bastare,mentre S. ha più acqua calda e ovvio non ci pensa a quando la utilizza.
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  5. #25
    JCW
    JCW non è in linea

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Località
    BS Lago
    Messaggi
    3,717
    Quote Originariamente inviato da Darlington Visualizza il messaggio
    OT piccola considerazione sui costi del metano: io per l'acqua calda uso un boiler elettrico timerizzato e la scaldo durante la notte, mentre la S. usa una classica caldaia murale a metano. Da premettere che di tafanai che consumano corrente in casa mia ce ne sono svariati.

    Ultima bolletta mia dell'energia elettrica: 160€

    Ultima bolletta della S. per solo acqua calda visto che il riscaldamento non lo usa: 180€.


    Se qualcuno nota qualcosa di strano, alzi la mano...
    IO IO.........................tu puzzi.....la S. no

  6. #26

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,396
    Quote Originariamente inviato da JCW Visualizza il messaggio
    IO IO.........................tu puzzi.....la S. no
    A parte questo.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  7. #27

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    Quote Originariamente inviato da grumble Visualizza il messaggio
    Ciao Luigi!
    Allora... anche noi, finalmente, stiamo ristrutturando casa, e dobbiamo rifare gli impianti (che pianti!) vari, compreso il sistema di riscaldamento. Per quello che mi hanno detto i "tecnici" (geometra, ingegnere, imprenditore edile che ne sa più di entrambi i precedenti, idraulico), l'impianto a terra è fantastico se/in quanto:

    1. te lo godi (ergo stai sempre in casa)... dalle nostre parti viene impostato con acqua in uscita dalla caldaia a 36-38°C e riesce a mantenere una temperatura massima in casa di 22-24°C (certo che lo puoi anche regolare...)
    2. devi sfare i pavimenti (venendo montato sotto) ed hai circa dieci centimetri di spazio per il montaggio delle tubature più mantellina apposita
    3. hai i pannelli solari che aiutano la caldaia (così si che il risparmio è garantito, quantomeno sulla bolletta del gas!)
    4. la caldaia lavora a basse temperature, quindi consuma ed inquina meno e dura di più, anche se il riscaldamento viene acceso a ottobre e spento a maggio

    mentre gli stessi tecnici me lo hanno sconsigliato perché

    1. costa troppo se non te lo godi
    2. non posso (io) montare i pannelli solari
    3. potendolo vincolare all'eventuale camino termico (dopo questa cosa la riprendo...), avrei di continuo una valvola sbuffante per eliminare il troppo calore del quale non si usufruisce, a meno di canalizzarlo in un altro sistema di riscaldamento tradizionale... e allora che facciamo, lavori doppi???
    4. secca l'aria in maniera esagerata (una collega di mio padre, d'inverno, deve mettere dei pentolini d'acqua sul pavimento per umidificare le stanze, altrimenti le si crepano i mobili di legno...), ma su questo punto vorrei fare come San Tommaso...
    5. Se c'è una perdita??? Son dolori... e su questo punto ci credo!

    Magari saranno cavolate, ma visto che io ed Elena in casa ci siamo relativamente poco e siccome a Torre del Lago raramente abbiamo lunghi periodi di freddo intenso (quest'anno, un mese sotto zero, poi di nuovo temperature decenti), abbiamo optato per un sistema tradizionale. Avevamo pensato ad un caminetto con bocchette per trasportare il calore nelle varie stanze, ma a parte il costo (circa 4mila € per la macchina, 4.5mila € per il rivestimento, 10 €/metro lineare per le tubature, tutto IVA esclusa e trasporto/montaggio escluso), la macchina ha un sistema di funzionamento che mi piace poco: a quanto mi hanno spiegato, viene ridotto l'ossigeno di prima combustione in modo da favorire la produzione di CO, che viene recuperato e ricombusto in modo da dare CO2; Il tutto è controllato da una scheda elettronica... e a dirla tutta non mi andrebbe di respirarmi del monossido di carbonio per una scheda eventualmente difettosa! E con la fortuna che mi ritrovo ultimamente... beh, meglio evitare!!

    Quindi, per quel che mi riguarda, impianto tradizionale, caminetto standard e, purtroppo, niente pannelli solari. Al limite, ma più avanti, metteremo un microeolico per la corrente, e vediamo se quel che spendiamo di là lo recuperiamo di qua!

    Venendo a te... anni fa, nella casa dell'allevatore da cui comprai la Lilli (il mio pastore Belga), ricordo che avevano due stufe "economiche" enormi, belle esagerate, una nel centro della sala e una nella zona di ingresso alle camere. Il ragazzo mi spiegò che per riscaldare la zona giorno usavano un sistema ad aria, mentre per la zona notte un sistema a scambiatore di calore olioso integrato nella stufa, sistema simile a quello che si usa in zootecnica per riscaldare grandi ambienti come le stalle degli animali in produzione lattea (soprattutto vacche... e infatti lui allevava, oltre ai cani, vacche da latte!). RIcordo che in casa, nonostante fosse dicembre e fossimo molto a nord, si stava a maniche corte...

    Ma ho paura che i costi, oggi, siano molto elevati, soprattutto per le macchine!!!

    Ti ringrazio, ho gli stessi dubbi tuoi per il riscaldamento a pavimento.

  8. #28

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    Quote Originariamente inviato da Darlington Visualizza il messaggio
    Ma quindi una caldaia esistente c'era? Perché il kit bruciatore (che è molto scenografico ed anche completamente automatizzato a patto di collegarlo ad un compressore, il tutto per la gioia di Ozzy ) deve imperativamente essere applicato ad una caldaia esistente.

    Per il resto sono d'accordo con chi definisce il riscaldamento a pavimento una big minchiata con più difetti che pregi; il problema è che va tanto di moda tra i commerciali che si riempiono la bocca di green ed ecocompatibilità quindi vende tanto, ma a mio parere quel tafanaro può avere un senso solo se lo installi mentre stai tirando su la casa, non se devi spaccare i pavimenti apposta.
    no, non esistono caldaie ma solo vecchi camini che eliminerei del tutto. Il sistema di cui vi ho parlato prevede 1 stufa a legna con possibilità di caricarne 70 Kg e di bruciare anche pellet/cippato ecc, cosi da poterla programmare per l'accensione e di farla andare a legna finche ne rimane nel serbatoio. Contemporaneamente monterei un termocamino idro, che mi aiuta a scaldare l'acqua nel puffer, che a sua volta mi fa anche acqua sanitaria.

    A regime avrei 3 fonti di calore:

    -pannelli solari per l'acqua calda sanitaria in estate, cosi non accendo la stufa a pellet;
    -stufa a legna/pellet da sistemare nel locale caldaia
    -termocamino da arredamento da mettere in soggiorno.

    Il tutto, con 10 termosifoni + impianto idraulico con tubi a vista (che ricoprirei con cartongesso), dovrebbe costare sui 15-18 K euro e scalderei 2 piani da 90 mq + dependance da 50 mq.

  9. #29

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    Quote Originariamente inviato da Blepps Visualizza il messaggio
    Con il riscaldamento a pavimento Siccus Klima della Velta puoi stenderlo sopra al pavimento esistente se hai la possibilità di rialzarlo di 35mm (27 il riscaldamento + 8 di laminato sopra), in quanto come sistema non utilizza un tradizionale massetto ma delle lastre di acciaio

    Se si vuole rimanere sul sistema tradizionale a termosifoni, io ti consiglierei di prendere in considerazione questa stufa alimentabile a legna/pellet, la Serie Caldea Legna/Pellet , che ti permette di riscaldare con la legna per risparmiare, o avere la comodità di utilizzare il pellet
    nel piano superiore li avrei quei 35 cm, sotto no, sono gia al limite perche c'è il controsoffitto.
    Per l'isolamento, le pareti perimetrali sono di 50-60 cm, sono dette a sacco, 2 pareti di pietre con intercapedine riempita di inerti, è una casa dell'inizio del 900.

  10. #30

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,396
    Quote Originariamente inviato da Luigi Visualizza il messaggio
    no, non esistono caldaie ma solo vecchi camini che eliminerei del tutto. Il sistema di cui vi ho parlato prevede 1 stufa a legna con possibilità di caricarne 70 Kg e di bruciare anche pellet/cippato ecc, cosi da poterla programmare per l'accensione e di farla andare a legna finche ne rimane nel serbatoio. Contemporaneamente monterei un termocamino idro, che mi aiuta a scaldare l'acqua nel puffer, che a sua volta mi fa anche acqua sanitaria.

    A regime avrei 3 fonti di calore:

    -pannelli solari per l'acqua calda sanitaria in estate, cosi non accendo la stufa a pellet;
    -stufa a legna/pellet da sistemare nel locale caldaia
    -termocamino da arredamento da mettere in soggiorno.

    Il tutto, con 10 termosifoni + impianto idraulico con tubi a vista (che ricoprirei con cartongesso), dovrebbe costare sui 15-18 K euro e scalderei 2 piani da 90 mq + dependance da 50 mq.
    Wait: stufa (o meglio termostufa) o caldaia a legna?

    Una stufa (a prescindere da quello con cui la alimenti) in un locale tecnico è inutile: butti nel ce$$o calore che se ne va per convenzione a riscaldare un ambiente che non ha alcun bisogno di essere riscaldato, mentre in una caldaia questo calore viene inviato all'acqua.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"


 
+ Rispondi
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 18:03.