+ Rispondi
Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 20
  1. #1
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269

    Impianto risanamento acque domestiche

    Salve ragazzi,
    a casa mia si è arrivati al capolinea in materia calcare che ostruisce l'impossibile, fino ad ora, un po' perché ero più piccolo, un po' perché da un po' comincio ad interessarmi della "vita" della nostra abitazione, non avevo mai preso l'inizio all'opera, ora è giunto il momento di installare una soluzione che margini o elimini il problema. Mi informo e leggo di tutto già da parecchio, quindi questo thread è per sapere cosa ne pensate voi e soprattutto cosa utilizzate/come vi trovate, in modo da installare qualcosa che non mi riservi sorprese future.

    Premessa:
    L'acqua del nostro paesino è "buona", nel senso che qui tutti la bevono (so che in molti paesi si preferisce utilizzare quella in bottiglie perché quella dell'impianto idrico non è chiara/inodore/saporita, è totalmente trasparente, inodore, e dal buon sapore, quindi diciamo che non si soffre di acque molto sedimentose o comunque non proprio "saporite", inoltre in casa nessuno usa acqua gasata, motivo in più per preservare questa di rubinetto, per questo motivo non verrà trattato alcun impianto ad osmosi inversa ed ultravioletti da sotto-lavandino perchè questi effettuano un processo micrometrico di pulizia/decontaminazione/depurazione inutile nella mia situazione.
    Il problema invece è che la durezza incalza, abbiamo un'acqua abbastanza dura ( a giorni compro un tester per acque è vediamo anche quanto vale) quindi la soluzione sarà divisa in tre fasi.


    Esecuzione

    1 - Installazione di un sistema di addolcimento volumetrico a valle del contatore idrico per ridurre le incrostazioni calcaree nell'impianto;

    2 - Installazione di un dosatore di polifosfati volumetrico a monte della caldaia per ridurre le azioni corrosive da acque dure quando sottoposte a riscaldamento;

    3 - Disincrostazione acida del circuito scambiatore caldaia e della rete idrica casalinga dell'acqua calda;



    PUNTO 1

    Fin qui siamo tutti d'accordo, anche il mio installatore, tecnico-caldaia, amico, approva tutte le azioni in seguito ad un sopralluogo, ma il dubbio nasce sulla scelta del sistema di risanamento acqua,
    Io punto sull'addolcitore ionico a resine ( in poche parole quello a sale) e lui invece mi propone un condizionatore magnetico.
    Premettiamo che i minerali contenuti nelle acque dure sono fondamentali per l'organismo, bere acqua 'dolce' (da 0 a 7°f) è dannoso per la salute, quindi questi minerali fanno danni solo a livello "idraulico".

    Per dare delle nozioni da 'cotto e mangiato' (Non mastico chimica da un po' quindi non abbattetemi se leggete qualche mezza fesseria ):


    Addolcitore a resine
    Il carbonato di calcio e magnesio vengono sottratti tramite reazione chimica con il sale, che quindi sostituisce fisicamente nell'acqua il calcio e lo elimina dalla rete (nel rispetto delle normative che impongono per acque potabili almeno 15°f ( gradi francesi)), in questo modo però si avrà un cambio delle componenti chimiche dell'acqua, aumentandone in parte la sua salinità (proporzionale alla durezza "abbattuta").

    PRO
    Eliminazione quasi totale del calcio

    CONTRO
    Alterazione conformazione acqua
    Costo impianto più elevato 900-1500€
    Consumo idrico* ( al massimo ogni 4 giorni per legge le resine del sistema devono essere sciacquate (da un processo automatico) e questo comporta un consumo d'acqua)
    Consumo di sale*
    Consumo elettrico per la pompa del lavaggio resine*

    *Alcuni nuovi modelli di addolcitori funzionano meccanicamente e con l'ausilio dell'acqua, senza alcun quadro elettronico, pompa elettrica, elettrovalvole, quindi niente allaccio corrente (per quanto possano comunque essere ridotti i consumi) ma mantenendo l'automatismo. Alcuni dispositivi di solito dispongono anche di un sistema che risciaqua solo le resine "esauste" limitando i consumi idrici e di sale di molto.




    Condizionatore magnetico
    Consiste in un processo elettrochimico. Tramite due antenne avvolte attorno alla tubatura da sanificare viene inviato un treno di impulsi a frequenza variabile che disgrega il carbonato di calcio per formare cristalli di aragonite che non si attaccano assolutamente alle superfici come il calcio in origine, ma vi scorrono sopra con il flusso dell'acqua e qualunque deposito va via con un semplice dito (senza abrasione)

    PRO
    Non altera la conformazione dell'acqua (il calcio viene comunque assorbito dall'organismo sotto forma di aragonite che è assimilabile allo stesso modo)
    Costo "ridotto" dell'impianto 200-500€
    Nessun consumo idrico
    Nessun consumo di sale
    Consumo elettrico ridotto 4-8Wh

    CONTRO
    E' consigliabile con acqua al di sotto dei 25°f
    Non è matematicamente provata la sua efficacia (in alcune situazioni funziona bene, in altre meno)
    Il flusso idrico non deve essere elevato secondo alcune indicazioni dei produttori (non mi riguarderebbe, sono ad un primo piano e già è lento)



    Ricapitolando quindi c'è da fare questa scelta, il mio amico installatore me l'ha proposto perchè ne ha uno della Wurth in prova da un anno (non gli piace fare brutta figura) e ha detto che nota le differenze, ha fatto il test dell'acqua a bollire in pentola per far formare del calcare prima e dopo, nella seconda situazione si è formata una polvere bianca, che va via solo toccandola.
    Io di contro ne ho lette su internet di cotte e di crude, e quindi prima di affrontare la spesa, magari conoscere le vostre opinioni/esperienze mi illumina .

    Approfitterò in ogni caso del lavoro all'impianto idrico per inserire una serie di comodità e sicurezze, che fino ad ora non avevo, il tubo principale dell'acqua passa prima dell'abitazione dentro un piccolo scantinato di mia proprietà in cui alloggeranno i seguenti componenti e l'eventuale sistema di risanamento acqua, saranno messi nell'ordine:

    Impianto
    - un circuito di bypass con tre valvole (due sulla linea principale ed una sul bypass) in caso di malfunzionamenti, pulizia/sostituzione cartuccia filtro;
    - un punto prelievo campioni di acqua non trattata;
    - una valvola di non ritorno;
    - un vaso anti-colpo d'ariete;
    - un filtro per sedimenti con cartuccia da 50um;
    - ADDOLCITORE o COND. MAGNETICO;
    - un punto di prelievo campioni di acqua trattata;

    Secondo lo schema in basso (manca l'unico componente che è il vaso anti-colpo d'ariete)

    Impianto risanamento acque domestiche-impianto-idrico.png


    PUNTO 2


    Veniamo al dosatore di polifosfati di cui parlavo all'inizio, questo, posto in ingresso al circuito della caldaia, mette in sospensione i residui di calcio (se addolcitore) o comunque tutto il calcio (se condizionatore magnetico), evitando che questo, riscaldatosi nello scambiatore, aggredisca le superfici dei tubi corrodendoli nel tempo, quindi risolvendo anche il problema corrosione, perché vi ricordo che l'addolcitore o condizionatore evitano che questo si aggrappi alle condutture, ostruendole, due situazione quasi opposte. Questi polifosfati, seppur di tipo alimentare su richiesta, è meglio evitare di immetterli nell'organismo, per questo sulla linea dell'acqua calda questo sarà evitato perché non beviamo ne cuciniamo acqua calda .
    Sarà di tipo volumetrico, in questo modo, tramite un piccolo "misuratore" esso è capace di gestire la dose di sostanza da sciogliere in base al volume del liquido che ha percorso il dosatore, mantenendo la concentrazione pressoché costante.



    PUNTO 3

    Infine vi ho scritto della disincrostazione acida, eh si, perchè se questo problema non viene battuto sul tempo, comincia ad ostruire i percorsi dell'acqua calda, soprattutto nello scambiatore della caldaia, riducendo la pressione, aumentando il tempo/costi di riscaldamento e otturando continuamente i filtri frangi-flusso della rubinetteria costringendo a svitarli e pulirli continuamente (sono arrivato a doverlo fare una volta al giorno ora che si comincia ad usare di nuovo l'acqua calda per l'inverno).




    Mi accorgo che ho scritto parecchio ma ne ho approfittato per mettere in un unico post tutto quello che ho appreso in questo periodo leggendo e chiedendo di questi argomenti, cosicché forse qualcuno interessato al problema possa trarne vantaggio senza spendere giornate intere per il web. Aggiornerò quindi il thread con le scelte ed il corso dei lavori, e a questo punto, metterò anche delle foto dell'opera

    Ah mi raccomando, esprimetevi su cosa ne pensate riguardo ai sistemi per risanamento acque, mi interessano tanto le vostre opinioni ed esperienze


    Ciao Raga!
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750





  2. #2

    Iscritto dal
    29/07/2012
    Località
    PN-TV
    Messaggi
    5,292
    Ciao!

    Quante belle cose!
    Seguo interessato!

    Purtroppo sono una decina di anni che ho mollato le analisi chimiche sulle acque... Ma sto riprendendo in mano adesso gli studi in vista di un prossimo possibile (ahimé ) lavoro...

    Ti dirò... Ci sono un pò di cose che non mi tornano soprattutto sul condizionatore magnetico...
    Comunque mi documento e ti faccio sapere.

    L'addolcitore a resine é ovviamente un impianto di derivazione industriale, un vero top di gamma come tecnologia...

    Comunque, risolti un pò di impegni nei giorni seguenti mi tufferò qui dentro e mi documenterò per darti un opinione "di questo decennio"!

  3. #3
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Ciao! Felice che a qualcuno l'argomento desta interesse

    Quando puoi e trovi il tempo mi fa piacere sapere le tue opinioni e soprattutto avere delucidazioni in merito al condizionatore magnetico

    Ciao!
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750





  4. #4
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Raga nessun altro di voi utilizza o ha utilizzato un addolcitore in casa?? Vorrei vedere

    Scherzi a parte, mi farebbe piacere come si sono rivelate a voi, funzionanti o meno

    Grazie
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750





  5. #5

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Messaggi
    3,563
    Mi capita di vedere diverse situazioni in cui è necessario intervenire sull'acqua per uso domestico.
    Solitamente si utilizza un addolcitore a resine ( di tipo magnetico non ne ho ancora visti ) e un dosatore per i polifosfati.

    Vero, c'è un discreto consumo di sale. ( ma dipende molto dall'uso )
    Non occorre un impianto elettrico o quadro dedicato, è infatti integrato un comodo pannello comandi.
    è possibile "dosate" il trattamento di acqua in base alla durezza dell'acqua in ingresso.
    Richiede un minimo di manutenzione ( una volta l'anno ) per controllare le elettrovalvole...
    Risultano un poco rumorosi quando fanno il ciclo di lavaggio resine.

    Di dosatori, ci sono modelli con comando elettrico ed altri a comando meccanico...
    Ma ho sempre visto tutto questo ambaradam sulla linea dell'acqua fredda.
    Ultima modifica: 18-12-2014 alle 17:07, di ufomito
    E' meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.
    Cit. Albert Einstein

  6. #6
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Okay mi trovo più o meno con tutto quello che hai detto, meno per la questione della linea dell'acqua fredda, l'addolcitore e tutta la serie di filtri e amenicoli sì sull'acqua fredda, ma il dosatore si preferisce direttamente sull'ingresso della caldaia (quindi fredda che diventerà calda) per proteggere solo lo stretto necessario (tubi dove scorre l'acqua calda) ed evitare che il calcio corroda le tubature, però, essendo di tipo alimentare, nulla vieta di poterli mettere all'ingresso di tutto in serie all'addolcitore .


    Aggiornamento


    Oggi ho preso da casa della mia ragazza il test per la durezza dell'acqua dato che in giro non l'ho trovato (ha installato un'addolcitore un anno fa e gli hanno lasciato un test in omaggio), e ho quindi fatto la misurazione, risultato, ben 41°f , che in alcune scala è dichiarata come 'dura', in altre 'molto dura', sta di fatto che la necessità dell'impianto addolcitore non è del tutto casuale , in questo modo quindi, i presupposti per il condizionatore magnetico perderebbero punti dato che ho letto necessita che l'acqua sia minore o uguale a 25°f .

    Inoltre, domanda rivolta a chi attualmente usa un addolcitore a resine: L'acqua addolcita, è ancora "saporita", nel senso, la dose di sale è così elevata da essere percepita nel gusto? (principalmente chi ha acqua abbastanza dura da addolcire)

    Ai prossimi aggiornamenti, sempre felice se mi portate qualche notizia
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750





  7. #7

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,393
    No gli addolcitori sono fatti per darti l'acqua potabile (a meno che non installi un modello da lavastoviglie industriale ) e quindi non ti ritrovi l'acqua salata


    chiaro non tararlo a 0 °F perché l'acqua troppo dolce è ancora più aggressiva di quella calcarea


    parlo per sentito dire, non addolcisco niente


    di solito gli addolcitori si mettono a monte della linea che ti porta acqua in casa, quindi ai rubinetti, alla caldaia, alla lavatrice... non ha senso metterli sull'acqua calda, anche perché così facendo i depositi sullo scambiatore li avrai a vita!

    chiaramente è inutile addolcire chessò l'acqua con cui lavi la macchina o innaffi il giardino quindi predisponiti una linea per l'acqua "normale"
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  8. #8
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Sisi, vedo invece che non mi riesco a spiegare ci proverò ancora, l'addolcitore andrà a monte di tutto, proprio dopo il contatore, (ovviamente lasciando un rubinetto per l'acqua da giardino), e quindi tutto verrà addolcito, solo il dosatore di polifosfati verrà messo in INGRESSO alla caldaia, per trattare solo l'acqua che passerà nella caldaia, in modo da evitare di bere i polifosfati, dato che con l'acqua calda solitamente ci si lava

    Spero di essere stato ancora più chiaro

    P.s. per info, mi sto dirigendo in questo momento da "L'eroe Merlino" per effettuare lo spesone
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750





  9. #9

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,393
    Lo "spesone" ti converrebbe effettuarlo su un impianto serio e non uno da brico
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  10. #10
    Ex- Ser Fabrium
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Messaggi
    269
    Eccomi di ritorno, a mani vuote perchè non disponibile al momento, l'ho ordinato senza impegno per il 16 gennaio e ho cominciato a prendere tutta la raccorderia/condutture del caso.

    In effetti anche io la pensavo così Darl, poi ho cominciato a valutare e capire quali sono le parti importanti dell'impianto (la valvola principale e le resine), tempi di garanzia, consumi di acqua/sale , e nelle valutazioni di varie case c'era anche quello offerto dalla catena francese, che è di marca AEG (si possono citare le marche? altrimenti tolgo subito ), una tedesca della quale ho sempre avuto riscontri positivi e di cui sono anche in possesso di un forno da anni. Inoltre integrano nel loro impianto un sistema che rigenera parzialmente le resine (solo quelle consumate quando necessario), evitando di svuotare tutta la bombola ad ogni rigenerazione e risparmiando parecchi metri cubi d'acqua e sale. e comunque tutto cio per la "modica" cifra di scarsi 1000€ . Prodotti usciti nel 2014 quindi comunque di nuova generazione rispetto ad altri addolcitori.

    Qualcuno doveva far da tester, mi prendo questa responsabilità
    Case: Corsair 650D • CPU: Intel® Core™ i7-2600K @ 4,4GHz
    Scheda Madre: Asus P8Z68V-PRO • Dissipatore: Arctic Freezer 13 PRO
    GPU: MSi N560GTX-Ti Hawk Twin Frozr III • SSD (O.S.): Samsung EVO 850 250GB
    HDD (Dati): 2x Caviar Green 1TB RAID 1 •HDD (Media): Caviar Green 2TB
    RAM: G.Skill ECO F3-12800 CL8 1600MHz (2x4GB)
    Driver: LG DVD RW Multiwrite • Alimentatore: Corsair RM750






 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 00:41.