Motorola Moto X: ancora rivelazioni

 

Moto X avrà un rivestimento Gorilla Glass che coprirà anche i fianchi, rendendolo più resistente a urti e cadute ed una serie di funzioni esclusive come Motorola Assist, Device ID, Migrate, Active Display e controlli vocali, vediamo assieme le novità.

Continuano a emergere dal Web novità riguardo all’ormai imminente Motorola Moto X, il primo smartphone dell’azienda americana realizzato dopo l’acquisizione di due anni fa da parte di Google. Dopo le immagini ufficiali sappiamo ad esempio ora che la scocca sarà realizzata in lega di alluminio, così da essere leggera e robusta al tempo stesso.

MotoX-512x460

Una novità invece sarà rappresentata dal vetro di protezione del display, una nuova versione del celebre Corning Gorilla Glass che ruoterà ora anche sui fianchi, offrendo così una protezione ancora maggiore a urti e cadute, soluzione forse ribattezzata Magic Glass.

Le novità maggiori comunque riguardano le funzionalità del telefono: su Internet infatti sono apparsi alcuni shot di schermate che mostrano funzionalità esclusive. Tra quelle viste da ricordare soprattutto Motorola Assist, un’app simile a Smart Actions, tramite cui cioè configurare comportamenti diversi dello smartphone a seconda delle ore del giorno e del luogo in cui ci si trova, Motorola Device ID, che consentirà di rintracciare il telefono in caso di furto o smarrimento, Motorola Migrate che permetterà invece di trasferire rapidamente messaggi, cronologia delle chiamate, contatti della rubrica, contenuti multimediali ed impostazioni di sistema da un qualsiasi altro smartphone Android al Moto X, e Active Display, tramite il quale sarà possibile visualizzare alcune informazioni base eseguendo delle gesture sul display, senza bisogno di far uscire lo smartphone dallo stato di stand-by.

La funzione più attesa di Moto X comunque è quella, ampiamente anticipata nei precedenti rumor, per cui sarà possibile accedere ai controlli vocali senza dover premere alcun pulsante fisico o software. In maniera del tutto simile a quanto accade infatti con i Google Glass basterà pronunciare la frase “Ok Google Now” (per l’altro device infatti è Ok Google Glass) per attivare l’assistente vocale.

Le uniche perplessità dunque restano ancora legate unicamente alla piattaforma hardware, per la quale non ci sono conferme. Per sapere comunque se il Motorola Moto X avrà realmente un display da 4.7 pollici con risoluzione HD, fotocamera posteriore da 10 megapixel, processore quad-core Qualcomm con clock rate di 1.7 GHz, 2 GB di memoria RAM, memoria espandibile tramite microSD e l’ultima versione del sistema operativo Android, la 4.3 Jelly Bean, non resta dunque che attendere il prossimo primo agosto, data in cui Motorola presenterà ufficialmente lo smartphone con un evento che si svolgerà a new York.



 
Tag dell'articolo: , , , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980