Review AMD Radeon R7 250 (Sapphire): VGA entry level, silenziosa e parsimoniosa

 

Consumi, temperature e rumore

La Radeon R7 250 ci ha sorpreso sul fronte dei consumi, infatti sono risultati particolarmente bassi. Rispetto alla Radeon HD 7750 si sono ridotti in full load di circa 10-15 W e si considera la generazione entry level di 3-4 anni fa (HD 6770) sono ampiamente ridotti. Con l’overclock da noi impiegato (il setup a 1150/1300 MHz) verranno richiesti quasi una decina di Watt in più, valori più che accettabili se abbiamo la necessità di ottimizzare le performance generali.

AMD Radeon R7 250 Test 18

Da notare come Sapphire consigli un alimentatore da 400 W, a nostro avviso si può scegliere versioni anche decisamente meno potenti (pur senza tralasciare la qualità), soprattutto considerando che la nostra piattaforma è verosimilmente ben più esosa di energia (Intel Core i7 overcloccato, impianto a liquido professionale, ecc) rispetto al target a cui è dedicata questa specifica VGA, pertanto i consumi reali di un computer di tale fascia con con questa VGA saranno mediamente ancor più bassi. Ottima notizia, per chi fa un uso prolungato del computer e quindi non vuole ricadute sulla bolletta elettrica.

Raffreddare schede video di tale portata generalmente è un compito particolarmente semplice, infatti scaldano decisamente poco rispetto alle schede video di fascia alta. Sapphire, per questo specifico modello, ha optato per un dissipatore a singolo blocco in allumino e con ventola centrale da 7,5 cm, le temperature registrate sono ottime ed in linea con altri prodotti entry level.

AMD Radeon R7 250 Test 17

Con la nostra serie di test 3D non siamo mai andati oltre i 60°C (temperatura ambiente di circa 19-20°C), tranne quando l’abbiamo overcloccata, in quel caso si è raggiunto un picco massimo di 64°C con la GPU operante a 1250 MHz. In ogni caso ottimi valori, ampiamente sotto la soglia di sicurezza.

Purtroppo essendo una soluzione a 2 PIN (senza il cavo tachimetrico/PWM) non è possibile monitorare in tempo reale la velocità della ventola espressa in RPM, ma tramite GPU-Z o altri software viene indicato esclusivamente un valore in percentuale. In idle si attestava a circa il 20%, avendo una certa esperienza possiamo supporre che consista in circa 800-900 RPM, ed ha raggiunto un massimo del 32% (dovrebbe essere intorno ai 1000-1200 RPM). La scheda è particolarmente silenziosa, l’uso di una ventola di maggior diametro rispetto al dissipatore stock previsto da AMD ha sicuramente favorito tale risultato. Di seguito i report del software GPU-Z, in situazione di Idle e i valori massimi registrati durante una serie di benchmark 3D:

AMD Radeon R7 250 CPU-Z Sensor Idle AMD Radeon R7 250 CPU-Z Sensor Full

Proseguiamo con un riassunto sul prodotto e con le nostre considerazioni finali.

 



 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980