Review NVIDIA GeForce GTX TITAN: test prestazionali!

 

 Overclock

L’overclock permette di migliorare le prestazioni variando i parametri di funzionamento della scheda, ciò comporta anche un aumento delle temperature e dei consumi, inoltre valori esagerati potrebbero danneggiare il prodotto oltre a farne decadere la garanzia del produttore.

Partendo dalle frequenze originali di 837 MHz per il Core e 1502 MHz per la memoria abbiamo raggiunto stabilmente i 1000/1700 MHz, utilizzando la velocità della ventola in automatico e innalzando al massimo i target per la tecnologia GPU Boost 2.0. Di seguito il software EVGA Precision con il setting impiegato:.

NVIDIA Geforce TITAN OC EVGA Precision

Un valore base di 1 GHz per il Core consiste in una frequenza “Boost” di 1039 MHz, in realtà durante i test con Crysis 2 ha raggiunto picchi di oltre 1150 MHz. Un valore già di per sé interessante, in quanto alla presentazione ufficiale i tecnici NVIDIA avevano ipotizzato una frequenza in overclock di circa 1100 MHz, un valore quindi gestibile dal sample in nostro possesso. Di seguito i report del software GPU-Z, da notare che nella pagina “sensors” abbiamo appositamente scelto alcuni valori massimi, per evidenziare tali caratteristiche durante le situazioni più critiche. Come ad esempio il limite del TDP raggiunto o la velocità di rotazione per la ventola (aumentata di circa 100 RPM, rispetto alla configurazione default).

NVIDIA Geforce TITAN GPU-Z OC NVIDIA Geforce TITAN GPU-Z OC 2

Proseguiamo con i test:

NVIDIA Geforce TITAN Test 25 NVIDIA Geforce TITAN Test 26

Crysis 2 è stato eseguito in modalità surround con 3 monitor (5760×1080) per evidenziare maggiormente i benefici dell’overclock, inoltre a nostro punto di vista è anche inutile eseguire questa pratica con la TITAN se si dispone di un unico monitor Full-HD. Il boost consiste in un 12-13%, un valore utile nei casi più ostici per ottenere il miglior intrattenimento visivo. Con il 3DMark 11 otteniamo un aumento del circa 15% nella suite grafica e un punteggio totale che sfiora i 14.000 punti.

Considerando il costo di acquisto della GeForce TITAN è probabile che molti appassionati l’abbinino ad una piattaforma altrettanto high-end, al momento quindi la scelta preferibile consiste in un sistema basato sul socket Intel LGA2011 e relativi processori a 6 Core. Abbiamo pertanto eseguito alcuni test supplementari in overclock, questa volta però sfruttando la scheda madre Asus P9X79 Pro, il processore Intel Core i7 3930K, un kit di RAM Team Group con capacità di 16 GB ed operanti a 2133 MHz e infine, l’alimentatore Corsair Professional Series AX1200. Ma non solo, il processore disponeva di un impianto a liquido marchiato Ybris Cooling e ciò ci ha permesso di eseguire i benchmark alla frequenza di 5 GHz, inoltre abbiamo innalzato manualmente la velocità di rotazione della ventola nella GTX TITAN, ciò ci ha garantito una manciata di MHz in più oltre ad una stabilità maggiore.

Di seguito i benchmark 3DMark 11 e il 3DMark Vantage:

NVIDIA Geforce TITAN Overclock 3DMark 11

3DMark 11: Intel I7 3930K @ 5 GHz + NVIDIA GTX TITAN @ 1005/1742 MHz

 

NVIDIA Geforce TITAN Overclock 3DMark Vantage

3DMark Vantage: Intel I7 3930K @ 5 GHz + NVIDIA GTX TITAN @ 1002/1712 MHz

Risultati molto interessanti, partiamo dal 3DMark 11, il quale rispetto alla nostra consueta piattaforma di test (soluzione già high-end) ha giovato di circa 1400 punti sul punteggio totale (da 13963 a 15366). Ciò ci permette di intuire che non solo la scelta del comparto monitor è importante per sfruttare il potenziale della NVIDIA GTX TITAN, ma anche l’accurata scelta della piattaforma è fondamentale per riuscire a raggiungere i migliori risultati prestazionali. Infine, segnaliamo che il punteggio di quasi 52.000 punti ottenuto al 3DMark Vantage è, alla data della stesura dell’articolo, tra i primi 30 risultati al mondo eseguiti con singola scheda video sul sito HWBOT, un risultato interessante, in quanto senza la TITAN sarebbe stato possibile raggiungere questo risultato solo in abbinamento alle schede video AMD HD 7970 e NVIDIA GTX 680, ma tassativamente raffreddate con sistemi di raffreddamento estremi (Cascade – LN2).

Quindi, un prodotto adatto anche agli appassionanti di overclock e benchmark, che vogliono raggiungere risultati interessanti, senza la necessità di sfruttare sistemi di raffreddamento complessi.

 

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

Archivo mensile 2019


Visualizza gli Archivi completi
▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980