Review NVIDIA GeForce GTX 650 Ti Boost: fa divertire e non fa svenare

 

NVIDIA ha recentemente annunciato una nuova scheda video dedicata alla fascia media del mercato desktop, ci stiamo riferendo alla GeForce GTX 650 Ti Boost Edition. Frequenze di funzionamento maggiori per il Core ed un comparto memoria potenziato sono le sue caratteristiche distintive, ma non trascura il comparto software con il pieno supporto alle più recenti tecnologie NVIDIA. Proseguiamo con l’analisi di un sample reference.

Pochi giorni fa abbiamo analizzato la nuova scheda video AMD Radeon HD 7790 per la fascia mainstream, NVIDIA non si è fatta attendere e pochi giorni dopo ha presentato la GeForce GTX 650 Ti BOOST, di fatto un’agguerrita rivale per questo settore. NVIDIA ha scelto però un approccio diverso di progettazione, infatti non ha presentato un nuovo processore grafico adibito a questa scheda video ma ha implementato la tecnologia GPU Boost, quindi frequenze di funzionamento maggiori per il Core.

Ma non solo, rispetto alla Geforce GTX 650 Ti il comparto RAM è stato potenziato, ora adotta chip GDDR5 per una capacità totale di 2 GB (è prevista una variante anche da 1 GB), ma soprattutto operano ad una frequenza maggiore (1500 MHz) e sono abbinati ad un Bus a 192 Bit (rispetto al tradizionale 128 Bit).

NVIDIA Geforce GTX 650 Ti Boost 5


Il processore grafico adottato è il GK106, una soluzione con architettura Kepler prodotto con processo produttivo a 28 nm. Attualmente viene già sfruttato in più varianti nelle schede video GeForce GTX 660 e GeForce GTX 650 Ti, la soluzione impiegata nella nuova proposta consiste nella versione con 4 unità SMX attive (su 5 disponibili) per un totale di 768 Cuda Core. Nello specifico le frequenze di funzionamento per il Core si attestano rispettivamente a 980 MHz per il valore base e 1033 MHz in modalità Boost, ci teniamo a ricordare che quest’ultimo valore non sarà la frequenza massima raggiungibile, ma in base al consumo/TDP (identificato in tempo reale) potrà variare. 

NVIDIA Geforce GTX 650 Ti Boost 6

Al tal proposito segnaliamo per la variante reference un TDP di 140 Watt e la necessita di un connettore supplementare PCIe 6 PIN, un valore leggermente maggiore sarà previsto per le versioni custom overcloccate di fabbrica, soluzioni che verranno presentate successivamente sul mercato.

Di seguito un diretto confronto con le attuali schede video NVIDIA della gamma GTX 650 e GTX 660:

   GTX 650  GTX 650 Ti  GTX 650 Ti BOOST  GTX 660  GTX 660 Ti
Processo 28 nm 28 nm 28 nm 28 nm 28 nm
Transistor 1.3 miliardi 2.54 miliardi 2.54 miliardi 2.54 miliardi 3.54 miliardi
Dimensione Die 118 mm2 221 mm2 221 mm2 221 mm2 294 mm2
ROPs 16 16 16 24 32
Unità Texture 32 64 64 80 112
Stream/Cuda Core 384 768 768 960 1344
Frequenza Core 1058 MHz 925 MHz 980 MHz 980 MHz 915 MHz
Frequenza Memoria 1250 MHz 1350 MHz 1502 MHz 1502 MHz 1502 MHz
Interfaccia Memoria 128 Bit 128 Bit 192 Bit 192 Bit 192 Bit
Capacità Memoria 1 GB 1 GB 2 GB 2 GB 2 GB
Bandwidth 80 GB/s 86.4 GB/s 144.2 GB/s 144.2 GB/s 144.2 GB/s
Consumo (TDP) 64 W 110 W 140 W 140 W 150 W

NVIDIA-Geforce-GTX-650-Ti-Boost-Foto-1

Sul fronte delle tecnologie non ci sono state novità, ma pur essendo la GeForce GTX 650 Ti Boost una soluzione per la fascia mainstream, supporta tutte le più recenti tecnologie progettate da NVIDIA e non, tra cui: PhysX, SLI, Adaptive V-Sync, TXAA, PCI Express 3.0, DirectX 11, ecc. Tramite la tecnologia NVIDIA 3D Vision permette l’impiego sino a 4 schermi in alta definizione, con supporto alla modalità Surround ed eventualmente all’abilitazione della visione 3D stereoscopica (tramite monitor e occhialini compatibili).NVIDIA Geforce GTX 650 Ti Boost 7

Procediamo con l’analisi dettagliata del sample ufficiale NVIDIA.

 

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980