Google contro la Francia sulla tassa sui motori di ricerca

 

Si è aperta una importante disputa tra il Governo francese e Google. La Francia, su pressione degli editori, vorrebbe istituire una tassa sui motori di ricerca. Google non ci sta ed attacca a testa bassa.

Google mette sul piatto circa 4 miliardi di click al mese verso i siti degli editori francesi, gli stessi che stanno facendo pressione affinché il Governo predisponga una tassa sui motori di ricerca. Forte di questi numeri, nel caso la tassa diventasse operativa,  Google ha affermato che farebbe a meno di citare i media francesi nei risultati del proprio motore di ricerca.

La richiesta degli editori è una sorta di tassa sui diritti d’autore richiesta ai vari motori di ricerca (leggi Google) che utilizzano i loro link su Google Actualités, per contro, Google ha risposto che tassare i motori di ricerca renderebbe internet meno ricca dal punto di vista delle informazioni.

Questa è l’annosa querelle, presente anche in altri Paesi, tra gli editori e Google, che utilizza le migliori informazioni presenti in rete e le raggruppa su Google News (in Italia), divise per argomenti e per importanza. E’ vero anche che questa indicizzazione porta notevoli vantaggi in termini di traffico, agli editori, ed è altrettanto vero che si accede a Google News previa richiesta, ma è possibile anche essere esclusi da questo importante servizio.

 
Tag dell'articolo: , , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980