Primi test grafici con un Ivy Bridge Core i5-3570K

 

I colleghi del sito Expreview sono entrati in possesso di un Core i5-3570K, si tratta del primo engineering sample di un Ivy Bridge che sia mai uscito dai quartieri generali di Intel. Il team del sito lo ha messo a confronto con un Core i5-2500K. Al momento sono stati effettuati pochi test che però gettano un po’ di luce sul nuovo core grafico degli Ivy Bridge.

La schermata di CPU-Z postata dal sito evidenzia come il Core i5-3570K e il Core i5-2500K abbiano caratteristiche molto simili, la frequenza di lavoro è di 3.4 GHz per l’Ivy Bridge, mentre per il Sandy Bridge è di appena 1 MHz inferiore, viene aggiornato, però, il processo produttivo e il programma segnala la dicitura “22 nm“, così come il TDP passa ora a 77W.

 

CPU-Z riconosce perfettamente il processore Ivy Bridge

CPU-Z riconosce perfettamente il processore Ivy Bridge

GPU-Z mostra il dati del nuovo core grafico sviluppato da Intel, chiamato HD Graphics 4000 (da non confondersi con le Radeon di qualche anno fa), lo stesso che equipaggerà gli Ivy Bridge della serie K e alcuni modelli con moltiplicatore bloccato, mentre i modelli mainstream utilizzeranno il chip HD Graphics 2500, di cui ancora non si conoscono le specifiche (dovrebbe avere 8 unità di elaborazione).

Secondo alcune indiscrezioni trapelate all’IDF (Intel Developer Forum), l’HD Graphics 4000 è dotato di 16 unità di elaborazione (contro le 12 EU dell’HD Graphics 3000), GPU-Z non mostra la frequenza di funzionamento ma è stato possibile leggerla dal BIOS della scheda madre ed era indicata a 1150 MHz, un valore molto prossimo ai 1100 MHz del core grafico dell’i5-2500K.

I cambiamenti più importanti al nuovo core grafico segnano l’introduzione del supporto alle DX11 e il passaggio alla seconda generazione della tecnologia Quick Sync, è supportato anche lo standard OpenCL 1.1 ed è possibile collegare fino a tre display.

Dai test effettuati, l’HD Graphics 4000 è risultato dal 30% (in Starcraft 2) all’84% (Farcry 2) più veloce dell’HD Graphics 3000, ma i test hanno riguardato l’intera piattaforma CPU+IGP+scheda madre, mentre in 3DMark Vantage, il solo core grafico ha fatto segnare un miglioramento del 122%.

Rispetto alla vecchia generazione di chip grafici integrati, dunque, gli Ivy Bridge fanno segnare un deciso passo in avanti, con performance nettamente superiori in ogni titolo testato.

 

Core i5-3570K e i5-2500K a confronto

Core i5-3570K e i5-2500K a confronto

Confrontando l’HD Graphics 4000 con una scheda grafica di fascia entry level come la NVIDIA GT 240, però, emerge ancora la supremazia della soluzione discreta (c’è da considerare che la GPU NVIDIA aveva a disposizione 1 GB di memoria GDDR3 onboard, mentre il core grafico di Intel appena 256 MB condivisi con la memoria di sistema).

Sebbene in 3DMark il divario era di appena un 15% a favore della scheda NVIDIA, nell’uso in ambito gaming la GT 240 offre prestazioni nettamente migliori rispetto all’IGP Intel, risultando dal 35 al 53% più performante e permettendo di giocare fluidamente anche a Starcraft 2 e Farcry 2, dove l’IGP mostra rallentamenti.

 

HD Graphics 4000 vs NVIDIA GeForce GT240

HD Graphics 4000 vs NVIDIA GeForce GT240

Con un Core i5-3570K, utilizzando soltanto il core grafico integrato, sarà quindi possibile giocare ad molti titoli DX9, ma quasi impossibile giocare ai titoli DX10/11 che impegnano maggiormente la scheda grafica, questo stando a quanto si evince dai suddetti risultati.

Va considerato che in questi test sono stati utilizzati i driver grafici Intel 8.15.10.2598, non ottimizzati per Ivy Bridge, ma se pur dovessero esserci miglioramenti con le versioni future, difficilmente ci si avvicinerà alla GeForce GT 240.

Fonte: urlExpreview
 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980