Review NVIDIA Geforce GTX 750 Ti: versatilità ed efficienza da primato!

 

Consumi, temperature e rumore

Con l’architettura Maxwell, NVIDIA ha tenuto in particolare attenzione l’efficienza energetica del processore grafico, i dati ufficiali parlano di una riduzione sino a 4 volte (in rapporto alle performance) in 4 anni, ciò significa che la GTX 750 Ti dovrebbe consumare poco più della metà rispetto alla GTX 650 Ti (prestazioni simili) e decisamente meno della GTX 550 Ti pur ottenendo performance ampiamente superiori. Inoltre la GTX 750 Ti promette di avere consumi molto più bassi rispetto alla sua diretta rivale, l’AMD Radeon R7 260X.

NVIDIA Geforce GTX 750 Ti Img 9 NVIDIA Geforce GTX 750 Ti Img 10

In abbinamento alla nostra piattaforma abbiamo evidenziato un consumo in idle particolarmente basso (considerando l’hardware usato), intorno ai 90 Watt, ma ciò che sorprende sono i consumi in ambito gaming, poco superiori ai 150 Watt. Se si considera che la combinazione di scheda madre e CPU in nostro possesso non sono tra i più efficienti, tra l’altro il sistema è overclockato e comprende anche un impianto a liquido professionale, da ciò si deduce che usando un sistema di ultima generazione basato sui processori Intel Haswell e la NVIDIA GeForce GTX 750/750 Ti, si potrebbe creare un sistema che durante le sessioni gaming si aggiri poco sopra i 100 Watt. Un risultato senza dubbio ammirevole in rapporto alle performance che riesce ad offrire.

NVIDIA Geforce GTX 750 Ti Test 24

Oltre a poter risparmiare qualche euro sulla bolletta elettrica i reali vantaggi sono altri, infatti disporre di un sistema che consuma meno permetterà l’uso di un alimentatore di potenza inferiore, permettendo di risparmiare nell’acquisto nel caso optassimo per un sistema nuovo, oppure garantirci una maggiore compatibilità nel caso in cui stessimo parlando di un upgrade. Pensate all’utenza che acquista i classici assemblati dei centri commerciali, accorgendosi poi dopo qualche mese/anno di voler più potenza 3D per i nuovi videogiochi, generalmente quei sistemi dispongono di alimentatori con “ipotetici” 300-350 Watt e quindi, se si dovesse optare per una scheda video di fascia media con i tradizionale TDP di 100-150 Watt, saremmo costretti quasi certamente a sostituire anche l’alimentatore.

Con le nuove GeForce GTX 750/750 Ti questo inconveniente si evita o si riduce: la mancanza di connettori supplementari di alimentazione sommata ai ridotti consumi, la rende l’upgrade migliore per i sistemi che hanno già qualche anno sulle spalle, senza ovviamente dimenticarsi le soddisfacenti performance che riuscirà ad offrire. 

NVIDIA Geforce GTX 750 Ti Img 8

Inoltre la necessità di poca energia la rende perfetta anche per altre usi, come consigliato dalla stessa NVIDIA per la realizzazione di Mini PC/HTPC con indole gaming. Infatti i cabinet predisposti per questi usi spesso utilizzano alimentatori di ridotte dimensioni e che quindi non possono soddisfare le esigenze energetiche delle VGA di fascia alta.

Tale fattore va a sommarsi ad altri aspetti da non sottovalutare, infatti le GTX 750/750 Ti dispongono anche di dimensioni minime (non sporgono dalle schede madri Mini-ITX) oltre a ciò, scaldano poco e sono quindi facilmente gestibili anche in ridotti cabinet.

In precedenza abbiamo fatto notare come sin dal lancio, i vari brand offriranno varianti personalizzate, distinguendosi principalmente per il sistema di raffreddamento impiegato, pertanto l’analisi sul modello ufficiale NVIDIA non ha particolare importanza. Detto ciò, segnaliamo che il piccolo dissipatore impiegato è già più che buono, garantendo temperature di funzionamento decisamente contenute per il processore grafico.

NVIDIA Geforce GTX 750 Ti GPU-Z Idle NVIDIA Geforce GTX 750 Ti GPU-Z Full

Considerando che le versioni custom adottano dissipatori maggiorati anche a doppia ventola, è sicuro che le temperature della GPU non saranno un problema. Considerando i limite sulle frequenze del Core precedentemente analizzate, il nostro consiglio preliminare per gli appassionati di overclock è di preferire i modelli che hanno heat sink anche sulle fasi di alimentazione e sui chip di memoria, rispetto a quelli che puntano su un grosso dissipatore sulla GPU ma tralasciando gli altri componenti elettronici. 

Di seguito un confronto con altre schede video di fascia medio-alta, sia versioni reference sia custom, ricordiamo che per un equo confronto i valori sono rapportati ad una temperatura ambiente di 20°C. 

NVIDIA Geforce GTX 750 Ti Test 23

Proseguiamo con un riassunto sul prodotto e con le nostre considerazioni finali.

 

 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980