Programmi homebrew anche sulla Nintendo 3DS

 

La Nintendo 3DS è stata, sino a questo momento, una delle console portatili più sicure e meglio protette dalle incursioni dei pirati informatici e di chi si diletta a scardinare le protezioni per far eseguire codice non autorizzato, come software homebrew.

Alla fine di dicembre l’hacker Neimod è riuscito a penetrare le difese poste a protezione del kernel della Nintendo 3DS, dando il via all’esecuzione di programmi homebrewe e, inutile nasconderlo, all’esecuzione di software non originale. Neimod non è nuovo a questo genere di operazioni e la 3DS si è rivelata come una delle console più ostiche da “bucare”. Il successo è avvenuto utilizzando un exploit attraverso un gioco originale attualmente in commercio.

Nintendo-3DS

Nintendo-3DS

A sua discolpa, Neimod ha affermato di non voler mettere a disposizione della community quanto scoperto per non aprire la porta all’esecuzione di software pirata e, per sua stessa ammissione, la falla si può risolvere con una semplice patch da parte di Nintendo.

Avere il controllo del kernel significa controllare la console sin nei minimi dettagli, è possibile eseguire codice non autorizzato, programmi non originali, bypassare il blocco regionale ecc.

 
Tag dell'articolo: , , , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980