Problemi per Xbox One, Microsoft costretta ad abbassare il clock della CPU

 

Alcuni rumors presenti su alcuni forum hanno riportato che Microsoft sta incontrando alcuni problemi dovuti  all’implementazione di 32 MB di eSRAM direttamente nell’APU di Xbox One per bilanciare la lentezza della memoria DDR3.

Infatti questo particolare ha reso l’architettura della console più complessa del dovuto, ed in particolare rispetto a quella della diretta concorrente, la PS4, causando forti problemi in fase di stampa dei chip.

microsoft-xbox-one

Gli ingegneri Microsoft hanno provato svariate soluzioni al problema, ma si sono resi conto che la situazione è critica ed era dunque necessaria una decisione drastica. La soluzione emersa dai vari rumors porterebbe ad un downclock della CPU nell’ordine dei 100-200 MHz, questo porterebbe la console Microsoft sotto il Teraflop di potenza teorica, quindi la PS4 risulterebbe in grado di elaborare esattamente il doppio dei dati a confronto. Oltre ad essere un deficit di partenza per la next gen di Redmond, questo cambiamento potrebbe portare ad un abbassamento della risoluzione per molti titoli nella loro versione Xbox One.



Fonte: urlNeoGaf
 
Tag dell'articolo: , , .

 

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1107840844 Giordano Squadroni

    32 MB di eSRAM sono un’enormità.. Sbaglio o la Sram è appunto la ram che va a velovità di clock della cpu ?

    • Luigi Mango

      dovrebbe essere cosi.

      • http://www.facebook.com/profile.php?id=1107840844 Giordano Squadroni

        Praticamente, è la cache L1

        • Andrea Vultaggio

          Praticamente si. L’hanno resa enorme e, a quanto pare, ne pagheranno le conseguenze non appena ci ritroveremo a generazione inoltrata!

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980