Preview NVIDIA GeForce GTX TITAN: GK110 per il settore desktop enthusiast!

 

Nuove tecnologie

L’anno scorso NVIDIA, con l’introduzione della gamma GeForce GTX 600, aveva presentato la tecnologia GPU Boost per poi essere adottata successivamente in una variante simile anche dalla controparte AMD. Quest’oggi con il lancio della GeForce GTX TITAN, NVIDIApresenta la seconda generazione, con l’obiettivo di massimizzare le prestazioni senza gravare sulla stabilità del sistema.

La prima revisione offriva una gestione dinamica dei voltaggi e delle frequenze del Core in base al consumo analizzato in tempo reale, se ad esempio con un videogioco non si raggiungeva il TDP massimo (variabile manualmente) la frequenza del Core veniva aumentata per ottenere il più alto livello di fotogrammi al secondo, se invece i consumi erano già al limite rimaneva la frequenza impostata a default. Il GPU Boost 2.0 si basa sulle stesse caratteristiche, ma con la differenza che viene introdotta una gestione delle temperature di funzionamento.

NVIDIA GTX Titan 4

Quindi oltre a considerare i consumi, se il processore grafico sta operando a temperature inferiori rispetto al valore prefissato (quindi in piena sicurezza) la frequenza del Core verrà automaticamente innalzata per massimizzare le prestazioni.

NVIDIA GTX Titan 5NVIDIA GTX Titan 6

Per l’utenza enthusiast sarà possibile, oltre a gestire il “power target“, anche il target della temperatura, ad esempio aumentarlo se si vuole far raggiungere in automatico frequenze massime superiori e di conseguenza aumentare ulteriormente le prestazioni del prodotto.

NVIDIA GTX Titan 13NVIDIA GTX Titan 12

Per chi non si accontenta dei risultati ottenuti è stata introdotta ufficialmente la modalità “OverVoltage“, che, come il nome lascia intendere, prevede un aumento delle tensioni oltre i limiti imposti dalla stessa NVIDIA, aumentando ulteriormente le potenzialità in overclock. Tale funzione è disattivata a default in quanto considerata pericolosa se usata da persone non esperte.

NVIDIA GTX Titan 7

Un’altra funzionalità interessante è il “Display Overclocking“, infatti considerando l’elevata potenza disponibile nella nuova GTX TITAN è probabile che con la maggioranza dei videogiochi si superi la soglia dei 60 FPS (limitati nella maggioranza dei casi dai 60 Hz dei tradizionali monitor), per innalzare questo limite si può utilizzare uno schermo da 120 Hz o superiore (ad esempio quelli specifici per la visione 3D stereoscopica).

Ma per l’utenza che sfrutta un prodotto tradizionale, NVIDIA ha messo a punto una tecnologia che permette letteralmente di overclockare la frequenza di refresh rate del proprio monitor ed ottenere, se il processo viene portato a termine con successo, un frame rate effettivo più elevato.

NVIDIA GTX Titan 8NVIDIA GTX Titan 9

NVIDIA indica esplicitamente che tale tecnologia non sarà possibile sfruttarla con qualunque monitor, ma solo con determinati display si potrà giovare di questa feature. Al momento non è previsto un elenco ufficiale dei modelli supportati, ma viene letteralmente consigliato di provare a proprio rischio.

 

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

Archivo mensile 2019


Visualizza gli Archivi completi
▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980