Review AMD Radeon R7 250 (Sapphire): VGA entry level, silenziosa e parsimoniosa

 

Considerazioni finali

L’AMD Radeon R7 250 è una scheda video di fascia entry level, dedicata all’utenza che usa il computer prevalentemente in ambito 2D, ma che all’occorrenza non disdegna una partita ai propri videogiochi preferiti. Le prestazioni 3D effettive, pur non essendo sorprendenti, sono comunque adatte a questa fascia di prezzo. Infatti si posiziona circa a metà strada tra le performance ottenibili dall’APU A10-6800K ed una tradizionale scheda video gaming mainstream, in generale con un monitor Full-HD è possibile utilizzare i videogiochi di ultima generazione con un setting qualitativo medio ed un frame rate nell’ordine dei 30-60 FPS. Inoltre si può avvantaggiare di quasi la totalità delle tecnologie e feature prodotte da AMD e non, al fine di ampliarne le potenzialità in più tipi di situazione.

Ottimo il margine in overclock, un utente con una certa dimestichezza con tale pratica può tranquillamente puntare ad aumento delle frequenze nell’ordine del 20-25 %. Infatti pur essendo una soluzioni entry level, la qualità di progettazione è ad un buon livello, basti pensare alla scelta delle memorie RAM di questo specifico modello, alla pari di quelle usate sui prodotti di fascia alta. I consumi sono un altro aspetto di pregio di tale scheda video, infatti risultano ridotti rispetto alla precedente generazione, basse anche le temperature di funzionamento, inoltre grazie ad una ventola di maggior diametro, risulta silenziosa.

Non sono previsti accessori in dotazione, in quanto oltre alla considerazione sulla fascia/prezzo a cui punta, va anche detto che offre già di suo un completo comparto di uscite video (quindi non sono necessari altri adattatori) ed inoltre non richiede spinotti di alimentazione ausiliaria. Per quanto riguarda la garanzia, si fa fede ai classici due anni.

Sapphire R7 250 img 1

AMD indica un prezzo di lancio di 89 dollari, i quali, nell’attuale mercato italiano, corrispondono a circa 80/85 euro. Nella stessa fascia troviamo la Radeon HD 7750 (80 euro) e poco più in alto la Radeon HD 7770 (90/95 euro). La Radeon R7 250 è mediamente il 10% più lenta della “vecchia” Radeon HD 7750 e viene venduta a qualche euro in più. Da qui sorge una domanda spontanea, perché scegliere il nuovo modello se il vecchio ha un miglior rapporto prezzo/prestazioni? Probabilmente il prezzo della nuova entry level calerà nelle prossime settimane man mano che i negozi aumenteranno le scorte, inoltre le vecchie proposte sono comunque destinate ad uscire dal mercato.

Concludendo, quindi, l’AMD Radeon R7 250, nel caso odierno nella veste prodotta da Sapphire, è una soluzione entry level silenziosa e parsimoniosa, offre performance circa doppie rispetto alla più veloce APU sul mercato e ciò significa che si può giocare discretamente ad un’ampia gamma di videogiochi, seppur senza troppe pretese sulle impostazioni grafiche. Le ridotte dimensioni e l’assenza di connettori di alimentazione supplementari la rende ampiamente compatibile anche con sistemi più vecchi (per eventuali upgrade) e con cabinet di ridotte dimensioni, a tal proposito, non male anche il suo uso in ambito HTPC, creando un sistema multimediale avanzato che all’occorrenza è in grado di trasformarsi in console. 



Si ringrazia: urlAMD
 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980