Yahoo! acquista Tumblr

 

1.1 miliardi di dollari per mettere il punto esclamativo a Tumblr, tanto dovrebbe aver pagato Yahoo! per l’acquisizione, al momento ancora non ufficiale, che dovrebbe integrare nell’azienda di Sunnyvale una delle migliori piattaforme di advertising in circolazione.

Uno dei siti più vecchi si prepara ad acquistare uno dei più giovani in assoluto, in tutti i sensi, sia per quantità di tempo da cui è presente nel Web sia per tipologia degli utenti. Così si potrebbe facilmente riassumere l’operazione svolta da Yahoo! nei confronti di Tumblr, il cui acquisto per 1 miliardo e 100 milioni di dollari dovrebbe essere ufficializzato in queste ore.

Dopo i durissimi provvedimenti presi dal nuovo CEO Mayer, a base di tagli, licenziamenti e ristrutturazioni dunque il sito col punto esclamativo torna sul mercato per rafforzarsi e rilanciarsi e lo fa in grande stile, acquistando il sito di microblogging fotografico più gettonato da giovani e giovanissimi e tornando così a investire per il futuro, magari immaginando inedite sinergie, ad esempio con Flickr, già proprietà dello stesso circuito.

yahoo_tumblr

Ma ciò che più sembra interessare l’azienda di Sunnyvale è soprattutto la piattaforma di advertising di Tumblr, giudicata una delle più prolifiche del panorama attuale. Il sito, che secondo studi recenti è frequentato soprattutto da giovani tra i 13 e i 25 anni, secondo le ultime stime ha circa 108 milioni di utenti, un numero molto basso se paragonato al miliardo di Facebook o anche solo ai 600 milioni di iscritti a Twitter ma che produce comunque sostanziosissimi introiti grazie alle inserzioni pubblicitarie: nel 2012 ha infatti maturato un attivo di 13 milioni di dollari ma le previsioni per questo 2013 parlano addirittura del superamento della soglia dei 100 milioni, ossigeno puro per l’acciaccato Yahoo!

Le cose non dovrebbero cambiare di fatto per gli utenti, anche perché è molto probabile che i vertici di Yahoo! decidano di lasciare l’attuale CEO David Karp al timone della sua creatura per almeno un altro quadriennio, eppure sulle dashboard di Tublr le reazioni sono tutt’altro che positive, specie tra i più giovani, che vedono Yahoo! come un sito vecchio e senza alcun futuro, che tra l’altro è stato capace di rovinare tutto ciò che ha toccato in passato, da Geo Cities, acquisito nel 1999, lentamente ma inesorabilmente declinato fino alla chiusura, e Flickr, florida realtà fotografica quando fu acquistato ed ora non altrettanto in salute.

Ora però le cose potrebbero essere cambiate, c’è il nuovo corso di Marissa Mayer, a cui bisogna dare una possibilità.



 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980