+ Rispondi
Pagina 1 di 13 1 2 3 11 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 128

Discussione: eGPU

  1. #1

    Iscritto dal
    19/03/2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    37

    eGPU

    Voglio parlarvi del progetto denominato eGPU.

    Riconoscimenti & Diritti d'autore

    Tutto il contenuto postato in questo progetto è sotto licenza Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-NC-SA 3.0)



    Nella sezione "Link Utili" troverete i riferimenti del post originale per sviscerare gli ulteriori aspetti tecnici della soluzione e sopratutto informazioni utili e benchmark comparativi tra le varie configurazioni. Speciali ringraziamenti vanno all'utente nando4 di NBR per l'aver evangelizzato il sottoscritto e un manipolo di altri utenti al fine di diffondere questa soluzione.

    Cos'è una eGPU?

    L'acronimo sta per external Graphics Processor Unit ed è, fondamentalmente, una scheda video desktop, collegata a un notebook mediante un adattatore, di diversa natura atto a trasferire il segnale dati.
    Per frenare subito i facili entusiasmi (e lasciare invece le piacevoli sorprese per dopo) vi dico già che non è una soluzione per tutti, in quanto necessita di un po' di tempo, pazienza e in parte anche fortuna se uno possiede già il notebook e si vuole "aggiornarlo", altrimenti è sufficiente prenderne uno con alcune caratteristiche specifiche di cui parlerò in seguito. Inoltre non è una configurazione "Extreme Pew Pew" quindi non aspettatevi risultati allucinanti e performance da urlo se comparate con i desktop casalinghi.

    Perchè usare una eGPU?

    Il mercato dei notebook gaming, per giunta in Italia spesso è costoso e le macchine definite "top di gamma" spesso non sono altro che equivalenti a dei desktop di fascia media. Se poi uno vuole aggiornare l'architettura video, si ritrova a dover cambiare il notebook per intero (eccezion fatta per i portatili barebone o in generale con slot MXM che consentono un margine di upgrade a patto di trovare la scheda che calzi a pennello (ed hanno comunque un costo non trascurabile).
    Con una eGPU, è possibile aggiornare solo la scheda video esattamente come si farebbe con una controparte desktop.
    Da quello che ho potuto constatare, il gamer medio ha un rapporto di upgrade tra CPU e GPU di circa di 1:2, ossia si cambia la CPU ogni 2 cambi di GPU. Se a questo aggiungiamo che la roadmap dell'architettura Intel denominata "Tick Tock" consente di mantenere per 2 generazioni potenzialmente lo stesso socket (eccezion fatta ora per Ivy dove i chipset mobile sono stati resi non compatibili seppur meccanicamente lo siano), risulta evidente come con la stessa macchina si possa arrivare a fare 2 cambi di CPU e addirittura 4 cambi di GPU, il che ne allunga notevolmente la vita e rende più interessante l'investimento iniziale.

    Il potenziale mercato della soluzione

    All'ultimo CES è stata mostrata la prima soluzione "commerciale di massa" prodotta da MSI con dentro una scheda di fascia mainstream (mi sembra GTX550TI), connessa attraverso Thunderbolt. Tuttavia visto l'evidente sovrapposizione di una configurazione del genere nel mercato dei notebook gaming (che sono quelli dal margine più elevato per i produttori), sospetto passerà ancora diverso tempo prima di vedere soluzioni ad un prezzo concorrenziale. Diciamo circa 12 mesi.
    Nel mio caso, invece, ho sperimentato il kit con una GTX560TI (che è finita in RMA per altri motivi) e sto aspettando ora una GTX560 per provare la nuova revisione del kit. In futuro probabilmente passerò ad una GTX660TI. La connessione, nel mio caso è affidata ad un cavo mHDMI al cui estremo c'è una Express Card.
    In passato altri illustri produttori avevano provato a creare qualcosa di simile, quali ad esempio Asus e Fujitsu, ma tutto su connettori proprietari e con evidenti limitazioni dovute a tanti fattori.Il fatto di utilizzare Express Card e card mini-PCIe amplia di molto il parco macchine compatibile.
    Esistono anche altre soluzioni "commerciali" di eGPU (cercate Villagetronic) che comprendono un case e un alimentatore brick (che tira fino a 225W), ma il loro costo, senza GPU si aggira attorno ai 350€. Una cifra del genere, senza nemmeno la GPU che risulta da comprare a parte (e con le limitazioni di wattaggio), diventa equiparabile alla spesa di un notebook gaming, quindi se uno vuole risparmiare qualcosina è sicuramente sconsigliata.

    Perchè dovrei preferire una eGPU ad un notebook gaming?

    Considerato quanto detto precedentemente, l'unico ulteriore motivo è legato al fatto che con un notebook gaming, nel 99% dei casi si gioca collegati a corrente, in quanto la batteria alternativamente durerebbe poco, il pc scalderebbe deteriorando le celle e generalmente i notebook gaming non sono propriamente leggeri, quindi è raro mettersi a giocare sulle ginocchia mentre si è in treno. Però il peso e l'ingombro restano anche se vogliamo portarci dietro il medesimo notebook solo per scrivere un documento word.
    Con una eGPU, al contrario, è possibile giocare agli ultimi titoli senza troppi compromessi anche su un 12" collegandolo alla scheda attaccata a corrente e mantenere comunque un pc leggero da portare in giro quando non c'e necessità di potenza di calcolo.
    La parola d'ordine è quindi MODULARITA' (esattamente come accade per le dock che tanto sembrano andare di moda oggi con i Tablet e che alla fine sono soltanto l'eredità delle ben più vecchie workstation.

    Le limitazioni di una eGPU

    Sicuramente, come anticipato in precedenza sarebbe da illusi aspettarsi delle performance comparabili ai desktop che montano la medesima scheda su un bus PCIe 16x, tuttavia, nonostante il beneficio economico della soluzione e la possibilità di avere una macchina sobria nel design con buone performance (se poi siete come me che il portatile lo uso anche per lavorare, capirete come non sempre aggirarsi dai clienti con un Alienware o equivalente rappresenti un gran biglietto da visita), il problema più grande della soluzione è legato dalla banda stessa disponibile e della possibilità, per il sistema di allocare le risorse per un componente che di base NON esiste nel notebook.

    Partiamo da alcuni concetti base:

    Dopo la venuta del bus PCI e di quello AGP, sono arrivate 3 versioni di PCIe rispettivamente 1.0, 2.0 e 3.0. Tuttavia se fisicamente i connettori di questi bus sono analoghi, dal punto di vista elettrico e di banda rappresentano un'enorme evoluzione.
    Pertanto partiamo con un po' di numeri (i dati di targa il prendo da wikipedia, prendeteli per buoni perchè a volte fanno la conversione bit -> byte corretta con divisore 8 altre volte considerano 10 per via di un po' di overhead del protocollo.

    PCIe 1.0 1x = 2.5GT/s (pari a 250MB/s bidirezionali contemporanei)
    PCIe 2.0 1x = 5GT/s (pari a 500MB/s bidirezionali contemporanei)
    PCIe 3.0 1x = 8GT/s (pari a 1GB/s bidirezionali contemporanei)

    Come avrete potuto notare, la banda raddoppia ad ogni generazione, quindi un 16x della prima generazione diventa un 8x della seconda e un 4x della terza. Questo tornerà utile in virtù del fatto che Ivy bridge, perlomeno sulla porta dedicata alla GPU interna (dalla quale dovrebbe attingere la porta thunderbolt) sarà sicuramente v3.0, mentre è ancora ignotla revisione che adotterà sulle 1x (wifi etc)

    NOTA: Tutti i notebook con architettura PRECEDENTE ai SandyBridge, seppur abbiano il bus della GPU integrata in versione 2.0, hanno le porte accessorie mappate come 1.0 pertanto la banda massima utilizzabile sarà di 2.5GT/s per ogni "x" che andremo ad utilizzare.

    E' possibile utilizzare più porte 1x combinate, tuttavia proprio come accade per la porta PCIe standard dove la banda deve essere "consequenziale" anche in questo caso vi è la necessità di avere:

    A- più porte mPCIe libere
    B- che tali porte libere siano mappate in maniera contigua (port1+port2, port2+port3, etc)

    Ora buona parte dei portatili sono dotati di almeno una porta mPCIe dove normalmente è alloggiata la scheda wireless. In alcune circostanze possono esistere porte extra magari dedicate a sintonizzatori tv, ma bisogna verificare che tale porta non sia collegata solo per la sua parte USB. Il metodo più veloce è di swappare la scheda wifi e vedere se viene riconosciuta nella nuova porta. In alternativa potrete comunque sacrificare la schedina wifi per sfruttare il collegamento, appoggiandovi poi ad una penna USB wifi.
    Inoltre bisogna controllare che il sistema abbia almeno 256MB di indirizzi 32bit per allocare correttamente la scheda (nel caso di AMD devono essere contigui, nel caso di nVidia invece possono essere anche frazionati). Per questo controllo, che risulta forse il passaggio più tecnico, vi rimando ad un approfondimento successivo direttamente sulla board di NBR (sperando non rappresenti un problema il linkare la discussione visto che si tratta di un forum straniero).
    Vista la maggior diffusione di notebook con una sola porta libera, mi concentrerò principalmente su quella soluzione, anche in virtù del fatto che solo le connessioni 1x consentono di avvalersi della compressione PCIe in grado di boostare le performance fino al 300%.
    Per quanto concerne proprio le limitazioni di banda PCIe anche la più che recente AMD 7970, pur essendo compliant PCIe 3.0, non giova in alcun modo dal punto di vista del bus ampliato in una configurazione singola scheda, infatti il famoso test di performance scaling ha constatato che la differenza tra 16x PCIe 2.0 e 16x PCIe 3.0 per quella scheda è infinitesimale.
    Il problema si ripercuote in maniera proporzionale sulle schede meno potenti (perlomeno sulle architetture odierne, su Kepler mi riservo di fare delle prove). Pertanto risulta ad esempio che una HD5850, rende pressochè in maniera identica tra un 16x PCIe 1.0 e un 16x PCIe 2.0, e di conseguenza con bus più limitati la % di disefficienza scende.
    Si stima oggi che una connessione su Thundebolt (rame) equivalente a un 4x 2.0, consenta di sfruttare la scheda all'80-85% di una configurazione 16x standard.
    Nel mio caso specifico andremo ad analizzare la soluzione 1x 1.0 e la soluzione 1x 2.0 con l'ausilio di nVidia Optimus e della compressione PCIe della quale vi parlerò più in la.
    I risultati delle performance, dipedono principalmente dal gioco e dal numero di informazioni da trasmettere. Il bus PCI trasmette svariate informazioni, tuttavia la quantità di queste informazioni, è ad esempio dipendente all'interno di un gioco come BF3, dal numero di giocatori che partecipano ad un match. Se in una mappa con 24 player la banda 1x 1.0 risulta sufficiente, in una mappa a 64 giocatori avremo delle cadute di performance dovute alla necessità di scambiare più informazioni tra CPU e GPU.
    Il bello e il brutto di una soluzione eGPU risiede nel fatto che se il gioco gira al massimo del dettaglio o al minimo le performance varieranno di molto poco (a parte i filtri e la risoluzione in sè che impattano parecchio sulla banda). Quindi si tratta spesso di un "hit or miss" senza possibilità di appello. Avere un buon quantitativo di Vram, aiuta in ogni caso a memorizzare parte delle informazioni direttamente sulla scheda senza che esse debbano essere continuamente condivise e refreshate tra GPU e CPU.

    E' possibile giocare sullo schermo interno del portatile?

    Si, è possibile in 2 modi, a seconda dell'architettura che si utilizza. Nel caso di AMD è possibile usare i VirtuLogix Driver, analoghi a quelli utilizzati sulle mainboard H67, che consentono di sfruttare un "framegrabber" in grado di ridirezionare il risultato del rendering sullo schermo interno.
    Per nVidia invece si sfrutta in maniera trasparente Optimus che è già ampiamente implementato in tutti i portatili di ultima generazione basati su gpu nVidia.
    Queste soluzioni funzionano solo nel caso sia presente una scheda Intel HD nella configurazione. Per le configurazioni antecedenti esistono soluzioni un po' più articolate che personalmente non ho provato e che in ogni caso necessitano dell'utilizzo, in alcuni casi, di dongle hardware.
    In tutti i casi bisogna considerare che l'utilizzo dello schermo interno incide sulla banda PCIe disponibile e pertanto le performance su schermo interno tendono ad essere inferiori rispetto a quelle su schermo esterno (sempre in virtà di quanta banda sfrutta il gioco stesso).

    Cosa ho fatto io?

    Stufo ormai di correre dietro ai fissi per pulirli e tenerli aggiornati, mi sono direzionato verso il mercato dei portatili. Tuttavia, dopo una fase transitoria in cui possedevo entrambi i sistemi, ma finivo con l'usare il portatile a letto la sera o in vacanza ma durante il giorno sempre il fisso per giocare, mi sono deciso a fare il grande passo di abbandonare definitivamente il mondo desktop ma, con questa scelta, mi sono pregiudicato la possibilità di poter giocare al massimo con un budget contenuto. Nonostante abbia sempre fatto acquisti abbastanza centrati per il medio termine (nella vita faccio il commerciale quindi sono molto attento al rapporto prezzo/prestazioni), la volontà di precedere il mercato con una soluzione innovativa nel suo genere e potenzialmente aggiornabile all'infinito, mi ha spinto in questa sfida con me stesso prima di tutto (sono da sempre molto pigro nei lavori di bricolage nonostante mi appassionino e devo dire che superata la prima sera dove mi sono detto "finirò con lo spendere un occhio con tutte le cagate che farò", arrivato dove sono ora, sono soddisfatto del risultato raggiunto -eccezion fatta per la sabbiatura per la quale spero di risolvere in qualche modo-).Ho stilato cashflow dettagliato che pubblicherò a fine guida per dare evidenza di quanto costi quello che ho comprato e di una distinta base per chi decidesse di seguirmi nella pazzia.
    A corredo di tutto ciò, avendo fatto per svariati anni il caporedattore delle sezioni inerenti le console portatili e PC su Everyeye, ho coltivato una passione pericolosa per tutto ciò che è piccolo e potente.
    Partiamo dal presupposto che ciò che ho fatto io poteva funzionare in maniera analoga probabilmente con metà della spesa. Però le scelte si pagano e nel mio caso mi sono imposto un certo livello qualitativo. Ho preso un case industriale in alluminio, potevo prenderne uno in plastica o addirittura usare una scatola da scarpe rinforzata (c'e gente che l'ha fatto). Ho preso un Silverstone SFX 80 Bronze, potevo prendere un Fortron da 300W alla metà del costo; potevo comprare un notebook 15" mainstream che sicuramente mi costava meno di questo Elitebook 12.5" (che comunque mi è costato la metà del listino). In sostanza quello che ho speso io è già in una finestra medio alta di costo. La soluzione "completa" si può completare anche con 700€, esclusa la GPU.

    Link Utili


    Thread originale sul forum di Notebook Review
    Thread originale delle performance in game su molteplici giochi (con commenti sintetici)

    Creazione dell'enclosure


    La creazione dell'enclosure, per un non addetto ai lavori come me, è stata la parte più stressante quanto la più emozionante perchè pignolo come sono, volevo che il case potesse calzare perfettamente con le diverse configurazioni che avevo in mente.
    Sono partito da configurazioni che comprendessero alimentatori ATX, passando per quelli da server che probabilmente avrebbero consentito il dimensionamento migliore in assoluto a discapito della silenziosità per poi approdare alla scelta finale di un alimentatore SFX (erroneamente chiamato anche mATX).
    Definiti i componenti che avrebbero dovuto coesistere all'interno della scatola, ho iniziato a lavorare sul loro posizionamento all'interno di uno spazio limitato. La scelta dei componenti è caduta su questi:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   393287_10150468505029429_805309428_8302410_1690987176_n.jpg
Visite: 5872
Dimensione:   77.6 KB
ID: 13047 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   396856_10150462333129429_805309428_8281500_280822242_n.jpg
Visite: 5913
Dimensione:   132.6 KB
ID: 13046

    Il costo dell'alimentatore è pari a 81,00€ spedito, mentre quello della GPU pari a 152,00€ spedita (la GPU è già finita in RMA e questo mi ha fruttato un buono di 219,00€, quindi complessivamente ci ho guadagnato )

    Premesso che lavoro in una azienda che produce elettronica, mi sono fatto consigliare un po' di distributori di materiale elettrico/elettronico dal mio ufficio acquisti e dopo 10 giorni di ricerca assidua della scatola che aggradasse sia dal punto di vista estetico sia da quello delle dimensioni, in quanto le scatole che contengono PCB non hanno troppe varianti sopratutto in altezza, sono riuscito a trovare qualcosa che avrebbe potuto andare bene.
    Ero partito da una soluzione in alluminio estruso, ma a causa della difficoltà nel doverlo successivamente tagliare ho optato per un'altra tipologia sicuramente più pratica (più che altro adatta alla mia scarsa competenza) e precisamente questo:

    Hammond 1444-24 le cui misure sono: 305L x 203W x 76H e del quale ho comprato anche il coperchio Hammond 1434-22 di analoga area e i piedini di gomma che consentissero il passaggio di una piattina per la fase finale del collegamento, specificatamente il modello Hammond 1421T4.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   397205_10150462322829429_805309428_8281482_1759985608_n.jpg
Visite: 5756
Dimensione:   93.0 KB
ID: 13049 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   409442_10150462324404429_805309428_8281486_674010818_n.jpg
Visite: 5688
Dimensione:   89.7 KB
ID: 13050 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   401111_10150462335304429_805309428_8281507_1264186014_n.jpg
Visite: 5716
Dimensione:   91.4 KB
ID: 13048

    Il tutto per un totale di 44,04€ sulla baia (come anticipato prima, stenderò un cashflow riassuntivo di tutto il progetto alla fine del thread ma almeno in questo modo sarà facile ricollegare il listino finale con le immagini di ogni componente).
    La scelta del case, oltre che un una questione di dimensione propria, è stata influenzata dalla dimensione del portatile, in quanto l'ingombro a terra è analogo come si può constatare da questa foto:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   398766_10150462326149429_805309428_8281491_816767384_n.jpg
Visite: 5832
Dimensione:   92.1 KB
ID: 13051

    (Non escludo alla fine di tutto, di usarli anche sovrapposti a patto di trovare un buon modo per canalizzare l'aria in ingresso e uscita).
    Il passo successivo è stato iniziare a disegnare in 3d cosa mi passava per la testa. Non vi tedierò con tutti gli esperimenti fatti, in quanto non basterebbe l'intera galleria per gli schizzi, i modelli e le note appuntate. L'unica nota positiva è che non ho dovuto fare variazioni in corso d'opera per via di elementi non valutati, quindi dalla "carta" all'oggetto finito c'e stata fin da subito una perfetta corrispondenza.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   387732_10150466613339429_805309428_8295655_101228308_n.jpg
Visite: 5504
Dimensione:   21.7 KB
ID: 13052 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   383661_10150466613389429_805309428_8295656_1985839370_n.jpg
Visite: 5418
Dimensione:   22.0 KB
ID: 13053 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   402443_10150466613284429_805309428_8295654_946411833_n.jpg
Visite: 5470
Dimensione:   27.4 KB
ID: 13054 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   403760_10150466613244429_805309428_8295653_1736468255_n.jpg
Visite: 5403
Dimensione:   22.4 KB
ID: 13055
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   393141_10150671828779429_805309428_8954513_1288614058_n.jpg
Visite: 6041
Dimensione:   25.6 KB
ID: 13071

    Sono un amante delle forme squadrate, quindi ho progettato il case (che qui si vede senza la minuteria interna) secondo quello che era il mio feeling, tenendo principalmente conto sia del fatto che GPU e alimentatore fossero molto vicini, sia della necessità di dover avere continuamente un ricambio d'aria. Se ricavare il vano per l'alimentatore e per le uscite video non rappresentava un problema, tagliare a mano il coperchio con quella forma, tenuto conto lo spessore di solo 1mm dell'alluminio, era sicuramente un'operazione fuori dalla mia portata, quindi lo anticipo fin da ora, quel taglio è stato fatto in azienda da me con una fresa monoasse (si abbiamo anche una divisione stampi ).
    Così ho iniziato una volta definito il posizionamento di massima, a tracciare le righe sui pezzi reali.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   406171_10150468499734429_805309428_8302375_613646067_n.jpg
Visite: 5402
Dimensione:   66.7 KB
ID: 13056 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   403951_10150468503054429_805309428_8302395_703002133_n.jpg
Visite: 5335
Dimensione:   59.1 KB
ID: 13057 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   381215_10150468502229429_805309428_8302389_153734269_n.jpg
Visite: 5309
Dimensione:   57.4 KB
ID: 13058 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   383199_10150468500924429_805309428_8302384_1162737721_n.jpg
Visite: 5305
Dimensione:   56.9 KB
ID: 13059
    Ultima modifica: 20-03-2012 alle 14:41, di SimoxTav

  2. #2

    Iscritto dal
    19/03/2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    37
    Ora passiamo alla parte divertente. Più o meno questa sarà la vostra faccia con il prossimo slideshow. Sono tutti tagli ELEMENTARI per uno che è abituato a fare ste cose, ma nonostante mi piaccia farle, credo che l'ultima volta che presi un archetto da traforo in mano (perchè il trapano capita più sovente) è stato alle scuole medie per fare un paperino di legno

    Phase 1 (no le cesoie non c'entrano una mazza )

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   378694_10150480552644429_805309428_8355854_1006133450_n.jpg
Visite: 5411
Dimensione:   120.4 KB
ID: 13044 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   400996_10150480551424429_805309428_8355848_1428792646_n.jpg
Visite: 5327
Dimensione:   82.5 KB
ID: 13045 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   378530_10150480542689429_805309428_8355801_1450515209_n.jpg
Visite: 5713
Dimensione:   92.9 KB
ID: 13060 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   400463_10150480615139429_805309428_8356064_158292537_n.jpg
Visite: 5651
Dimensione:   73.0 KB
ID: 13061

    Phase 2 (e ho rischiato di farmi buttare fuori da mia madre col rumore che ho fatto
    )

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   387354_10150482477689429_805309428_8362799_945373108_n.jpg
Visite: 5323
Dimensione:   98.8 KB
ID: 13062 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   392142_10150482572599429_805309428_8363038_1874021238_n.jpg
Visite: 6014
Dimensione:   141.6 KB
ID: 13063 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   387696_10150482579049429_805309428_8363064_465094874_n.jpg
Visite: 5210
Dimensione:   66.9 KB
ID: 13064

    La scelta di lasciare il backplate esterno (e quindi doverlo smontare dalla scheda per assemblare la soluzione), ha consentito di guadagnare millimetri preziosi oltre che consentire un ancoraggio per aumentare la stabilità della GPU in posizione verticale.

    Phase 3 (Il famoso coperchio fatto con la fresa, ma tanto sono sicuro che non noterete differenze
    )

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   388283_10150483239774429_805309428_8365361_322965566_n.jpg
Visite: 5255
Dimensione:   62.0 KB
ID: 13065 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   387235_10150483883614429_805309428_8367927_1932231393_n.jpg
Visite: 5287
Dimensione:   69.2 KB
ID: 13066 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   374675_10150483885829429_805309428_8367931_765078894_n.jpg
Visite: 14681
Dimensione:   80.2 KB
ID: 13067

    Phase 4 (break per iniziare a fare un po' di video delle performance del kit) + Foto di un gioco per cui qualcuno rosicherà durissimo

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   396351_10150535787769429_805309428_8549634_1829947873_n.jpg
Visite: 5747
Dimensione:   80.2 KB
ID: 13068 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   402669_10150535787659429_805309428_8549632_966107694_n.jpg
Visite: 8781
Dimensione:   92.4 KB
ID: 13069

    Phase 5 (particolari interni, presi dagli scarti degli arredi ferroviari che facciamo in azienda e lavorati)

    ...MISSING...

    Phase 6
    (Prego rabbrividire per la sabbiatura )

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   423237_10150659679254429_805309428_8911868_1616905388_n.jpg
Visite: 5485
Dimensione:   91.4 KB
ID: 13070
    Ultima modifica: 20-03-2012 alle 10:26, di SimoxTav

  3. #3

  4. #4

    Iscritto dal
    19/03/2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    37
    Prodotto Finale

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 21 15 43.jpg
Visite: 5330
Dimensione:   483.8 KB
ID: 13083 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 45 24.jpg
Visite: 5140
Dimensione:   619.6 KB
ID: 13084 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 43 31.jpg
Visite: 5663
Dimensione:   614.2 KB
ID: 13086 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 43 20.jpg
Visite: 5115
Dimensione:   563.3 KB
ID: 13087 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 41 55.jpg
Visite: 5106
Dimensione:   606.7 KB
ID: 13088 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 41 11.jpg
Visite: 5134
Dimensione:   565.8 KB
ID: 13089 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 40 35.jpg
Visite: 4924
Dimensione:   565.7 KB
ID: 13090 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 40 17.jpg
Visite: 5001
Dimensione:   609.9 KB
ID: 13091 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Photo 20-03-12 20 40 03.jpg
Visite: 5052
Dimensione:   615.0 KB
ID: 13092

    Cash Flow dell'intera soluzione
    (al netto della GPU che resta di scelta dell'utente)


    COMPONENTE
    COSTO
    Notebook HP EliteBook 2560P
    700,00€
    Hammond Case + Cover + Rubber Feet
    44,04€
    PSU Silverstone ST45SF
    81,00€
    PE4L v2.1 EC2C Kit
    60,00€
    Manodopera / Utensili / Minuterie
    50,00€
    TOTALE
    935,04€





    L'importo relativo la manodopera, gli utensili e le minuterie, è un valore forfettario più che altro perchè facendolo nel tempo libero di certo non mi metto a fare il conto del mio costo orario e perchè buona parte delle minuterie arrivano da scarti di lavorazione qui in azienda.
    Nel mio caso specifico poi, mi sono dedicato ad alcuni miglioramenti della configurazione originaria del notebook e nello specifico:


    COMPONENTE
    COSTO
    Upgrade da i5-2520M a i7-2630QM
    82,00€
    Upgrade da 4GB a 8GB di Ram
    30,00€
    WD Scorpio Blue 640GB
    55,00€
    Fenvi ODD/HDD Caddy
    11,00€
    Faceplate per ODD/HDD Caddy
    0,00€





    Portando il totale a


    1.113,04€





    Il lavoro del ODD/HDD Caddy è stato un altro piccolo lavoro fai da te, visto che l'unica altra alternativa consistenza nel richiedere un lettore ottico nuovo per poi sfruttare solo il frontalino. E' frutto di una sera di lavoro, qualche taglio e un po' di colla epossidica bicomponente. In ordine il pezzo di partenza, il kit finito e il "fit" nella baia del notebook.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   spacer4v.jpg
Visite: 4966
Dimensione:   149.0 KB
ID: 13077Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   spacer2pg.jpg
Visite: 4908
Dimensione:   208.9 KB
ID: 13078 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   img3970custom.jpg
Visite: 4937
Dimensione:   487.6 KB
ID: 13076 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   img3966custom.jpg
Visite: 4909
Dimensione:   489.2 KB
ID: 13075

    Resta comunque inteso che i miglioramenti fatti erano a puro titolo personale e non necessari per la buona riuscita del kit, quindi li considero un piacevole extra derivante dal fatto che sono riuscito a sbarazzarmi di un po' di cianfrusaglie durante la creazione del kit e quindi a farli uscire nel mio bilancio "casalingo complessivo" a costo 0.

    Vi lascio con la foto modello "vissero felici e contenti" in attesa che arrivi la tanto agoniata GPU, in modo da poter fare una foto definitiva decente della soluzione collegata al notebook.


    Nome:   426777_10150661628299429_805309428_8917495_1154245422_n.jpg
Visite:  4535
Grandezza:  99.1 KB
    Icone allegate Icone allegate eGPU-photo-20-03-12-20-45-21.jpg  
    Ultima modifica: 20-03-2012 alle 20:27, di SimoxTav

  5. #5

    Iscritto dal
    05/09/2011
    Località
    Questa realtà
    Messaggi
    1,382
    che figata! seguo

    E benvenuto su TA!
    -Cipo-
    PC:
    CM690_Liberty 500W_880GA-UD3H_Phenom II X2 550_12GB DDR3_HD6950_X-Fi_840 EVO 250GB_Velociraptor 150GB_U2410_Razer Mako
    Muletto: PC-Q07 Black - Intel D510MO - 1GB DDR2 - Caviar Green 1TB+500GB LVM - picoPSU-80 + FSP NET-36

  6. #6
    BlackCosmiZzato
    Iscritto dal
    08/11/2011
    Messaggi
    65
    ciao, bellissima idea...ma puoi dirci di più sul metodo di collegamento? a quanto so è questo il principale collo di bottiglia di queste soluzioni...
    THE BLACK COSMOS
    HW: P6T Deluxe; core i7 920 @ 3,3Ghz; 3x2gb Corsair Dominator XSM3;
    2xGTX560 SLI @ 950Mhz; 4xHDD WD RE3 320gb in Raid5;
    PSU Silverstone Decathlon DA800; Cooler Master Cosmos S MODDED.
    Liquid Cooled By Ybris (Eclipse n0007; MIPS FC x P6T; TFC 360;
    2x Laing500; XSPC Dual Laing Res).
    La Mia 1° Integrazione

  7. #7

    Iscritto dal
    24/10/2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    9,260
    Benvenuto sul forum e grazie per aver condiviso con noi questo progetto.

  8. #8

    Iscritto dal
    04/09/2011
    Località
    Dalle Graie al Conero.
    Messaggi
    827
    Te l'avevo detto, Simone, che sarebbe piaciuta... Grande!
    {Corsair500R White}{Seasonic X-760}
    {MaximusVGene}{i7-3770k YbrisCooled}{G.Skill ECO}{Gigabyte 570GTX EK fullcovered}
    {Samsung 830 128Gb}{Dell U2311H}{MX Revolution}

    " Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore. "

  9. #9

    Iscritto dal
    26/05/2011
    Messaggi
    3,224
    Benvenuto nell'Arena

  10. #10

    Iscritto dal
    19/03/2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    37
    Quote Originariamente inviato da smanet Visualizza il messaggio
    Te l'avevo detto, Simone, che sarebbe piaciuta... Grande!
    Hai ragione! Grazie Innanzitutto grazie della calorosa accoglienza. Appena torno a casa inizio a tradurre un po' di materiale che ho aiutato a redigere su NBR. Nello specifico, se volete farvi un'idea delle performance della soluzione (con un bus PCIe 1.0 1x + Optimus), potete iniziare a guardare il mio canale youtube. I video sono fatti con una fotocamera esterna per non falsare il framerate. Con il nuovo kit che giace sulla mia scrivania in attesa della GPU, dovrei essere in grado di aumentare di circa il 40% le performance a seconda del gioco.

    EDIT: Link al thread originale dei video aggiunto nella sezione "link utili" nel primo post.
    Ultima modifica: 20-03-2012 alle 10:27, di SimoxTav
    Past: Acer Travelmate 292LMi | Dell XPS M1530 | Dell XPS 15 L501X
    Today: [HP Elitebook 2560p] + eGPU PE4L v2.1 waiting for Kepler GK106 - Meanwhile --> EVGA GTX560
    Extra: [HP ProLiant Microserver]


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 13 1 2 3 11 ... UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 03:09.