Review Thermaltake Water 2.0 Extreme: potente e ben fatto

 

Il mercato dei sistemi di raffreddamento sta attraverso un periodo dove a farla da padrone, in termini di novità, sono i sistemi a liquido compatti e pronti all’ uso conosciuti meglio come All-in-One. Molte delle aziende più affermate del settore stanno concentrando i propri sforzi proprio in questa direzione sfruttando così l’onda del trend del momento.

E’ noto come un sistema che si avvale del liquido come elemento veicolante termico abbia notevoli vantaggi rispetto al più tradizionale sistema ad aria. Lo svantaggio è determinato dalla complessità nel realizzare un impianto a liquido composto, da numerosi componenti,  da integrare con cura e che richiedono un minimo di conoscenza. A questo va aggiunto un budget di spesa decisamente superiore a quello che richiederebbe un buon CPU Cooler. I sistema All-in-One nascono proprio con lo scopo di eliminare queste problematiche e di avvicinare al mondo liquid cooling  una fetta di utenti sempre più ampia.

Thermaltake non è certo l’ultima arrivata nel mondo del watercooling anzi, prima di altri aveva intuito la necessità di proporre kit liquid cooling facili da integrare. A tal proposito ricordiamo i vari kit della serie Big Water che per la prima volta offrivano all’ utente la possibilità di assemblare con estrema semplicità un kit liquid cooling, con un investimento tutto sommato contenuto.

Certo non offrivano  prestazioni al pari dei sistemi a liquido più complessi ma, quanto meno,  competitivi con i CPU Cooler di quel periodo.  La colpa di Thermaltake, se così si può dire, è quella di non aver continuato a percorre la strada avviata e di essere arrivata solo dopo altre aziende a proporre i kit pre-assemblati e a circuito chiuso, ovvero gli All-in-One. Thermaltake cerca ora di colmare questo svantaggio, anche se ha preferito affidare a terzi la realizzazione,  presentando la serie Water 2.0. La serie è composta da tre modelli: Water 2.0 Performer, Water 2.0 Pro e Water 2.0 Extreme. La differenza che caratterizza i tre kit è determinata dal radiatore adottato,  singolo da 120 mm per le versioni Performer e Pro, mentre per l’Extreme troviamo un radiatore da 240 mm. Sarà proprio la versione Extreme, la più prestante secondo il produttore, che ci apprestiamo a presentarvi.
 

 
Tag dell'articolo: , .

 

Non sono ammessi commenti per questo articolo.

Fan di Facebook

Seguici o condividi su:

Assistenza Tecnica

▲ torna su Login »

Per qualsiasi informazione si prega di utilizzare la sezione Contatti - Pagina dello Staff.
Nomi e marchi appartengono ai legittimi proprietari e vengono utilizzati per il solo scopo informativo.
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Licenza Creative Commons
2011 - TechArena
P.Iva: 02914540980