Review Enermax iVektor: mid-tower elegante e di qualità!

 

Abbiamo provato il cabinet Enermax iVektor, una variante Mid-Tower dedicata alla fascia media e ideale sia per i sistemi con indole gaming che workstation orientate maggiormente all’ambiente professionale. Oltre ad un design interessante, sono implementate un buon numero di feature per ampliare le potenzialità di assemblaggio, inoltre grazie alla sua disponibilità in più varianti e colorazioni, non sarà difficile trovare il modello che più piace.

Nel mese di settembre Enermax ha presentato la gamma iVektor, cabinet mid-tower orientati alla fascia media. Adottano un design particolare ed elegante, sono disponibili 2 principali versioni: “ECA3311″ e “ECA3310″, la prima si distingue per non disporre della finestra laterale trasparente, quindi sarà la scelta per chi preferisce uno stile più lineare e pulito. Per chi vuole mostrare l’hardware interno può scegliere la seconda versione, inoltre chi vuole esagerare potrà optare per il colore rosso sgargiante.

Enermax iVector img

I modelli bianco e nero sono disponibili anche con la tecnologia “Soft Touch Coating”, che consiste in un leggero rivestimento di tutte le superfici metalliche mediante uno strato di vernice plastificata/gommata, tale implementazione è simile a quella che possiamo trovare nelle periferiche gaming (in particolare i mouse) ed ha il vantaggio di ridurre l’usura della vernice principale e proteggerla da eventuali urti/grafi. Inoltre il rivestimento interno aiuta a ridurre le vibrazioni e il conseguente rumore.

Tra le caratteristiche basilari si può citare il supporto alle tradizionali schede madri con form factor ATX, oltre alle più piccole Micro-ATX. L’alimentatore non è compreso, si potrà installare una proposta ATX, con potenza bilanciata in base all’hardware che l’utente finale sceglierà. Per quanto concerne i bay di espansione è prevista l’installazione sino a 3 unità da 5,25″, invece internamente sono disponibili più possibilità, in generale comunque può accogliere 3 unità da 3,5″ e 4 da 2,5″. 

Enermax iVector img 2

Enermax ha posto un buona attenzione alla predisposizione del raffreddamento interno,infatti si possono installare sino a 6 ventole da 120 mm ed eventualmente, c’è anche la predisposizione per un impianto a liquido formato da radiatori monoventola o biventola. Per l’utente che opta per un tradizionale dissipatore ad aria ma non vuole comunque rinunciare ad ottime temperature per eventuali overclock, segnaliamo la possibilità di installare dissipatori con un’altezza massima di quasi 18 cm. Inoltre in un apposito pannello di espansione I/O posto sul frontale, è integrato anche un rheobus (per regolare manualmente la velocità di una o più ventole), caratteristica generalmente adibita a cabinet di fascia superiore.

Concludiamo la nostra introduzione mostrandovi il video di presentazione ufficiale sull’Enermax iVektor:

Proseguiamo con la recensione e l’analisi dettagliata del modello “ECA3311A-B”, cioè la variante nera (con tecnologia “Soft Touch Coating”) senza finestra laterale trasparente, la variante che a nostro punto di vista tende maggiormente all’eleganza rispetto ai suoi fratelli, scelta che l’utente finale farà in base alle sue esigenze e preferenze.

 


 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980