+ Rispondi
Pagina 1 di 9 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 su 89
  1. #1
    monkey
    Iscritto dal
    02/04/2013
    Località
    S.N.S. (NO)
    Messaggi
    280

    Project DjTech by Gress



    Weiiila quanto tempo dall'ultima volta su TA



    Dopo un lungo periodo di inattività sul forum, in cui sono riuscito finalmente a prendere sta benedetta laurea triennale e iniziare la magistrale , ritorno da voi con un nuovo progetto, lasciando solo momentaneamente da parte il progetto della Progress desk case, per cui ho progettato piani a lungo termine in cui rientra in parte anche questo progetto, ma svelerò i piani e la tabella di marcia a tempo debito.
    Per ora vado a svelarvi in cosa consiste questo progetto e tutti i dettagli.
    Come potete intuire dal nome, il progetto ha a che fare con i Dj. Il lavoro infatti è stato sviluppato per mio fratello, che, oltre al normale lavoro, svolge la professione di Dj (nome d'arte "MACO"). Bando alle ciance e passiamo alla descrizione (alcune immagini hanno tutta l'estetica e altre no, sono ancora work in progress )

    DETTAGLI DEL PROGETTO









    Ho studiato il case in funzione di quelli che sono i bisogni e le comodità della professione del Dj. Una struttura pulita, per un certo senso anonima, ho preferito qualcosa di più serio, anche perchè potrebbe portarselo nei locali eventualmente, quindi deve essere abbastanza sobrio, inoltre mio fratello non ama le cose troppo tamarre.
    Innanzitutto la scheda madre non presenta la solita orientazione con le prese verso il posteriore, ma bensì verso l'alto. Questo è molto comodo in quanto si ha subito in bella vista e a disposizione tutte le prese USB, VGA e i connettori audio di scheda madre e scheda audio, molto utile per chi smanetta nel campo e come mio fratello non gli bastano mai le prese frontali del case.
    Per motivi di ingombro e trasportabilità, il case è strutturato su più piani, sfruttando al massimo lo spazio disponibile e riducendo eventuali spazio vuoti all'osso, orribili alla vista e privi di alcun utilizzo.
    Per motivi analoghi alle prese della scheda madre, i cestelli devono essere accessibili e facilmente removibili.
    Il raffreddamento è stato oggetto di lunghe riflessioni e qualche prova. Innanzitutto un Dj lavora con programmi che stressano la cpu, quindi è necessario raffreddare efficacemente tutto il comparto hardware e fornire aria fresca in maniera costante, ma limitando il rumore in quanto noioso e anche problematico nelle sessioni di lavoro.
    Nessun impianto a liquido è stato previsto, anche se lo spazio c'è, per più motivi, che vanno dalle più complesse operazioni di manutenzione e un peso maggiore, oltre ovviamente al prezzo.
    Le ventole saranno disposte solo nel comparto scheda madre, processore e scheda video, una ventola frontale in immissione per richiamare un pò lo stile di una cassa. Una ventola sul top e 2 sul retro per espellere rispettivamente l'aria del dissipatore e della vga. Questa è la configurazione che, secondo me, ottimizza di più le posizioni delle ventole sulla vga e sul dissipatore, oltre a sfruttare al meglio gli spazi.









    L'hardware per ora sarà per metà nuovo e per metà del vecchio pc:


    scheda madre MSI 770-C45
    processore AMD Phenom II 955 B raffreddato da un hyper 412s
    Scheda video: amd radeon R9 280 Dual-X Overclock 3 gb ram
    ram: corsair vengeance 1600 low profile white edition 2*4gb
    alimentatore: XFX 520w
    Hard disk: samsung evo 256 gb









    Scheda madre e cpu saranno cambiati probabilmente in seguito, fanno un collo di bottiglia non indifferente.

    Come avrete intuito la colorazione sarà bianca e nera.
    Sarà composto da multistrato di vari spessori e alluminio e plexiglass per la finestra dove poter vedere l'interno. Con questa mod intendo migliorare le mie capacità col legno, che con la Desk, essendo novello nel campo, mi dava non pochi problemi, inoltre intendo fare esperienza il più possibile con alluminio e plexiglass per la prossima mod, già progettata anche su cad e in attesa della revisione finale


    Premetto che il progetto è iniziato mesi fa, quindi sono un pò avanti con le lavorazioni, ho voluto prendere un pò di tempo, purtroppo il tempo è tiranno. Però prometto foto migliori, anche se non ci vuole molto .
    e ora si inizia
    Innanzitutto partiamo dagli accessori:
    tempo fa ho aggiunto una new entry al mio capannone-laboratorio, un oggettino che mi farà molto comodo per legno e plexi.















    per chi non sà esattamente cosa sia o giusto perchè magari non si capisce troppo , è un traforo elettrico. La lama può essere fissata in due direzioni, per un miglior confort nei tagli.
    Importante altro particolare, è dotata di una manopola che regola le oscillazioni di taglio, fondamentale quando devi usarla per lavorare materiali diversi con spessori e proprietà diverse. L'ho provata parecchio e, nonostante chiaramente non sia di marca, sono molto contento dell'acquisto
    E qui abbiamo il capannone-laboratorio dopo qualche aggiunta














    Ora con anche il laboratorio svelato, è il momento di partire, è tutto inizia da un pannello di multistrato su cui prendere le misure dei pezzi




    ora via di alternativo



    Usando la sega a nastro ritaglio il tutto, nel mentre assemblo sommariamente usando vario lattame per tenere insieme i pezzi




    Foto aggiornate alle ultime lavorazioni fatte:

    Spoiler: foto aggiornate

    Ultima modifica: 12-06-2015 alle 00:03, di Gress

  2. #2
    Maestro del Barbonio
    Iscritto dal
    16/10/2011
    Località
    Bonassola
    Messaggi
    4,762
    Proggetto interessante, anche se personalmente non amo i case in legno.


  3. #3
    Iron Man
    Iscritto dal
    13/10/2011
    Località
    A sud.... Moolto a Sud!
    Messaggi
    1,540
    quindi alla fine me lo regali??

    Scherzo, seguo... vediamo che combini
    FB: https://www.facebook.com/HerodjWorkshop/

    - Modder Dell'Anno 2012 - Miglior Modder 2013
    Pazzo da sano, furioso da malato [cit. Dot Kappa] |
    Quando un modder col dremel incontra Hero col flessibile, il modder col dremel è un uomo morto. [cit. Matteo]


  4. #4
    Modder in erba
    Iscritto dal
    12/10/2011
    Località
    Livorno
    Messaggi
    3,400
    Seguo
    Mod:

    - Yamato
    ■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ 100%

    "La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare: è aver qualcosa da fare, e non farla." - M. Achard


  5. #5
    monkey
    Iscritto dal
    02/04/2013
    Località
    S.N.S. (NO)
    Messaggi
    280
    Quote Originariamente inviato da Fabius Bile Visualizza il messaggio
    Proggetto interessante, anche se personalmente non amo i case in legno.

    benvenuto

    Quote Originariamente inviato da HeroDj Visualizza il messaggio
    quindi alla fine me lo regali??

    Scherzo, seguo... vediamo che combini
    ahaha giuro che non voglio rubarti il nome

    benvenuto

    Quote Originariamente inviato da EgYpT Visualizza il messaggio
    Seguo
    benvenuto anche a te

    Proseguo abbastanza rapidamente con le lavorazioni

    Ora mostro le fasi della costruzione del cestello provvisorio degli hard disk, necessario per prendere le misure corrette nelle prossime lavorazioni.

    Partiamo dalla scelta del miglior disco da taglio (ho optato per un 409), passo col tagliare il cestello degli hard disk del mio vecchio case oramai in disuso, costituito da due pezzi di latta forati per potervi montare gli hard disk e dai supporti (nient'altro che uno scalino di alluminio) per mantenere il peso degli stessi





    ho preso un pannello che una volta era fissato ai muri di casa ( del resto non va buttato nulla
    ) e l'ho ritagliato con la sega a nastro, dopodichè l'ho forato e nei fori ho inserito una semplice vite, in modo tale che mi tenesse dritto uno dei due lati del cestello in metallo appena tagliati





    mentre lavoravo, mi sono accorto che un essere mi osservava e scrutava alla caccia di pezzi di legno da mordere


    Spoiler: foto cane



    tagliato un secondo pezzo di legno e forato seguendo le misure dei fori dell'altro e la distanza che i due lati del cestello avevano nel case.



    infine si monta il tutto




    Questo era solo il sample necessario per avere le misure dei fori per il cestello successivo, sempre provvisorio.
    L'idea iniziale era quella di nascondere le viti all'interno di uno spazio non visibile dei due lati del cestello tagliati, in cui il metallo è stato curvato, tuttavia non ho trovato barre filettate abbastanza lunghe, quindi ho modificato il progetto, e tutto sommato non mi lamento. vediamo come.
    Partiamo da qualche acquisto



    Taglio altri due pezzi di legno di egual misura e li foro dopo averli scocciati assieme, in modo tale da aver perfetta corrispondenza dei fori



    ora passo alle barre filettate con diametro 6mm, con lo scotch di carta segno la lunghezza che mi serve e taglio la barra col dremel



    e alla fine si passa al montaggio



    infine si prendono le prime misurazioni, prendo il pannello di legno che avevo tagliato, il quale sarà il fondo del case, e comincio a misurare


    Fermare le scimmie nella vostra testa potrebbe essere considerato maltrattamento, non vorrete davvero essere così crudeli con gli animali
    Project Progress by Gress

  6. #6
    Maestro del Barbonio
    Iscritto dal
    16/10/2011
    Località
    Bonassola
    Messaggi
    4,762
    Beh dai, stai procedendo abbastanza speditamente.



    P.S.
    Hai anche tu una vecchia Micra bianca?

  7. #7

    Iscritto dal
    13/10/2011
    Messaggi
    7,550
    Vedo che la primavera sta tirando fuori la voglia di moddare.
    Hai fatto un bel progetto , sono curioso di come proseguiranno i lavori per vedere come un idea si trasforma da uno "schizzo" alla realtà... che è una delle parti che preferisco in un worklog assieme alle foto delle lavorazioni.

    Che spessore ha il legno che stai usando 2 cm?

    Bel Lab, che hai tutto l' occorente per tirare fuori delle ottime cose
    "If you can't open it, you don't own it" by Mister Jalopy

    "L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione" O. Wilde

  8. #8
    monkey
    Iscritto dal
    02/04/2013
    Località
    S.N.S. (NO)
    Messaggi
    280
    Quote Originariamente inviato da Fabius Bile Visualizza il messaggio
    Beh dai, stai procedendo abbastanza speditamente.



    P.S.
    Hai anche tu una vecchia Micra bianca?
    premetto che queste sono vecchie lavorazioni, sono molto avanti, aggiorno molto spesso per portarmi in pari con i lavori, comunque ti ringrazio!!

    si una micra 2002, più comunemente nota come "lo scassone" , è di mia mamma, io ho una punto evo

    Quote Originariamente inviato da Dot_Kappa Visualizza il messaggio
    ...
    cia Dot_Kappa e benvenuto

    la voglia c'è sempre, è il tempo che manca, la primavera aiuta perchè ci sono più ore di luce

    Hai fatto un bel progetto , sono curioso di come proseguiranno i lavori per vedere come un idea si trasforma da uno "schizzo" alla realtà... che è una delle parti che preferisco in un worklog assieme alle foto delle lavorazioni.
    grazie si sono le stesse cose che mi fanno piacere più un worklog di un altro, spero di riuscirci col mio

    Che spessore ha il legno che stai usando 2 cm?

    Bel Lab, che hai tutto l' occorente per tirare fuori delle ottime cose
    si due cm, la scelta l'ho fatta per il fatto che il multistrato resta molto tenero, e durante le lavorazioni perde pezzi, e con uno spessore minore avevo paura di poter avere cedimenti

    grazie, speriamo di tirarle fuori ste ottime cose,
    sono attrezzato solo per il legno però, di cui ho quasi tutti gli strumenti per fare bene o male tutto. Ora voglio prendere qualcosa per l'alluminio e materiali metallici in generale, in quanto, almeno per le strutture, mi sposterò in futuro su questi materiali

    aggiornamento

    eravamo rimasti al cestello degli hard disk montato, l'unica costa che resta da fare è accorciare le barrette filettate in modo che siano in pari con i bulloni, con l'aiuto del dremel è un lavoretto facile



    Una problematica che mi ha afflitto con il precedente progetto è stato il fissaggio dei pezzi di legno. Scoprii a mio malgrado che l'uso delle bussole con un legno morbido come il legno non è la scelta migliore, a meno di prendere qualche accorgimento.
    La colla molte volte resta l'opzione più pratica per unire le parti di legno, tuttavia volevo costruire un case completamente smontabile e quindi personalizzabile nonchè modificabile
    L'utilizzo del multistrato rinnovava in me la speranza che l'accoppiata vite-bussola potesse funzionare, quindi presi due pezzi di legno ho inserito una bussola e unito i due pezzi



    il risultato non mi è dispiaciuto



    i pezzi sono stati smontati e riuniti una decina di volte per confermare l'effettiva solidità e controllare che la bussola non uscisse dalla sede come invece era per l'abete
    Scelto il metodo di unione delle parti del case, era giunto il momento di utilizzare i bordini. L'utilizzo dei bordini offre due vantaggi, uno sicuramente estetico e un altro protettivo: i lati del legno infatti sono i più soggetti ad assorbire acqua, soprattutto i lati del multistrato, molto porosi, quindi l'aggiunta del bordino permette una protezione dall'umidità e protegge il legno da rigonfiamenti e pieghe.
    Tali bordini sono composti da un sottile strato di legno a cui è stata applicata della colla, la quale può essere sciolta a caldo.
    Quindi mi sono procurato un ferro da stiro per l'operazione (si potrebbe usare anche la pistola a caldo, ma il ferro è migliore per un motivo che vi spiego qua sotto)



    Una volta scaldato il ferro, si taglia un bordino di una lunghezza un pò maggiore del lato del pezzo di legno, dopodichè lo si dispone sul lato, si prende il ferro e si scalda con il vapore il bordo, schiacciando allo stesso tempo il bordo contro il legno sempre col ferro ( ecco quello che non si può fare con la pistola che risulta molto comodo ed efficace). Bisogna trovare il giusto tempo di riscaldamento, infatti se si scalda troppo la colla resta fusa per un tempo maggiore e diventa complicato fissare il pezzo diritto, mentre scaldare poco non fa aderire bene la colla, con conseguente distacco del bordino. In genere due passate senza mettere al massimo il ferro sono sufficienti, almeno col ferro che ho io
    Purtroppo non ho foto della fase di riscaldamento, in quanto con una mano tenevo il legno e con l'altra il ferro, non c'erano dita disponibili per il telefono
    Una volta scaldato col ferro ho posato velocemente il ferro e si schiaccia il bordino usando un pezzo di legno, per far aderire la colla



    dopodichè ho lasciato riposare un minuto per raffreddare completamente la colla, schiacciando il bordino col peso del pezzo di legno




    infine ho tagliato l'eccesso con un taglierino, e questo è il risultato finale, non male



    a questo punto sono passato all'inserimento delle bussole e a forare il legno per il passaggio delle viti



    le bussole non hanno il filetto, e misurano circa 13mm, quindi è necessario fare un buco con la punta del 13 e poi incastrare la bussola.
    Essendo il legno di spessore 20 mm non c'era possibilità di sbaglio

    comincio scegliendo le punte necessarie



    per fare i fori il più precisi e dritti possibili, utilizzando quel trapano killer che penso pesi 10 kg, ho fatto un primo foro da 3mm, poi allargato lentamente, seguendo le seguenti misure 6 mm --> 8 mm --> 10 mm --> 12 mm --> 13 mm
    questo veniva fatto per ogni foro delle bussole






    per incastrare la bussola usavo il martello e uno straccio, davo un primo colpo per incastrare la bussola nel buco in modo che fosse il più dritta possibile, poi mettevo sopra la bussola uno straccio per evitare che le martellate rovinassero il legno, dopodichè convincevo la bussola ad entrare fino a che non fosse a filo con l'imboccatura del foro



    I fori sono stati fatti circa 0,5 cm più profondi della bussola, per il passaggio di fissaggio finale con la colla
    come ultima cosa per scongiurare qualunque tipo di movimento della bussola, quindi annegavo la bussola nella colla per riempire quel mezzo cm di foro in più, e fuori per evitare che si muovesse.



    infine a colla asciugata ho fatto una prova unendo i lati, ma non prima di aver accorciato un pò le viti, sempre grazie al dremel




    ho quindi ripetuto gli stessi passaggi per gli altri pezzi, unendo poi i pezzi mano a mano che erano pronti



    tutte le viti hanno subito opera di accorciamento e sistemato il tetto che risultava, come si può vedere nella foto qui sopra, più grande del necessario




    fino ad avere la struttura finale



    infine ho deciso di provare il traforo, che mi sarebbe servito da li a poco

    Fermare le scimmie nella vostra testa potrebbe essere considerato maltrattamento, non vorrete davvero essere così crudeli con gli animali
    Project Progress by Gress

  9. #9
    monkey
    Iscritto dal
    02/04/2013
    Località
    S.N.S. (NO)
    Messaggi
    280
    Aggiornamento

    siamo arrivati alla struttura del case montata, purtroppo gli errori di misura son dietro l'angolo. Il giorno dopo mi sono accorto che uno dei lati era più corto degli altri



    Finito di insultarmi e di cercare nella mia mente dove e quando ho sbagliato a tagliare, ho preso quindi un altro pezzo di legno di spessore identico e ne ho tagliato una striscia di legno



    l'ho ritagliata lasciando un paio di millimetri in più di margine che verranno poi portati in pari con la levigatrice



    infine mi sono munito di vinavil e pennello, l'ho stesa sui due lati da incollare per avere la massima efficacia e tutta la superficie coperta di colla in modo più omogeneo possibile. L'eccesso l'ho tolto con uno straccio.



    ho quindi inventato di sana pianta un metodo per tenere uniti in pressione i due pezzi per permettere la massima incollatura. Come al solito i metodi home made sono sempre i migliori



    quindi ho atteso 2 giorni per far asciugare la colla e qui potete vedere il risultato finale, l'incollatura è venuta bene, la colla in eccesso può essere facilmente grattata, così non ho dovuto rifare il pezzo che avrei dovuto ricomprare non avendolo in casa, l'arte di arrangiarsi , non mi lamento, dovendo poi mettere i bordini a tutti i restanti pezzi del case e riverniciando, non si vedrà nulla



    e questo è il risultato dopo una prima prima levigata



    ora i pezzi combaciano
    Come al solito le mie guardie del corpo osservano ogni movimento



    Torniamo a noi. Dopo aver sistemato il case mi sono occupato di fare le guide per il cestello degli hard disk, ho quindi preso un alimentatore qualunque per fare le prime misure



    per fare le guide ho deciso di utilizzare la fresatrice verticale bosch, strumento che ho sempre fissato con l'idea di usarlo, ma che non sapevo manco come si accendesse , quindi ho dovuto prima imparare ad usarla. Dalle foto vedete le prime prove, ovviamente andando rigorosamente a caso sul pezzo di legno.



    presa un pò la mano ho fatto una prova su un pezzo di legno usato




    infine ho fatto una prova con il cestello, il risultato mi garbava. I bulloni del cestello vengono utilizzati come appoggio per far scorrere il cestello, per quello non li nascondo direttamente. quelli nelle guide sono nascosti dal legno, quelli dell'altro lato saranno nascosti dal piano separatore che vi farò vedere in seguito.





    Visti i risultati positivi della prova sono passato ai pezzi reali, con la sola differenza di fare lo scavo nel legno di 6 mm anzicchè 5 mm come per le prove, al fine di far stare anche le future guide in alluminio che faro ad Hoc



    fatte tutte le guide, ho fatto una prova rapida col cestello, una delle due guide è venuta un pò larga (quella di destra), purtroppo ho fresato mezzo centimetro di troppo, fortunatamente si noterà poco



    infine ho sfruttato lima e dremel con apposito attrezzo o rifinito il tutto



    infine un'ultima prova con il cestello che ora scorre decisamente meglio dopo aver lissssiato tutto

    Fermare le scimmie nella vostra testa potrebbe essere considerato maltrattamento, non vorrete davvero essere così crudeli con gli animali
    Project Progress by Gress

  10. #10
    Maestro del Barbonio
    Iscritto dal
    16/10/2011
    Località
    Bonassola
    Messaggi
    4,762
    A cosa ti serve avere il cestello semovente?



 
+ Rispondi
Pagina 1 di 9 1 2 3 ... UltimaUltima

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 18:18.