L’effetto dirompente del Nexus 5 nella fascia high-end

 

Google ha appena svelato e messo in commercio il Nexus 5 e c’è da dire che lo smartphone fa quello che tutti si attendevano facesse, non è stato così con il Moto X, che avrebbe dovuto essere un concorrente a basso prezzo contro i rivali di fascia alta, invece si è dimostrato uno smartphone di fascia media venduto a prezzi da fascia alta, ma l’ultimo arrivato della famiglia Nexus ha assestato un duro colpo ai rivali high-end, offrendo una piattaforma hardware senza compromessi ad un prezzo molto inferiore alla media.

Va subito detto che, sebbene più economico, il Nexus 4 non ha avuto sul mercato lo stesso impatto che sta avendo il Nexus 5, è vero, il prezzo di lancio di200-250 dollari lo rendeva uno dei più allettanti e convenienti smartphone allora, ma la piattaforma hardware gli permetteva di competere contro la fascia media. Il Nexus 5, venduto a 349 e 399 euro, è uno smartphone di fascia alta che distrugge, in termini di rapporto qualità-prezzo, tutti i rivali in commercio.

La piattaforma hardware non è più un segreto ormai, ma la riportiamo qui di seguito, in forma completa, per facilitare il confronto che seguirà.

  • OS – Android™ 4.4 (KitKat®)
  • Schermo – 4.95 pollici 1920×1080 display (445 ppi), Full HD IPS, Corning® Gorilla® Glass 3
  • Camera – 1.3MP front facing, 8MP rear facing with Optical Image Stabilization
  • Dimensioni – 69.17 x 137.84 x 8.59 mm
  • Peso – 130 g
  • Batteria – 2,300 mAH, con sistema di carica Wireless
  • Audio Output – Built-in speaker, connettore 3.5mm stereo audio
  • CPU – Qualcomm MSM8974 Snapdragon 800, 2.3GHz Krait 400
  • GPU – Adreno 330, 450MHz
  • Wireless – Dual-band Wi-Fi (2.4G/5G) 802.11 a/b/g/n/ac, NFC (Android Beam), Bluetooth 4.0 LE
  • Memoria – 16/32 GB storage interno, 2 GB RAM
  • Porte – Micro USB, SlimPort enabled, 3.5mm stereo audio jack, Dual microphones, Ceramic power and volume buttons
  • Sensori – Accelerometro, GPS, Bussola, Proximity/Ambient Light, Giroscopio, Pressione, Hall Effect
  • Network – 2G/3G/4G LTE, GSM: 850/900/1800/1900 MHz, CDMA: Band Class: 0/1/10, WCDMA: Bands: 1/2/4/5/6/8/19, LTE: Bands: 1/2/4/5/17/19/25/26/41
Il Nexus 5, il più completo e potente smartphone di oggi

Il Nexus 5, il più completo e potente smartphone di oggi

Confrontato contro i due più potenti smartphone Android del momento (fino al rilascio del Nexus 5), ovvero il Samsung Galaxy S4 e l’HTC One, l’ultimo Nexus vince a mani basse in termini di performance hardware. Sia l’S4, che l’One sono basati sul SoC Snapdragon 600, a 1.9 GHz e 1.7 GHz rispettivamente, con GPU Adreno 320 e con prezzo, rispettivamente, di 650 e 600 euro.

A conti fatti, l’S4 da 16 GB costa 1.85 volte il Nexus 5, ma con hardware inferiore, mentre l’edizione dello One acquistabile sul Play Store (32 GB), costa 1.5 volte il Nexus 5.

Se prendiamo in considerazione l’universo non Android, Apple è l’unico rivale ad offrire uno smartphone altrettanto potente, l’iPhone 5S, con SoC A7 dual-core da 1.3 GHz e GPU PowerVR G6430. Non inganni il numero di core e la frequenza, il SoC di Apple, a 64-bit, ha dimostrato di tenere perfettamente testa allo Snapdragon 800, sia dal punto di vista delle performance GPU, che grafiche.

Il complemento hardware attorno all’A7, però, non è altrettanto completo come la piattaforma offerta dal Nexus 5, ad esempio l’iPhone 5S supporta i protocolli wireless 802.11 a/b/g/n, mentre il nuovo Nexus è compatibile con reti 802.11 a/b/g/n/ac.

Altro punto il display, l’iPhone 5S mette a disposizione uno schermo con diagonale da 4 pollici e risoluzione di 640×1136 pixel, per una densità di 326 ppi, contro i 1080p e 445 ppi del Nexus 5. L’iPhone offre la stessa capacità di storage, ma la metà della RAM, una batteria più piccola (da 1560 mAh) e non integra la tecnologia di ricarica wireless.

Prestazioni del SoC a parte, l’iPhone 5S è inferiore al Nexus 5, ma la versione da 16 GB è venduta a circa 650 euro, mentre quella da 32 GB sale fino a 750 euro. Le due versioni costano, dunque, rispettivamente 1.85 ed 1.875 volte le versioni equivalenti del Nexus 5.

Teniamo, al momento, fuori dalla comparativa l’unico smartphone dotato di hardware al pari del Nexus 5, il Samsung Galaxy Note 3, che viene venduto negli Stati Uniti con lo Snapdragon 800 (mentre in Europa con l’Exynos 5 Octa), ma che appartiene alla categoria phablet con il suo display da 5.7 pollici. In ogni caso, anche il Note 3 ha un prezzo ben superiore a quello del Nexus 5.

C’è da dire, infine, che la comparativa ha tenuto conto soltanto delle versioni svincolate da contratto, ma è possibile ottenere uno degli smartphone sopra citati con un abbonamento dati ed un piccolo acconto, in questo caso, però, dovrebbero essere tenute in conto le spese relative all’abbonamento e la durata dello stesso, cosa che complicherebbe i calcoli ed esulerebbe dal nostro scopo, ovvero quello di confrontare direttamente l’offerta di fascia high-end attualmente disponibile tra gli smartphone.

A conti fatti, mettendo in vendita il Nexus 5 a 349 e 399 euro, Google offre la migliore piattaforma hardware del momento e lo smartphone più completo, contro rivali che hanno prezzi quasi doppi. Ovviamente Big G ha tagliato drasticamente i ricavi di vendita, ma, dal punto di vista dell’utente finale, si può guardare esclusivamente hardware e prezzo, per decidere l’acquisto.

Fonte: urlVR-Zone
 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980