+ Rispondi
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 su 25
  1. #11

    Iscritto dal
    06/11/2011
    Messaggi
    8,924
    Già da 50° a 25° sul lato caldo il DeltaT cala anche di 10°.

    Temperatura lato caldo (°C)
    25°C
    50°C
    Qmax (Watt)
    257
    282
    Delta Tmax (°C)
    68
    79
    Imax (Amper)
    30,7
    30,7
    Vmax (Volt)
    15,6
    17,8
    Resistenza (Ohm)
    0,27
    0,31

  2. #12

    Iscritto dal
    06/08/2011
    Messaggi
    1,871
    ottimo esempio...io una volta avevo provato a tenere il lato caldo a -10 e la temperatura su quello freddo era andata poco sotto i -20....delusione

  3. #13

    Iscritto dal
    06/11/2011
    Messaggi
    8,924
    Quote Originariamente inviato da Cast87 Visualizza il messaggio
    ottimo esempio...io una volta avevo provato a tenere il lato caldo a -10 e la temperatura su quello freddo era andata poco sotto i -20....delusione
    Penso proprio che non ne valga la pena allora, col lato caldo sotto zero non ho ancora provato ma se già a -10° il DeltaT è cosi risicato mi immagino a -30°, progetto abbandonato

    Penso che comunque dipenda veramente molto da modello a modello, una volta ho provato mettendo il lato caldo collegato ad un dissipatore da peltier dei minifrigo immerso in acqua ad un paio di gradi sopra lo zero e per una manciata di secondi a quasi -20° già ci arrivava, saranno stati si e no 100ml di acqua, si è scaldata subito, era tanto per provare (era il contenitore dove si mettono le bistecche in frigo per capirci )

  4. #14

    Iscritto dal
    06/08/2011
    Messaggi
    1,871
    certo, i miei sono solo dati personali, magari nel tuo caso non succede così, comunque la tendenza è quella a diminuire le prestazioni

  5. #15

    Iscritto dal
    07/09/2011
    Località
    Ambiente climatizzato
    Messaggi
    12,397
    Come tutte le pompe di calore, neppure le peltier possono trasportare calore "all'infinito"; c'è un punto di saturazione.

    Esempio se il condizionatore tenendo il condensatore a temperatura ambiente (diciamo 25°) mi porta -8° sull'evaporatore, non è che se porto il condensatore a -15° allora l'evaporatore mi porterà -200°... non funzionano così le pompe di calore, al massimo i refrigeratori in cascata che però usano altri gas, i quali non condensano a temperatura ambiente.

    Il condizionatore nell'esempio di cui sopra continuerà a portarmi -8° sull'evaporatore, se non addirittura -6° perché il gas a temperature troppo estreme potrebbe non compiere correttamente il suo ciclo di condensazione e non ridiventare tutto liquido. Ripeto è solo un esempio "da bar" tanto per capirci...

    Nel caso della peltier, raffreddare troppo il lato freddo arriva addirittura a sortire l'effetto contrario, ossia che la peltier fa da tappo nel trasferimento termico tra processore e quel che poi deve raffreddarlo (chiller o phase direct die che sia).
    "Motore danza - sento già - che il dolore avanza": le ultime parole registrate dalla scatola nera

    "Il vino è nemico dell'uomo; chi indietreggia davanti al nemico è un vigliacco"

  6. #16

    Iscritto dal
    18/08/2020
    Messaggi
    5
    Buongiorno e grazie per il prezioso supporto che fornite, soprattutto ai profani in materia come me.
    Torno su tema cella di Peltier: avrei bisogno di avere un lato intorno ai 10 gradi costanti, con una cella 12V 5.8A 60W Max.
    Come posso ottenerla utilizzando pile stilo o mini stilo o 9 volt?
    Grazie mille

  7. #17

    Iscritto dal
    13/10/2011
    Messaggi
    8,182
    Vorresti alimentare una cella di Peltier, con quelle caratteristiche, con delle pile stilo/ministilo ?
    Non mi sembra una scelta sensata.

    Forse con diversi pacchi batterie...

    Non dirmi che vuoi realizzare un condizionatore a cella, di quelli che si vedono sui peggiori canali di Youtube
    "If you can't open it, you don't own it" by Mister Jalopy

    "L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione" O. Wilde

  8. #18

    Iscritto dal
    18/08/2020
    Messaggi
    5
    Quote Originariamente inviato da Dot_Kappa Visualizza il messaggio
    Vorresti alimentare una cella di Peltier, con quelle caratteristiche, con delle pile stilo/ministilo ?
    Non mi sembra una scelta sensata.

    Forse con diversi pacchi batterie...

    Non dirmi che vuoi realizzare un condizionatore a cella, di quelli che si vedono sui peggiori canali di Youtube



    Grazie del riscontro.
    No, nessun condizionatore.
    Ho solo bisogno di avere una piccola superficie che mantenga la temperatura indicata per 3/4 ore.
    Posso arrivare a 14/16 gradi, ma non di più.
    L'utilizzo delle batterie nasce sulla necessità di mantenere contenuti peso e dimensioni

    Grazie

  9. #19
    TecnicoERMETICO riciclato
    Iscritto dal
    03/12/2011
    Località
    Monopoli
    Messaggi
    6,902
    Quote Originariamente inviato da Andrizio Visualizza il messaggio
    Grazie del riscontro.
    No, nessun condizionatore.
    Ho solo bisogno di avere una piccola superficie che mantenga la temperatura indicata per 3/4 ore.
    Posso arrivare a 14/16 gradi, ma non di più.
    L'utilizzo delle batterie nasce sulla necessità di mantenere contenuti peso e dimensioni

    Grazie
    Il decapitato Antoine de Lavosier ti dovrebbe venire in sogno e spiegarti qualcosa. Ti sei mai chiesto quanta energia occorre? E quanta ne contengono alcune batterie?
    Maledetto GUNDAM!!!
    How much is a life worth? By law,a bank guard can carry a gun to protect his employer's money.
    But a parent here can't be legally armed to protect her children outside of home. [cit]


  10. #20

    Iscritto dal
    18/08/2020
    Messaggi
    5
    Quote Originariamente inviato da Ciskopa Visualizza il messaggio
    Il decapitato Antoine de Lavosier ti dovrebbe venire in sogno e spiegarti qualcosa. Ti sei mai chiesto quanta energia occorre? E quanta ne contengono alcune batterie?
    Maledetto GUNDAM!!!
    Più che altro è passato a suggerirmi di rivolgermi a degli esperti in materia, visto che - come detto - sono un profano.
    Magari potreste suggerirmi direttamente se sia possibile magari utilizzando una cella diversa o sfruttando dissipatori, fonti di calore sul lato caldo, o altro di cui ho solo sentito parlare.
    Non sono competente in materia ed un aiuto sarebbe gradito.
    Ho pensato alla cella di peltier perchè ne conosco (molto poco) la funzionalità (lato caldo/lato freddo), necessito di una cosa leggera e la superficie da raffreddare è di pochi cm2 (4x4).

    Se non è fattibile basta un "no".

    Grazie comunque


 

Autorizzazioni

  • Non puoi iniziare nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Powered by vBulletin™ Version 4.1.5
Copyright © 2021 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved
SEO by vBSEO ©2011, Crawlability, Inc.
Fuso orario: UTC +1, sono le 18:50.