Le nuove console Nintendo potrebbero chiamarsi Fusion

 

Nintendo starebbe pensando di reagire alla crisi sviluppando un’intera famiglia di console integrate, che comprenderanno sia le evrsioni mobile che domestiche. Sono anche state diffuse alcune specifiche, ma al momento sembrano poco credibili, vediamo perché.

Appena qualche giorno fa vi abbiamo riportato il pensiero del presidente della Nintendo, che lasciavano presagire una profonda ristrutturazione e un ripensamento radicale del posizionamento dell’azienda stessa sul mercato futuro, a seguito delle vendite disastrose sia delle console portatili che della Wii U.

nintendo-fusion-sono-le-due-nuove-console

Secondo alcune fonti vicine all’azienda, riportate da una testata che si occupa del mondo Nintendo però il ripensamento non avrebbe escluso definitivamente un nuovo tentativo, seppure completamente diverso per approccio. Le fonti infatti parlano di un nuovo ecosistema integrato tra console mobili e domestiche, con una nuova generazione di prodotti indicati col nome Fusion, nello specifico Fusion DS (la vecchia 3DS) e Fusion Terminal (Wii U) che, come suggerirebbe il nome, potrebbe essere il terminal casalingo di un sistema che consentirebbe di continuare a giocare ininterrottamente sia dentro che fuori casa.

Le fonti hanno anche riportato le specifiche tecniche, piuttosto complete, dei due ipotetici device:

Fusion DS

CPU: ARMv8-A Cortex-A53 GPU: Custom Adreno 420-based AMD GPU
COM MEMORY: 3 GB LPDDR3 (2 GB Games, 1 GB OS)
2 130 mm DVGA (960 x 640) Capacitive Touchscreen
Slide Out Design with Custom Swivel Tilt Hinge
Upper Screen made of Gorilla Glass, Comes with Magnetic Cover
Low End Vibration for Gameplay and App Alerts
2 Motorized Circle Pads for Haptic Feedback
Thumbprint Security Scanner with Pulse Sensing Feedback
2 1mp Stereoptic Cameras
Multi-Array Microphone
A, B, X, Y, D-Pad, L, R, 1, 2 Buttons
3 Axis Tuning Fork Gyroscope, 3 Axis Accelerometer, Magnetometer
NFC Reader
3G Chip with GPS Location
Bluetooth v4.0 BLE Command Node used to Interface with Bluetooth Devices such as Cell Phones, Tablets
16 Gigabytes of Internal Flash Storage (Possible Future Unit With 32 Gigabytes)
Nintendo 3DS Cart Slot
SDHC “Holographic Enhanced” Card Slot up to 128 Gigabyte Limit
Mini USB I/O
3300 mAh Li-Ion battery

Fusion Terminal

GPGPU: Custom Radeon HD RX 200 GPU CODENAME LADY (2816 shaders @ 960 MHz, 4.60 TFLOP/s, Fillrates: 60.6 Gpixel/s, 170 Gtexel/s)
CPU: IBM 64-Bit Custom POWER 8-Based IBM 8-Core Processor CODENAME JUMPMAN (2.2 GHz, Shared 6 MB L4 cache)
Co-CPU: IBM PowerPC 750-based 1.24 GHz Tri-Core Co-Processor CODENAME HAMMER
MEMORY: 4 Gigabytes of Unified DDR4 SDRAM CODENAMED KONG, 2 GB DDR3 RAM @ 1600 MHz (12.8 GB/s) On Die CODENAMED BARREL
802.11 b/g/n Wireless
Bluetooth v4.0 BLE
2 USB 3.0
1 Coaxial Cable Input
1 CableCARD Slot
4 Custom Stream-Interface Nodes up to 4 Wii U GamePads
Versions with Disk Drive play Wii U Optical Disk (4 Layers Maximum), FUSION Holographic Versatile Disc (HVD) and Nintendo 3DS Card Slot
1 HDMI 2.0 1080p/4K Port
Dolby TrueHD 5.1 or 7.1 Surround Sound
Inductive Charging Surface for up to 4 FUSION DS or IC-Wii Remote Plus Controllers
Two versions: Disk Slot Version with 60 Gigs of Internal Flash Storage and Diskless Version with 300 Gigs of Internal Flash Storage

A ben guardare però sembra esserci aria di fake in questa notizia: se è vero che si parla di ecosistema allora non avrebbe senso avere un SoC ARM nella Fusion DS e una APU AMD nel Fusion Terminal, come funzionerebbe infatti il passaggio senza soluzione di continuità tra due piattaforme così diverse? E i giochi dovrebbero essere compatibili con entrambe? Inoltre Nintendo, così facendo, perderebbe almeno in parte la retrocompatibilità con i giochi attuali, basati su architettura x86. Insomma permangono diversi dubbi, attenderemo sviluppi successivi.   

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

Archivo mensile 2017


Visualizza gli Archivi completi
▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980