+ Rispondi
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 1 2 3
Risultati da 21 a 27 su 27

Discussione: Motore ventilatore

  1. #21

    Iscritto dal
    20/01/2017
    Messaggi
    12
    Ok grazie adesso faccio qualche ricerca e vedo come poter fare una riduzione meccanica con un sistema di pulegge.
    Chiedendo a conoscenti mi dicono che su un motore di quel tipo non è possibile usare nessun variatore di giri (essendo in DC si dovrebbe agire sulla frequenza) anche perchè essendo avviato da un condensatore questo richiedere necessariamente un certo spunto per avviarsi

  2. #22

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,397
    Motore in DC?? Mi sa che chi ti ha dato quelle informazioni, non ha le idee tanto chiare neanche lui...

    E' un motore asincrono a gabbia di scoiattolo, funziona in AC, diminuendo la tensione diminuisce la velocità ma anche la coppia in maniera proporzionale.

    Variando la frequenza manterresti la coppia ma a quel punto l'inverter ti costerebbe più di un motore nuovo.


    Una riduzione meccanica è semplice da attuare, sicuramente in giro per la rete si trovano anche i calcoli da fare... in linea di massima se la puleggia condotta è grande il doppio della puleggia conduttrice, avrai metà giri e circa il doppio della coppia.

    Se non hai qualcuno che te la può fare con un tornio però la puleggia, almeno quella conduttrice, ti conviene acquistarla già bilanciata: è soggetta a girare a un numero di giri elevato, e lo sbilanciamento anche minimo si farebbe sentire, infatti se hai notato anche sulla pala del ventilatore c'è un pesetto, una graffetta metallica di solito, che viene applicata in fabbrica proprio per bilanciarla.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  3. #23

    Iscritto dal
    20/01/2017
    Messaggi
    12
    Si mille grazie sto già leggendo a proposito del sistema di pulegge e prendo anche spunto da qualche disegno e video.
    A proposito del motore si forse mi hanno detto AC in alternata ma che appunto una variazione della velocità di otterrebbe solo con una variazione di frequenza, ma non userei mai un inverter.
    Ti confermo la presenza della graffetta sotto forma di peso ma non sulla ventola almeno sul mio è su braccetto del rotore (in foto non si vede).
    Vedo come attuare il sistema pulegge.....mi diverto e occupo un po' di tempo invece di stare in tv, sempre meglio. Ultima cosa, se puoi togliermi la curiosità, mi hanno detto che con questo monofase a induzione non è possibile raggiungere velocità basse, la presenza del condensatore detto in maniera non proprio esatta, farebbe da "starter" al motore e quindi partirebbe subito veloce, mentre tentando di regolare la velocità con un potenziometro o simile si spegnerebbe.
    In pratica se abbasso la tensione per ridurre i giri si spegne.
    Grazie per il vostro tempo.

  4. #24

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,397
    Quote Originariamente inviato da schermatonr Visualizza il messaggio
    ma che appunto una variazione della velocità di otterrebbe solo con una variazione di frequenza
    Ma assolutamente no, una variazione di velocità la ottieni anche col taglio di fase (cioé diminuendo la tensione), secondo te tutti i ventilatori da soffitto o simili che non hanno prese intermedie sull'avvolgimento come vengono regolati? Inverter?

    Il problema, ripeto, è che diminuendo la tensione la coppia cala in maniera proporzionale alla velocità; nell'uso normale non è un gran problema perché smuovere dell'aria non richiede chissà quale coppia motrice e comunque è tutto calcolato in fase di progetto, ma se cambi la destinazione d'uso il discorso cambia non di poco.

    Quote Originariamente inviato da schermatonr Visualizza il messaggio
    Ti confermo la presenza della graffetta sotto forma di peso ma non sulla ventola almeno sul mio è su braccetto del rotore (in foto non si vede).
    Guarda bene sulla ventola vicino all'asse dove ci sono le piccole alettature interne (che servono anche a raffreddare il motore), solitamente la mettono lì, altre volte non mettono la graffetta ma forano la plastica, dipende dal produttore.

    Anche il rotore deve essere bilanciato ma di solito il bilanciamento lo fanno incidendo il rotore, lo vedi se apri il motore

    Quote Originariamente inviato da schermatonr Visualizza il messaggio
    In pratica se abbasso la tensione per ridurre i giri si spegne.
    Quello è normale e infatti ti ho detto anche che i regolatori per motori hanno un trimmer interno che serve proprio per regolare il minimo.

    Non c'entra la presenza del condensatore, se non ci fosse sarebbe uguale; è proprio il motore che sotto un certo numero di giri non può andare, ma questo vale praticamente per tutti i motori elettrici, anche se prendi una macchinina radiocomandata o un ventilatore a batterie e provi ad alimentarlo con una tensione molto sotto a quella nominale, noterai che parte solo se lo aiuti, poi se cali ancora vedrai che non parte proprio, proprio perché calando la tensione cala la coppia motrice: a forza di calare, raggiungi un punto in cui il motore sviluppa talmente poca forza che non è neppure in grado di mettere in movimento se stesso, quindi senza inerzia non può neanche continuare la rotazione.

    Infatti quando c'è necessità di avere un numero di giri basso, tipo <10 rivoluzioni al minuto, si usa sempre una riduzione meccanica, perché nessun motore elettrico (esclusi i passo-passo, forse) ci arriverebbe.

    Prendi per esempio il motore di un girarrosto: non c'è un motore elettrico che gira a 2 RPM, c'è un motore elettrico che gira a 2000 RPM e poi c'è una cascata di ingranaggi che costituisce una riduzione 1000:1.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  5. #25

    Iscritto dal
    20/01/2017
    Messaggi
    12
    Spiegazione piu' che eccellente, grazie davvero.
    Quindi, tanto per capire, anche un motore per tergicristalli (che non so che motore sia) che di per se ha un RPM basso funziona allo stesso modo? La coppia diminuisce con l'abbassare della tensione?
    Oppure un motore da trapani? (dovrebbe avere i due piccoli magneti ai lati del rotore) che premendo appena il pulsante si riesce ad avere una rotazione molto bassa ma coppia quasi inesistente anche perchè basta toccare il mandrino che si ferma subito.

  6. #26

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,397
    La cosa vale per tutti i motori elettrici, infatti anche nei due esempi da te citati, è presente una riduzione meccanica.

    In molti trapani, specie a batteria la riduzione è pure regolabile su due posizioni diverse a seconda che tu debba forare (alti giri bassa coppia) o avvitare (bassi giri coppia elevata), proprio per mitigare per quanto possibile questa cosa.
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  7. #27
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,902
    Povera piccola...
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]



 
+ Rispondi
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 1 2 3

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2021 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 14:33.