Samsung Galaxy Round è ufficiale

 

E’ arrivato finalmente il primo smartphone con schermo curvo, il Samsung Galaxy Round. La dotazione è quella del Galaxy Note III ma al momento i vantaggi di un display del genere sono ancora poco chiari. Il colosso coreano l’ha sfruttato per implementare nuove modalità di interazione, che però non fanno certo gridare al miracolo.

La presentazione era nell’aria già da un po’ e le voci di corridoio in merito erano chiare: si sarebbe trattato cioè di uno smartphone con display curvo ma rigido e non di un device flessibile, ancora al di là dal poter essere realizzato, e così è stato.

samsung-galaxy-round-01_t.jpg.pagespeed.ce.v3ImABuuyQ

Nella giornata di ieri Samsung ha infatti presentato il nuovo Galaxy Round, in pratica un Galaxy Note III con schermo concavo e curvatura che va da un lato lungo all’altro. La dotazione hardware praticamente è identica per i due device e ritroviamo dunque lo stesso schermo da 5.7 pollici con risoluzione 1080p, questa volta di tipo Super Flexible AMOLED, il System on a Chip Qualcom Snapdragon 800 con processore quad core da 2.3 GHz e GPU Adreno 330, 3 GB di RAM e 32 GB di spazio dati espandibile grazie alla presenza di uno slot per microSD.

Non mancano nemmeno la fotocamera posteriore da 13 megapixel e la webcam anteriore da 2 megapixel. La batteria invece è da 2800 mAh e il sistema operativo è Google Android 4.3 Jelly Bean, il tutto in un device spesso 7.9 millimetri per 154 grammi di peso.

Ma alla fine qual è il vantaggio rappresentato dall’avere un display curvo? Al momento non è ancora chiarissimo, perché Samsung non ha mostrato quasi niente, limitandosi a dire di aver sfruttato la peculiarità per implementare alcune nuove soluzioni software, che consentono un’interazione differente.

Tuttavia l’unica mostrata, chiamata Roll Effect, non è parsa certo un’innovazione di cui non si può fare a meno: in pratica l’utente potrà controllare informazioni quali data, ora, chiamate perse e autonomia, semplicemente inclinando il terminale quando la home screen è spenta, sfruttando proprio al curvatura del device.

Questo infatti riconoscerà il movimento grazie ai propri sensori e visualizzerà a schermo le informazioni. Gli unici altri vantaggi che sembra di poter intuire sono legati ovviamente a una migliore ergonomia e alle caratteristiche di resistenza elevata agli urti dello schermo flessibile, un po’ poco per far gridare al miracolo.

Il Galaxy Round sarà commercializzato inizialmente solo in Corea del Sud, forse per avere il tempo di mettere a punto la produzione in volumi dello schermo, forse per tastare l’interesse del mercato prima di lanciarlo in altre nazioni.

Il prezzo comunque è elevato, apri a circa 1000 dollari. In ogni caso, almeno per quest’anno, non sarà l’ultimo dispositivo di questo tipo perché anche l’altra principale azienda coreana, LG, sta lavorando a soluzioni simili, benché ancora non abbia annunciato nulla di ufficiale.  


 

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980