The Witcher 3: nuove anticipazioni prima dell’E3

 

Emergono nuovi dettagli sull’attesissimo terzo capitolo di the Witcher: gli sviluppatori sembrano aver fatto un lavoro enorme per innovare la serie senza deludere i fan della prima ora. Saranno necessarie dalle 40 alle 50 ore solo per completare la storia principale, il doppio se si faranno tutte le quest secondarie e si vorrà esplorare l’intero mondo riprodotto.

Il tempo di attesa richiesto agli appassionati tra un episodio e l’altro della propria saga preferita a volte può essere davvero lungo. Se teniamo conto infatti che The Witcher 2: Assassins Of Kings è stato pubblicato il 2 giugno 2011 e che invece The Witcher 3: Wild Hunt arriverà sugli scaffali solo il prossimo anno, i videogiocatori hanno dovuto esercitare una pazienza davvero infinita. A volte però 3 anni di attesa possono essere giustificati dalla qualità finale del risultato, che garantirà un’esperienza di gioco in grado di ripagarci di tutti gli anni di lunga attesa.

Finora lo sviluppatore CD Project Red non ha sbagliato un colpo, fin da quando esordì da completo outsider con un titolo che ebbe la forza di imporsi sin da subito come cult e, stando a quanto trapelato in queste ore prima dell’E3, non ha intenzione di deludere i propri fan con l’ultimo capitolo della serie, anzi. Sembrerebbe che si sia lavorato su molti aspetti del gioco.

Anzitutto l’ampiezza del mondo di gioco, che sarà davvero enorme e tutta disponibile sin da subito in free roaming, con molte ambientazioni inedite come alcune isole dell’oceano e enormi città modellate sulla base di alcune antiche capitali medioevali. Secondo CD Project il gioco è così esteso, anche per quantità di quest e sviluppi della trama, che per finire la sola parte principale saranno necessarie tra le 40 e le 50 ore, mentre ne serviranno il doppio se si vorranno portare a compimento anche tutte le quest secondarie ed esplorare l’intero mondo.

Cattura

CD Project poi avrebbe eliminato le quest più semplici e noiose, poco gradite dai fan, tipo porta X a Y ed ottieni una ricompensa: ora ogni quest avrà comunque una storia e uno sviluppo, più o meno articolato a seconda delle sua importanza ovviamente. Anche per il gameplay poi le novità sono altrettante. Gli sviluppatori infatti hanno deciso di essere più fedeli ai libri originali per quanto riguarda le capacità di Geralt di Rivia, il Witcher protagonista della serie, che quindi sarà ora in grado di saltare e di schivare con maggior destrezza rispetto al passato.

Le posizioni di combattimento assunte da Geralt durante gli scontri, le posizioni di guardia e il modo stesso in cui impugna le armi, non saranno più decise a priori e statiche ma cambieranno dinamicamente e in maniera automatica a seconda del tipo di avversari che si ha di fronte e del loro numero, per una maggior immersività. Gli sviluppatori poi hanno parlato anche di novità per il senso del Witcher, che nel terzo capitolo sarà molto più sviluppato e raffinato e consentirà anche di svelare i punti deboli degli avversari, tracciare il percorso dei nemici oppure ricreare le immagini di un avvenimento come un rapimento o un omicidio, in una maniera molto simile ai meccanismi utilizzati nella saga di Batman.

CD Project ha anche eliminato qualsiasi tutorial iniziale, scegliendo invece di introdurre gradualmente i vari meccanismi di gioco durante lo svolgimento stesso delle prime fasi di, così da evitare quanto più possibile stacchi irrealistici durante la narrazione e favorire invece un’esperienza più coerente. Infine il mondo di gioco dovrebbe essere ancora più sensibile alle azioni del protagonista, con conseguenze ancora più tangibili sugli sviluppi.

Gli sviluppatori hanno citato ad esempio la possibilità, per Geralt, di decidere dopo un combattimento se uccidere o risparmiare il suo avversario, pur ricevendo in entrambi i casi una ricompensa. Non è chiaro però se questo genere di scelte influirà sempre e comunque sul sistema di moralità del gioco e sugli sviluppi della trama stessa.

Insomma sembra proprio che gli sviluppatori abbiano svolto un lavoro egregio anche in quest’occasione. Ora non resta che attendere il live footage di qualche passaggio di gameplay, che probabilmente sarà rilasciato già all’E3. The Witcher 3: Wild Hunt sarà disponibile su PC, PS4 e Xbox One nella prima parte del 2014.  



 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980