+ Rispondi
Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 12

Discussione: Quali HDD?

  1. #1

    Iscritto dal
    09/11/2011
    Messaggi
    158

    Quali HDD?

    Dopo anni di servizio, tutti gli hd del mio pc (2x500gb + 2x2tb) si sono messi d'accordo per lascarmi nel giro di 36 ore....
    Di conseguenza il fatto che fossero in raid1 non mi ha impedito di perderne il contenuto, fortunatamente le cose più importanti erano in cloud o sul nas.
    Non avevo salvato tutto sul nas x via della capacità non sufficiente (4x250gb), quindi adesso ho 2 soluzioni:
    1. contiuo così e prendo 2 hd da 2-3-4tb e li rimetto in raid1.
    2. sostituisco gli hd nel nas (hp microserver n54l) con 3x3-4tb (il quarto lo lascio da dedicare alla VM con torrent) e ne metto uno nel pc (1tb e mezzo tra steam ed origin, destinati ad aumentare, magari anche un immagine dell'ssd da 250Gb per ripristinare windows al volo).

    In entrambi i casi quali sono gli hd più adatti? (quelli specifici per nas tipo i wd red/se/re, gli hitaci serie NAS o i seagate constellation reggono bene carichi 24/7, ma come si comportano in caso di accensioni/spegnimenti frequenti?)
    Nel pc, considerando che l'hd sarà usato nella maggior parte dei casi in lettura contano molto le prestaioni?

  2. #2

    Iscritto dal
    25/01/2014
    Messaggi
    374
    Io farei cosi, sempre se hai voglia di smanettare un po' col NAS, SSD e HDD da 1TB WD Black nel PC, due dischi che ti garantiscono prestazioni per programmi e file di immediata importanza.
    Poi nel NAS gli metti 4HDD da 3TB in RAID 5, cosi oltre ad accelerare le velocità hai un minimo di Backup nel caso bruci un disco, ovviamente tutti WD Red che per questo utilizzo sono i migliori.
    Eventualmente puoi connettere lo Storage sul NAS al PC tramite iScsi per ottenere maggiore velocità ed un canale preferenziale nel trasporto di dati, ma con la Ethernet da 1Gb non cambia molto quindi puoi decidere in base a come ti trovi meglio.
    In questo modo hai i dati importanti sul NAS e fidati che non li perderai mai, i WD Red sono dischi ottimi e la Raid 5 ti garantisce un minimo di Backup, eventualmente puoi configurare anche una Sync sul cloud dei dati più importanti, invece sul PC hai uno storage veloce e immediato per tutto quello che può servire quotidianamente, il resto lo apri dal NAS ad una velocità ottima, tieni conto che 4 Red in Raid 5 dovrebbero garantire minimo 500MB/s di lettura, abbondantemente sufficenti per qualsiasi utilizzo, anche nel caso in futuro lo vorrai usare come storage per delle VM in iSCSI.
    EDIT: Per la VM torrent puoi tranquillamente usare una partizione o la stessa Raid che usi per i dati, oltre ad avere un backup dei dati che scarichi hai il vantaggio di sfruttare al massimo i Bay del microserver.
    Ultima modifica: 14-06-2014 alle 19:50, di markserver
    I5 2500K Stock Frequencies Super Pi Record
    22.8sec 736ms - markserver - I5 2500k @3300Mhz (aria) - LINK
    Felice possessore di Asus P8P67 Deluxe

  3. #3

    Iscritto dal
    16/10/2011
    Località
    Monza
    Messaggi
    1,267
    ciao

    intanto io estenderei un attimo la tua analisi, nel senso che se in 36 ore due hdd ti hanno lasciato, a me comunque puzza di qualche problemino di corrente e quindi, a meno che dici che il tuo alimentatore sia nuovo di pacca, ti direi in ogni caso di puntare l'occhio sulla sostituzione dello stesso (così eh... hai "solo" perso i dati di due dischi "vecchi" in raid1, se dovessi bruciare altri due dischi nuovi forse ti girerebbero di più)...magari è solo una paranoia mia, ma di solito cerco sempre di capirci qualcosina se succede un problema.


    Per quanto riguarda i dischi direi molto valide le opinioni di mark, anche se io opterei per una soluzione alternativa e che va magari un po' controcorrente. Per quanto si senta sempre parlar male di seagate, SGRAT, io ne ho avuti una caterva e faccio continue accensioni / spegnimenti del pc e han sempre retto il colpo senza problemi, anzi li ho sempre cambiati per maggiori esigenze di spazio e mai per problemi degli stessi (infatti ne ho qui ancora un paio da 1tb praticamente nuovi ma che non sto usando).

    Io farei così:
    SSD da 256gb / 512gb nel pc, affiancato da 1 hdd da 2/3tb seagate barracuda, e per quanto riguarda il pc lo lascerei così com'è.
    Poi sul nas ci metterei 4 bei WD red da 3TB in raid 10, così puoi avere due dischi fallati su quattro e continuare a lavorare, mantentendo ottimi livelli di rumore, velocità e consumi. La vm la fai girare all'interno del raid senza dedicargli un disco intero (che mi pare un po' uno spreco).

    Certo per darti un'indicazione precisa precisa magari dacci due info sul tuo pc...magari è un pc di 7-8 anni in sata I ecc e ci facciamo tanti problemi sulle velocità e poi sei castrato all'origine
    My High Eifficiency and Quietness RIG
    i7 4770S / Asus Z87-WS / 16GB Corsair Dominator Platinum / Asus GeForce GTX 750Ti STRIX
    Samsung 850EVO 500Gb / Seasonic Platinum P660 / Cooler Master Silencio 652 / Corsair H110i


  4. #4

    Iscritto dal
    26/05/2011
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    21,492
    Nel PC farei anch'io ssd per sistema e programmi principali, con WD Black per i dati che sull'ssd non riescono a stare (giochi steam eccetera).
    I WD Black ci sono fino a 4 tera, sta a te decidere se è meglio un disco singolo del taglio che preferisci oppure più dischi in raid, se desideri raid 0 per le performance o se vuoi un raid 1 per sicurezza.

    Nel NAS farei un raid 5 su quattro dischi, del taglio più grande possibile nel limite della ragionevolezza del budget

    Poi puoi sbizzarrirti in ogni combinazione di volumi condivisi, target iscsi come storage per la VM eccetera, ...
    Verità #10 | Viva l'unto, reale o presunto

  5. #5

    Iscritto dal
    09/11/2011
    Messaggi
    158
    Grazie pei consigli, il pc ha subito un refresh a fine maggio (i7 4790 + z97 + 2x8gb crucial ballistix) visto che il precedente si è fritto causa del dissipatore montato male...
    In effetti non avevo pensato all'alimentatore dando la colpa alla vecchiaia degli hd (uno da 2tb aveva circa 9400 ore di funzionamento, l'altro circa 7800, entrambi wd green, quelli da 500 non ho fatto in tempo a vederli, cmq hanno 7/8 anni), è un Cooler Master Gold pro 700 che ha circa 4 anni, al momento col resto del pc non ho problemi ma in effetti è da tenere d'occhio, anche perche oltre al case non è rimasto molto del pc originale (scheda video e ssd li ho aggiornati l'anno scorso).
    Esiste un modo per valutarlo senza dover aspettare che distrugga qualcosa?
    I miei dubbi erano sulle frequenze di accensione (per dire uno dei green aveva 1791 accensioni) visto che c'è si punta molto sul concetto di 24/7, ma io la sera vorrei dormire, quindi spengo tutto.
    Il motivo del disco dedicato è che i sw p2p stressano molto i dischi e non volevo rischiare il resto, cmq posso prendere un box esterno e metterlo li...
    Le VM sono già sul "nas" (in realtà è un dual core con 8gb di ram ecc e windows server 2012r2) quindi per loro il volume è locale.
    Mi informerò anche per il discorso iSCSI che ho solo intravisto e mai approfondito.
    In ogni caso grazie delle rispostttte, al solito sono state utili...

  6. #6

    Iscritto dal
    26/05/2011
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    21,492
    brevemente, poiché interessante:

    il NAS è in grado di creare un "target iSCSI" e una o più "LUN" (unità logiche) della dimensione che desideri.

    Sul PC c'è un "iSCSI Initiator".
    In windows è un servizio, c'è poi un pannello nel pannello di controllo. Se non c'è si aggiunge la funzionalità da programmi/funzionalità.

    Si configura l'initiator per collegarsi a una o più LUN di uno o più target.

    Compaiono in gestione disco come dischi locali pur essendo chissà dove nella rete (la i di iSCSI vuol dire internet).
    Li inizializzi e formatti come fossero dischi interni, il PC non saprà mai che in verità sono su un NAS.

    Il vantaggio è che i programmi non devono essere in grado di lavorare con unità di rete e come protocollo è molto efficace quindi come velocità POMPA DIBBRUTTO

    Lo svantaggio è che ovviamente quella LUN sul NAS occupa dello spazio che non è come un'unità condivisa.
    E non si possono connettere più initiators alla stessa LUN (o perlomeno non in modo compatibile con la corrente interpretazione di cristianesimo).


    Va da sé che il concetto di fondo è aggiungere storage a un computer dove per qualsiasi motivo (spazio, decisione personale, numero insufficiente di porte sata, ...) non puoi/vuoi mettere dischi fisici.
    Ma non vuoi utilizzare unità di rete vere e proprie.
    Verità #10 | Viva l'unto, reale o presunto

  7. #7

    Iscritto dal
    09/11/2011
    Messaggi
    158
    Ottima spiegazione, grazie!
    Come disco dati come vedi un sshd seagate al posto del wd black?

  8. #8

    Iscritto dal
    25/01/2014
    Messaggi
    374
    E' una buona scelta anche se non ha molto senso, visto che gli SSHD hanno al massimo 8GB di memoria Flash, quindi le prestazioni cambiano veramente poco infatti questi sono utilizzati per altri scopi con migliore riuscita, più che altro fatti una Raid 0 di WD Black e hai tantissimo Storage e una velocità ottima per i programmi.
    I5 2500K Stock Frequencies Super Pi Record
    22.8sec 736ms - markserver - I5 2500k @3300Mhz (aria) - LINK
    Felice possessore di Asus P8P67 Deluxe

  9. #9

    Iscritto dal
    09/11/2011
    Messaggi
    158
    Ordine effettuato:
    4x 3tb wd red per il nas e 1x 2tb wd black per i dati (ho preferito prenderne solo 1 per ora, mi sembrava una spesa inutile puntare subito su un raid0, visto che già così è stata una bella botta), se le esigenze cambieranno ne affiancherò un'altro...
    Ho preso un box esterno in cui piazzerò uno dei dischi che avanzano da usare per i download.
    In ogni caso ho deciso di non aspettare la morte naturale, tra 5 anni (se ci arrivano) andranno tutti in pensione...

  10. #10

    Iscritto dal
    25/01/2014
    Messaggi
    374
    Ottima scelta, fai qualche test quando monti la RAID 5 sono curioso di vedere come vanno i Red contro i dischi da 10K SAS
    I5 2500K Stock Frequencies Super Pi Record
    22.8sec 736ms - markserver - I5 2500k @3300Mhz (aria) - LINK
    Felice possessore di Asus P8P67 Deluxe


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 03:21.