Amazon, Apple, Facebook e Google in lotta nel 2013

 

Il 2013 vedrà 4 colossi sfidarsi per migliorare la propria posizione a discapito degli altri tre. Parliamo di Amazon, Apple, Facebook e Google, che, secondo il Wall Street Journal, stanno affilando le armi per migliorare le performance nei vai settori strategici al fine di fidelizzare maggiormente l’utente.

Che Amazon, Apple, Facebook e Google siano state, ciascuno a proprio modo, protagoniste del 2012 non vi è dubbio, ognuna di esse ha fatto consistenti passi avanti nei propri settori e, secondo un’interessante analisi del Wall Street Journal, il 2013 le vedrà particolarmente impegnate a sviluppare ambiti di competenza dove al momento non sono al top, ma che per svariati motivi rientrano nel proprio campo di interesse.

Ad esempio, sia Amazon che Google sono impegnate a crescere come produttori di hardware, Google ha il predominio della ricerca online mentre Amazon gestisce uno dei più grandi shop del mondo, ma nessuna delle due aziende è leader dei componenti hardware. L’investimento di Google con la famiglia Nexus è sotto gli occhi di tutti mentre il Kindle di Amazon, nelle varie declinazioni, vende bene ma non ha scalfito i numeri di Apple. Quest’ultima è leader del mercato con il proprio ecosistema composto da hardware (iPhone ed iPad) e software (App Store), mentre Facebook ha dalla propria parte oltre 1 miliardo di utenti registrati sul social network, con tutto ciò che ne consegue in termini di ricerca, catalogazione e fidelizzazione.

Secondo molti analisti ognuna di queste aziende si muoverà oltre i confini dell’altra, ad esempio Google ha già all’attivo un buon social network (Google+), che sta crescendo velocemente su vari mercati; Facebook è impegnata a far rendere la parte mobile, al momento con risultati altalenanti ma anche il settore delle fotografie e delle immagini è un obiettivo strategico, confermato dall’acquisizione di Instagram di qualche mese fa. Di Amazon si vocifera che vi sarà uno smartphone nel prossimo futuro mentre Apple è impegnata a conservare la leadership del settore mobile (soprattutto tablet) e del proprio ecosistema.

Un silenzio assordante, in questa analisi, è rappresentato dalla mancanza di Microsoft. Nonostante il lancio positivo di Windows 8, BigM sconta un eccessivo ritardo nella discesa in campo nel settore mobile, il Surface non sta ottenendo il successo sperato anche se è un buon device, ed in generale oggi esistono molte alternative al PC. Rimane il comparto videoludico, ma la Xbox 360 è a fine carriera ed occorrono ancora molti mesi per l’arrivo della Xbox 720, console next gen che potrebbe ridare smalto al fatturato di Microsoft.

Discutine sul Forum: urlLinkFonte: urlWall Street Journal
 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980